Sarri nuovo allenatore Juventus/ Ci siamo, via libera Chelsea: Zola lo segue?

- Carmine Massimo Balsamo

Maurizio Sarri nuovo allenatore Juventus: il Chelsea ha liberato il tecnico toscano secondo la stampa inglese, firma con i bianconeri in arrivo

maurizio sarri allenatore juventus
Maurizio Sarri (LaPresse)

Maurizio Sarri è ad un passo dal diventare il nuovo allenatore della Juventus, è arrivato il via libera dal Chelsea e mancano gli ultimi dettagli da limare. Vi abbiamo parlato del possibile ruolo nello staff per Andrea Barzagli, ma circola anche un altro nome che potrebbe affiancare il tecnico toscano nell’avventura bianconera: parliamo di Gianfranco Zola, suo vice al Chelsea. Il Bianconero spiega che Zola si è trovato molto bene con Sarri, un rapporto professionale che potrebbe proseguire anche a Torino. E il sogno per il mercato è un altro pupillo dell’ex Napoli ed Empoli: «In attesa di Maurizio Sarri, la Juventus si sta muovendo per consegnare al più presto al nuovo allenatore la squadra al completo. Ci sono alcune linee guida. Partiamo dalla difesa. Qui il sogno si chiama Koulibaly, un giocatore in grado di spostare gli equilibri. La Juventus sarebbe fortemente interessata ma la valutazione di 150 milioni di euro fatta dal Napoli ha subito smorzato il tentativo. È chiaro però che in questo settore Paratici farà sicuramente qualcosa di molto importante», le parole di Niccolò Ceccarini su Tuttomercatoweb. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

BARZAGLI NELLO STAFF DI SARRI?

Lunedì sarà il giorno decisivo per l‘arrivo di Maurizio Sarri sulla panchina della Juventus. Il Chelsea lo ha liberato e questo dovrebbe essere l‘ultimo weekend per la squadra bianconera senza un tecnico che, da lunedì, con l’erede di Massimiliano Allegri, potrà cominciare a pensare alle mosse di mercato per la prossima stagione. Ad aiutare Sarri ad ambientarsi potrebbe essere Andrea Barzagli che, dopo l‘addio al calcio giocato, ha voglia di tuffarsi in una nuova avventura. “Può essere inserito nello staff” aveva spiegato Allegri dopo l’ufficialità del ritiro del difensore. Barzagli, dunque, potrebbe cominciare diventando il braccio destro di Sarri. Come spiega Sky Sport, però, tutto dipenderà dalla volontà dell’ex allenatore del Napoli che, insieme ai dirigenti, dovrà indicare i primi obiettivi di mercato per dare l‘assalto alla prossima Champions League (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

SARRI LIBERATO DAL CHELSEA

Importanti aggiornamenti sull’asse Maurizio Sarri-Juventus: secondo quanto riporta il The Guardian, il Chelsea ha dato il via libera alla rescissione del contratto del tecnico italiano, ora libero di poter firmare con la Vecchia Signora. Si è rivelato decisivo l’incontro che si è svolto ieri a Londra tra i dirigenti Blues e Fali Ramadani, agente che cura gli interessi di Sarri. Nessun risarcimento, dunque, per il Chelsea, che ora è al lavoro per individuare il nuovo allenatore: sul taccuino i profili di Massimiliano Allegri, Nuno Espirito Santo, Javi Gracia, Laurent Black e Frank Lampard, con l’ex centrocampista in pole. Tornando alla Juventus, nuovi aggiornamenti anche per ciò che riguarda il mercato dei calciatori: il primo acquisto per Maurizio Sarri potrebbe essere Emerson Palmieri, il Corriere dello Sport rilancia l’ipotesi di un’intesa con il Chelsea anche per il laterale difensivo classe 1994. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

IL CHELSEA LO LIBERA SENZA INDENNIZZO?

Sarri alla Juventus, nuovo allenatore dei bianconeri. Siamo ormai ai dettagli ed emergono informazioni molto interessanti. Ad esempio, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, oggi i vertici dirigenziali del Chelsea incontreranno l’agente Fali Ramadani per decidere le modalità con cui liberare il tecnico toscano dalla panchina dei Blues, che ormai hanno capito la volontà dell’allenatore di tornare in Italia. Sarri dovrebbe per di più liberarsi senza che la Juventus paghi alcun indennizzo al Chelsea, visto che Roman Abramovich, proprietario del club londinese, avrebbe già dato parola al tecnico ex Napoli lo scorso 31 maggio, cioè dopo la vittoria del Chelsea nella finale di Europa League contro l’Arsenal. Definito questo passaggio, Sarri dovrebbe poi firmare con la Juventus un contratto biennale da 6-7 milioni a stagione che lo legherà alla società bianconera per provare a vincere anche in Italia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL RINNOVO DEL PUPILLO RUGANI

Sarri nuovo allenatore Juventus è una ipotesi sempre più concreta e anche alcuni indizi “indiretti” sostengono questa possibilità ormai davvero quasi certa. Parliamo ad esempio del rinnovo di contratto fra la Juventus e Daniele Rugani, il difensore che è un “pupillo” proprio di Maurizio Sarri: Rugani visse una eccellente stagione del debutto in Serie A sotto la guida di Sarri ad Empoli e l’allenatore lo avrebbe poi voluto con sé a Napoli, ma la Juventus si è sempre opposta al trasferimento di Rugani nel capoluogo partenopeo e di conseguenza adesso Sarri e Rugani dovrebbero ritrovarsi in bianconero. Al momento la coppia centrale titolare sarà sempre quella composta da Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci, ma il contratto di Rugani prolungato fino al 2024 è un chiarissimo segnale per il futuro, magari con il suo mentore Sarri a guidarlo dalla panchina. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I DETTAGLI DEL CONTRATTO DI SARRI ALLA JUVENTUS

Salvo clamorosi colpi di scena, il nuovo allenatore della Juventus sarà Maurizio Sarri. L‘annuncio ufficiale potrebbe arrivare la settimana prossima, al termine di un weekend di lavoro che dovrebbe portare a definire i dettagli del contratto che legherà l‘ex allenatore del Napoli alla società bianconera. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, la Juventus dovrebbe prelevare il biennale che avrebbe legato Sarri al Chelsea fino al 2021. Le cifre dovrebbero restare più o meno le stesse con Sarri che guadagnerebbe tra i 6,5 e i 7 milioni all’anno. Non è esclusa, però, l‘inserimento nel contratto di un’opzione per trasformare l’accordo biennale in un triennale. Tutto, dunque, sembra definito per l‘inizio della nuova avventura di Sarri che, dopo aver vinto l‘Europa League con i Blues, è pronto a prendere il posto di Massimiliano Allegri (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

PAVAN: “SARRI FAVORITO, MA VI SONO ATRE PISTE”

Se fino a poche ora fa pareva certo il presto annuncio di Maurizio Sarri come prossimo allenatore della Juventus ecco che nuove notizie contrastanti ci arrivano da altre fonti. L’ultima è stato il giornalista Massimo Pavan che intervenuto a Radio Bianconera ha aperto la porta ad altre possibilità per la panca della Vecchia Signora. Queste le sue parole, riferite dal portale tuttojuve.com: “Ad oggi difficile dire come finirà per la panchina della Juventus. Sarri resta il favorito ma ci sono anche altri piani. Guardiola dipende da mille fattori, ora non abbiamo questi riscontri così forti, ma molto dipende dalla Uefa. Sicuramente verrà fatta una squadra all’altezza per il nuovo mister a Torino, chiunque sarà. I tifosi vorrebbero Guardiola, che gode di maggior seguito anche per i tifosi”. Insomma c’ la certezza che la dirigenza bianconera stai facendo di tutto per il meglio del club, ma di fatto ancora non si sa se sarà Sarri o meno il prossimo allenatore della Juventus. (agg Michela Colombo)

SARRI: TRADITORE E’ CHI…

Oggi l’incontro decisivo per Maurizio Sarri alla Juventus, emergono nuovi virgolettati dell’attuale allenatore del Chelsea nella lunga intervista rilasciata a Vanity Fair. Ecco le parole: «Chi è un traditore? Chi si sottrae. Chi fa prevalere l’obiettivo individuale sull’obiettivo collettivo. Perciò a me delle maglie piace la metà davanti, dove c’è lo stemma della società. Dietro c’è il nome del giocatore: quel lato mi interessa meno. Baciare la maglia? Perché privarsi di un atto d’amore in previsione di quello che succederà forse fra dieci anni? A Milano molti giocatori sono passati da qua a là. Sarebbe meglio non farlo in modo diretto, ma nel corso di una carriera può succedere». Poi sul sarrismo: «È un modo di giocare a calcio e basta. Sette anni fa avevo altre idee, magari in futuro le cambierò di nuovo. Nasce dagli schiaffi presi, dalla ricerca di soluzioni per ogni difficoltà. L’evoluzione è figlia delle sconfitte. Non solo nel calcio. Io dopo una vittoria non so gioire. Chi vince, resta fermo nelle sue convinzioni. Una sconfitta mi segna dentro più a lungo, mi rende critico, mi sposta un passo avanti». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

SARRI NUOVO ALLENATORE JUVENTUS: E’ FATTA?

Ecco che l’ultima indiscrezione su Maurizio Sarri come nuovo allenatore della Juventus ci arriva dalla redazione di Sportitalia, secondo cui oggi potrebbe essere il giorno decisivo per la tanto attesa fumata bianca. Pare infatti che oggi a Milano sia atteso un incontro importantissimo per il passaggio dal Chelsea alla Juventus del tecnico campano, che come abbiamo detto da tempo, aveva incassato la promessa da parte della dirigenza Blues del via libera in caso di chiamata dall’Italia. Nonostante qualche malumore in casa degli inglesi quindi l’accordo si farà e forse già oggi: Paratici pare abbia ricevuto rassicurazioni a tale proposito. Sembra quindi che sia solo questione di dettagli, che verranno già definiti oggi o al massimo domani a Montecarlo. Pochi giorni e Sarri sarà a Torino per la firma. Ancora non è noto come le due società abbiano risolto il nodo indennizzo, ma pare che la Vecchia Signora sia interessata al nome di Emerson Palmieri, che verrebbe quindi utilizzato come pedina di scambio. (agg Michela Colombo)

ZOLA: NON SO NIENTE

Rimane ammantato dal mistero il possibile arrivo a Torino di Sarri come nuovo allenatore della Juventus e nessuna altra conferma su questo possibile passaggio dal Chelsea al club bianconero ci arriva in questi giorni dai diretti interessati. Di fatto da Torino come da Londra non filtra alcuna novità e pare che neppure le persone più vicine allo stesso allenatore campano sappiano qualcosa. Quest’oggi poi La Nuova Sardegna ha intercettato Gianfranco Zola, vice dello stesso Sarri al Chelsea in questa ultima stagione, premiata dalla vittoria dell’Europa league: neppure lui però pare saperne niente. Zola ha infatti dichiarato: “Mi dispiace non so nulla. Siamo rimasti che ci saremo sentiti in caso di novità”. Normale azione di depistaggio o pura verità? Difficile dirlo ma di certo la vicenda sta assumendo i contorni della telenovelas. (agg Michela Colombo)

I NODI DA SCIOGLIERE

Maurizio Sarri sarà il nuovo allenatore della Juventus? La domanda ormai tormenta da giorni appassionati e tifosi juventini ma non solo e pure pare che non vi sia ancora una risposta certa. Di fatto le parti in causa si sono ben poco sbilanciate a riguardo ma sui giornali sono tutti sicuro che il matrimonio tra la Vecchia Signora e il tecnico campano si farà. Lo ripete questa mattina anche la Gazzetta dello Sport secondo la quale l’annuncio ufficiale del divorzio tra Sarri e il Chelsea dovrebbe arrivare se non oggi solo lunedi e non più tardi. Di fatto però continua la politica attendista della squadra inglese che si sta rivelando oltre modo ostica e bizzosa nel gestire la faccenda, difetti di cui lo stesso Abramovich non è mai stato immune. In ogni caso vige un cauto ottimismo sulla faccenda: in ogni caso a Torino nessuno è mai parso preoccupato dalla vicenda, anche se certo nessuno si è veramente mai sbilanciato in maniera evidente in favore di Maurizio Sarri, pur non nascondendo mai (anche in tempi non sospetti) stima e apprezzamento. (agg Michela Colombo)

IL MERCATO DELLA JUVENTUS DI SARRI

Maurizio Sarri nuovo allenatore della Juventus? Tiene banco il futuro del tecnico del Chelsea, accostato ai bianconeri per il dopo Massimiliano Allegri e al centro di un duello di mercato con Pep Guardiola. Da diversi giorni vari organi di stampa parlano di un accordo imminente: resterebbe infatti da sbloccare la situazione con il Chelsea, che non ha ancora liberato l’allenatore toscano. L’ex Napoli, reduce dalla vittoria in Europa League con i Blues, in caso di sbarco a Torino è pronto a portare con sé almeno uno-due pupilli: uno è Elseid Hysaj, laterale albanese in uscita dal Napoli, l’altro potrebbe essere Alessio Romagnoli, suo pallino da diversi anni e già richiesto ai tempi dell’avventura al San Paolo. Ma prima di parlare di scenari di mercato è attesa l’ufficialità dell’operazione, con il fantasma di Pep Guardiola che continua ad aleggiare a Vinovo a causa della situazione Uefa del City…

MAURIZIO SARRI-JUVENTUS, UFFICIALITA’ IN ARRIVO?

Negli ultimi giorni si è parlato inoltre del “tradimento” di Maurizio Sarri al Napoli in caso di passaggio alla Juventus, ecco le parole di Maurizio Sabatini a Radio Sportiva: «Io sono il primo che dice che un allenatore fuori dal contratto pu andare dove meglio crede: deve essere a posto con la sua coscienza. E’ molto simile la situazione di Antonio Conte che va all’Inter. La differenza solo che i tifosi avevano costruito tutta un’antologia intorno a Sarri». Queste, invece, le parole del doppio ex Ciro Ferrara a Sport Mediaset: «Allegri è arrivato in un momento in cui Conte lascia all’improvviso e la Juventus si trova quasi costretta a fare un certo tipo di scelta ed è andato sul un tipo di allenatore già vincente. Non so se sarà o meno Sarri, ha vinto l’Europa League ma al di là del discorso di aver vinto, perché poi molto spesso li giudichiamo dalle vittorie soltanto, Sarri ha fatto un percorso importante in questi ultimi anni, di qualità nel gioco e sicuramente è un allenatore appetibile dai top club. Dal punto di vista di qualità del tecnico non possiamo discutere più di tanto, poi però c’è anche da gestire un gruppo: comunque sarà la Juventus a scegliere l’allenatore migliore e se dovesse essere Sarri dovrà difenderlo sicuramente da qualche attacco che arriverà inevitabilmente», riporta Tuttojuve.

© RIPRODUZIONE RISERVATA