SINDROME DI MARFAN MALATTIA LUNA WARD, FIGLIA DI LUCA/ “Mi sono sentito in colpa…’”

- Davide Giancristofaro Alberti

Luna Ward, figlia di Luca, soffre la sindrome di Marfan, una rara patologia che ha colpito la ragazzina in particolare a livello scheletrico

luna ward
(Oggi è un altro giorno)

Nel corso della lunga intervista rilasciata ai microfoni di Oggi è un altro giorno, Luca Ward ha parlato anche della figlia Luna Ward e della Sindrome di Marfan di cui è affetta. «È una malattia dei tessuti connettivi, c’è un’iper-produzione di collagene, in Italia sono colpite 18 mila persone», ha spiegato Luca Ward: «Aveva il bacino asimmetrico, da genitori ci siamo insospettiti e abbiamo fatto un anno e mezzo di ricerche, per poi arrivare a questa sentenza micidiale».

Le difficoltà sono state tante, Luca Ward ha rivelato di essersi sentito in colpa: «Quando abbiamo aperto internet e abbiamo letto, è stato un disastro totale. Io sono andato proprio giù: ho sempre reagito bene alle avversità, ma qua potevo fare poco. Non ho mai detto “perché proprio a me”, sono cose che capitano. Ci sentivamo colpevoli all’inizio, pensavamo che fosse colpa nostra. È stato terribile». (Aggiornamento di MB)

LUNA WARD, LA FIGLIA DI LUCA WARD

Luna Ward, uno dei tre figli del doppiatore Luca Ward, ha una rara malattia, la sindrome di Marfan. A parlare in maniera approfondita di questa rara patologia, è stato lo stesso celebre doppiatore e attore nella sua autobiografia ‘Il talento di essere nessuno’: “Abbiamo scoperto molto presto che Luna era affetta dalla sindrome di Marfan perché c’erano lievi problematiche legate all’apprendimento”.

Luna Ward, che quest’anno compie 12 anni, è affetta da questa patologia genetica che colpisce il tessuto connettivo, provocando numerosi sintomi di tipo cardiovascolare, polmonare, muscolo-scheletrico e oculare, e non solo: “Chi è affetto da questa patologia ha anche una predisposizione a una seria miopia con possibile distaccamento del cristallino, ma per Luna l’incidenza maggiore si riscontra sull’apparato scheletrico”. La povera figlia di Luca Ward è costretta ad indossare un busto per ben 23 ore al giorno, una vita quindi tutt’altro che normale rispetto ai suoi coetanei. Oggi la famiglia Ward è riuscita in qualche modo a metabolizzare l’accaduto, imparando a convivere con questa grave malattia, ma quando gli era stata comunicata la diagnosi è stata una vera “tranvata”, così come spiegato dall’attore ospite di Oggi è un altro giorno.

SINDROME DI MARFAN, MALATTIA DI LUNA WARD, FIGLIA DI LUCA: “NELLA PRIMA FASE…”

Luca Ward ha deciso di parlarne anche per sensibilizzare sull’accaduto: “Sono cose estremamente private e tali dovrebbero rimanere, ma visto come va la ricerca scientifica qui da noi, penso ci sia bisogno di sensibilizzare in tal senso più persone possibile”.

E per meglio dedicarsi alla cura della figlia, Giada Desideri, moglie di Luca Ward e mamma della piccola, ha deciso di lasciare il lavoro, senza dimenticarsi di altri problemi: “Nella prima fase della malattia di Luna, per esempio, sono diventato iperprotettivo nei suoi confronti, e ho trascurato un po’ Lupo. Mi sono mosso istintivamente a difesa del figlio in quel momento più debole, senza rendermi conto che stavo commettendo un grave errore”, ha raccontato ancora il doppiatore, che poi aggiunge: “È una cosa terribile a dirsi ma abbiamo constatato che, se si hanno maggiori disponibilità economiche, si ha la possibilità di curarsi meglio”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA