Sondaggi politici/ Lega al 27,2%, calo Pd, Renzi sotto 5%: 42% boccia Recovery Fund

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici, le intenzioni di voto Emg con Lega al 27,2%, Pd staccato e M5s in risalita. Male Renzi, FdI sotto 15%: il 42% boccia il Recovery Fund Ue

Centrodestra in piazza
Manifestazione Cdx 2 giugno: Tajani, Meloni e Salvini (LaPresse, 2020)

Nella settimana in cui la fase 3 è ufficialmente iniziata, i sondaggi politici di Emg – come di consueto presentati al giovedì dalla puntata di Agorà su Rai3 – registrano un calo importante per quasi tutti i partiti di Governo (si salva solo il M5s) mentre torna a risalire la china la Lega di Matteo Salvini, perde terreno FdI e prosegue la lenta risalita di Forza Italia. L’agenda politica è ancora tramortita dall’emergenza Covid-19 che in maniera veloce si sta trasformando da sanitaria ad economia e lavorativa: ieri il Premier Conte in conferenza stampa lo ha detto chiaramente, il vero rilancio è ancora tutto da fare nei prossimi mesi possibilmente con i soldi di Bei, Sure, forse Mes e sicuramente del Recovery Fund.

Ebbene, è proprio su questo punto che gli italiani non vedono un’ampia fiducia nelle istituzioni europee come si augurava buona parte del Governo Conte-2: il 64% ammette di avere diminuito la fiducia nell’Europa (24% rimasta tale, solo per il 7% è aumentata) mentre nel merito del Recovery Fund solo il 27% concede fiducia al piano di aiuti Ue, il 42% invece lo boccia sonoramente specie per le tempistiche e le condizioni. I 170 miliardi che dovrebbero andare all’Italia nell’adesione al Piano di Rilancio europeo, secondo gli intervistati dei sondaggi politici Emg Acqua, dovrebbero andare per il taglio delle tasse (26%), per investimenti in sanità e scuola (25%) e per aiuti alle imprese assieme al reddito universale (12%).

SONDAGGI EMG (4 GIUGNO): LE INTENZIONI DI VOTO

Entrando nelle pieghe delle intenzioni di voto prodotte questa settimana dai sondaggi politici di Emg Acqua, la Lega di Matteo Salvini torna a crescere con il 27,2 dei consensi (+0,1 in 7 giorni), seguita a distanza netta dal Partito Democratico che perde lo 0,3% in una settimana e si posiziona al 20,3%. Al terzo posto troviamo il M5s in lieve risalita con il 15,8% (+0,1%) mentre perde per poco contatto Giorgia Meloni e FdI (14,5%, -0,1%): Forza Italia cresce ancora e raggiunge il 6,9% (+0,1%) mentre per Matteo Renzi e Italia Viva è un’altra settimana di perdite, lievi, ma costanti (4,6%, -0,1%). Chiudono i sondaggi Emg Azione di Calenda al 2,6%, stabili rispetto alla scorsa settimana esattamente come la Sinistra di Speranza-Fratoianni al 2,2%: infine, Europa Verde all’1,6%, Più Europa all’1,5% e tutti gli altri partiti minori al 2,8% complessivo “concludono” la classifica Emg per la prima settimana di giugno. Fiducia nel Governo Conte, per il momento il 35% crede ancora nell’asse giallorossa mentre il 46% (-0,1%) boccia l’operato di Pd-M5s-LeU-Iv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA