Ischemia/ Le cause del malore che ha colpito Fabrizio Frizzi

- Francesco Agostini

Ischemia, vediamo insieme che cos’è e come riconoscere il malore che ha colpito il popolare conduttore Rai Fabrizio Frizzi, mentre registrava L’Eredità.

Ischemia
Ischemia, cos'è e come riconoscerla (web)

Il noto conduttore e personaggio televisivo Fabrizio Frizzi è stato colpito da una lieve ischemia, ovvero la totale assenza di afflusso di sangue in un organo. Le condizioni di Frizzi sono stabili, per un malore causato da un problema fisiologico, oppure meccanico, del sistema cardiocircolatorio o cardiovascolare. Le cause di un’ischemia possono essere molteplici, con l’inadeguatezza del flusso sanguigno che può dipendere da tachicardia, ipotensione, aterosclerosi, embolia gassosa e non, briglie aderenziali. Le patologie alla base di tali deficit son vari, in particolari tumori, leucemie e anemie. Da sottolineare come l’ischemia possa essere totale o parziale: la differenza esistente riguarda la fornitura di sangue effettiva e quella realmente necessaria per la corretta ossigenazione del tessuto. Attesi aggiornamenti nelle prossime ore sulle condizioni di Fabrizio Frizzi, con l’augurio che non si tratti di nulla di grave. (Agg. Massimo Balsamo)

CHE COS’E’ L’ISCHEMIA

L’argomento ischemia sta tornando prepotentemente di moda grazie anche al fatto che il popolare conduttore Rai Fabrizio Frizzi ne è stato colpito. Fortunatamente in modo lieve, almeno stando alle ultime notizie di fonti certe vicino a Frizzi. Ma andiamo con ordine e vediamo subito che cos’è, in termini semplici, un’ischemia. In parole povere si ha un’ischemia quando l’afflusso di sangue ne risuta assente o drasticamente ridotto. Il sangue conferisce due elementi fondamentali per il corpo umano: l’ossigeno e il nutriente. Per questo motivo, se viene a mancare il sangue in determinate zone si avrà la necrosi (detto in termini profani, la morte) dei tessuti circostanti a dove il sangue è diminuito, oppure mancato del tutto. Ne consegue la gravità della situazione: chi subisce un’ischemia, in qualsiasi parte del corpo, può avere dei danni gravissimi e irreversibili. Ci sono due casi principali alla base di un’ischemia: un coagulo di sangue, per cui quindi non scorre bene (un trombo), oppure un’embolia (una interruzione del flusso sanguigno dovuta a un corpo esterno che ostruisce il suo passaggio).

I SEGNALI DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE

Un’ischemia di qualsiasi tipo, prima di colpire in modo duro, solitamente avverte. Avverte nel senso che chi ne sarà colpito può avere giorni prima dei sintomi che dovranno essere considerati come dei chiari segnali di pericolo e dunque non sottovalutati affatto. Ma quali sono? Cerchiamo di comprenderlo appieno. Innanzitutto, una persona potrebbe iniziare ad avere difficoltà nella comprensione oppure seri impedimenti nel parlare: magari articola male la bocca e non riesce a dire bene alcune parole senza alcun motivo. Un altro chiaro segnale è quello inerente alla sensibilità: chi viene colpito da ischemia di solito inizia a sentire ridotta la propria sensibilità su un arto o su una parte del corpo. Ancora, la persona potrebbe improvvisamente avere un calo verticale della vista oppure cominciare ad avere una visione doppia. In alcuni casi è possibile anche essere colpiti da violentissimi mal di testa, certamente fuori dalla norma e che possono portare a pensare qualcosa di diverso dal solito. In ultimo, è possibile avvertire vertigini e una perdita del senso di equilibrio.

COLPITO ANCHE IL CONDUTTORE RAI

E’ di pochi minuti fa la notizia secondo cui il popolare conduttore Rai Fabrizio Frizzi sia stato colpito da una lieve ischemia. Il fatto sarebbe successo ieri sera, mentre Frizzi stava registrando per conto Rai una puntata del gioco L’eredità. Dopo essersi sentito male, il conduttore è stato immediatamente ricoverato all’ospedale e giudicato non grave. Le sue condizioni sono ad oggi stabili e si sta procedendo ad ulteriori accertamenti del caso, per comprendere le motivazioni di questa ischemia. Il direttore Rai Mario Orfeo è subito accorso per vedere come stava ed è stato subito ottimista. Il sito Ansa.it ha riportato le sue dichiarazioni, secondo cui ‘con Frizzi abbiamo riso e scherzato. Adesso aspettiamo che guarisca e che torni presto a condurre L’Eredità’. Nel frattempo il programma è stato momentaneamente sospeso e al suo posto andrà in onda un evergreen della televisione italiana come Don Matteo, nona stagione. Non crediamo, comunque, che l’attesa per L’eredità duri a lungo: Frizzi è apparso subito in gran forma e desideroso di ritornare in sella al suo programma campione d’ascolti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori