TESTO “LETTERA 22”, CUGINI DI CAMPAGNA SANREMO 2023/ La lettera mancante in amore

- Alessandro Nidi

Il significato del testo di "Lettera 22" dei Cugini di Campagna, canzone del Festival di Sanremo 2023 che è una sorta di appello all'amore

I Cugini di Campagna con Lettera 22 a Sanremo 2023 I Cugini di Campagna con Lettera 22 a Sanremo 2023 (Rai 1)

Tornano i Cugini di campagna con la loro Lettera 22 al festival di Sanremo 2023, la canzone scritta da La Rappresentate di Lista (ovvero il duo composto da Veronica Lucchesi e Dario Mangiaracina). Un testo che parla apertamente di amore, ammiccando a quelle sonorità tipiche degli anni 80 e classiche dei Cugini, che ci hanno abituati proprio a questo tipo di musica. Un ritorno in vecchio stile, insomma, che parla secondo una classica tradizione della musica italiana proprio di amore. A spiegare il significato della canzone Lettera 22 sono stati gli stessi Cugini di Campagna: “La lettera 22 è quella che non c’è nel nostro alfabeto, che ne ha 2. Una lettera che non c’è, non si trova“, soprattutto per dire ti amo al momento giusto, oppure per chiedere scusa. (Agg. di Lorenzo Drigo)

SIGNIFICATO TESTO CANZONE “LETTERA 22” DEI CUGINI DI CAMPAGNA

Con l’intelligenza artificiale ChatGPT abbiamo interpretato il significato del testo di “Lettera 22” di Cugini di Campagna, in gara al Festival di Sanremo 2023. Il singolo descrive una sensazione di solitudine e incomprensione sperimentata dal narratore. “Egli si descrive come un bambino che non sa contare, un dottore che si è fatto male, un palazzo in costruzione che cade, una storia che non sa finire e un giardino senza fiori. Poi, esprime il suo desiderio di essere compreso e di non essere lasciato solo dalla persona che ama. Il narratore crede che quest’ultima possa capirlo solo se osserva il mondo allo stesso modo in cui lui lo guarda”.

Il testo della canzone “Lettera 22” di Cugini di Campagna, inoltre è una sorta di appello d’amore.Quando guarda l’amato/a negli occhi, chi canta si sente come se stesse morendo. Il narratore afferma che ha bisogno dell’amore della persona amata per non sentirsi solo. Alla fine del testo, il narratore ripete più volte la frase ‘Non lasciarmi solo, non lasciarmi qui’, esprimendo il desiderio di non essere abbandonato”.

ANALISI DEL TESTO CANZONE “LETTERA 22” DEI CUGINI DI CAMPAGNA: LE FRASI PIÙ IMPORTANTI

Dopo avere esaminato il significato del testo di “Lettera 22” dei Cugini di Campagna, ci si è poi soffermati sulle parti più significative della canzone in gara a Sanremo 2023. Si comincia da “Io non sono altro che un bambino/che si è fatto male/un palazzo in costruzione e cade/una storia che non sa finire/un giardino senza neanche un fiore”, citazione che descrive il sentimento di vulnerabilità e incertezza del narratore, che si sente come un bambino che non sa come gestire i suoi sentimenti. Poi, spazio a “Io senza di te non sono altro che la parola ‘amore'”, frase secondo cui l’esistenza è legata all’amore che prova per l’altra persona.

Nel testo della canzone “Lettera 22” sono presenti altri passaggi significativi: “Non lasciarmi solo/Non lasciarmi qui”, rappresenta la richiesta disperata del narratore di non essere abbandonato dalla persona che ama; “Ora che ho trovato le parole/già mi salta il petto”, affermazione che sta a significare che chi canta è finalmente riuscito a trovare le parole per esprimere i suoi sentimenti, ma questo lo rende ancora più emotivo; “Credo, credo anch’io, che non puoi darmi il mondo/Se non guardi il mondo come lo guardo anch’io”, verso che esprime la necessità per il narratore di avere un punto di vista comune con la persona che ama, per poter condividere un futuro insieme.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Sanremo

Ultime notizie