SPRINT RACE FORMULA 1/ Che cosa è e come funziona: per la classifica…

- Mauro Mantegazza

Sprint Race Formula 1: come funziona la gara breve per le qualifiche che debutterà domani a Silverstone nel Gran Premio di Gran Bretagna 2021.

Ferrari Leclerc Formula 1
Formula 1, la Ferrari 2021 (Foto LaPresse)

SPRINT RACE FORMULA 1: QUANTI PUNTI ASSEGNA PER LA CLASSIFICA?

Domani ci sarà la prima Sprint Race della storia della Formula 1, dunque un’annotazione interessante è che a Silverstone saranno assegnati punti validi per la classifica del Mondiale Piloti già al sabato, perché questa gara – a differenza delle qualifiche tradizionali – darà un premio tangibile ai primi tre, oltre naturalmente alle migliori posizioni sulla griglia di partenza per il Gran Premio della domenica. Certo, bisogna anche aggiungere che i punti in palio sono francamente pochissimi: per la precisione, tre punti per il vincitore della Sprint Race (meno dell’ottavo posto in gara), due punti per il secondo (come il nono della domenica) e un punto per il terzo (come per il decimo posto nel GP). Insomma, il premio più importante sarà la pole position, naturalmente sempre molto importante in Formula 1. Tuttavia, anche i pochi punti in palio già domani nella Sprint Race di Formula 1 potrebbero avere un peso, almeno psicologico: ad esempio per Lewis Hamilton sarebbe importante riuscire ad accorciare le distanze da Max Verstappen, che invece dal canto suo cercherà di piazzare un ulteriore allungo che metterebbe ancora più in difficoltà la Mercedes. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SPRINT RACE FORMULA 1: PERCHÈ E A COSA SERVE?

Il Gran Premio di Gran Bretagna 2021 che comincia oggi a Silverstone entrerà nella storia della Formula 1 per l’introduzione della cosiddetta Sprint Race, che si disputerà per la prima volta. Nata per movimentare il tradizionale weekend di Formula 1 e per coinvolgere il pubblico più giovane, la Sprint Race è stata approvata dalla Commissione F1 della Fia il 26 aprile: come si può facilmente intuire, si tratta di una corsa breve (circa 25-30 minuti) in programma al sabato, il cui risultato finale stabilisce la griglia di partenza del tradizionale Gran Premio della domenica. La prima Sprint Race sarà appunto domani a Silverstone, poi si ripeterà a Monza e Interlagos e in seguito si prenderà la decisione se adottare definitivamente la Sprint Race per il prossimo Mondiale di Formula 1. Come detto, la Sprint Race sarà in programma domani pomeriggio, ma necessita anche lei di un turno di qualifiche per stabilirne la griglia di partenza: la prima novità si vedrà dunque già oggi, venerdì 16 luglio, con la disputa di un solo turno di prove libere e poi delle qualifiche “classiche” con Q1, Q2 e Q3, anticipate però di un giorno e il cui risultato determinerà appunto la griglia di partenza della Sprint Race del sabato.

SPRINT RACE FORMULA 1: FORMAT DELLA GARA, DURATA E PUNTEGGI

Domani, sabato 17 luglio, a Silverstone ci sarà il secondo turno di prove libere FP2 e poi appunto la Sprint Race sulla distanza di 100 km, circa un terzo del Gran Premio della domenica, che deve toccare i 305 km. Non vi sarà alcun pit-stop obbligatorio: nella Sprint Race le monoposto rimarranno in pista, salvo necessità tecniche o meteorologiche, senza cambiare gomme né effettuare rifornimento di benzina, con l’obiettivo di facilitare i sorpassi in pista senza pensare alle strategie. A Silverstone, tracciato che misura 5,891 km, la Sprint Race prevederà 17 giri per un totale di 100,147 km. L’ordine d’arrivo della Sprint Race del sabato stabilirà la griglia di partenza del Gran Premio della domenica: il vincitore partirà dalla pole position in gara e via di seguito. Nelle statistiche della Formula 1 la Sprint Race non sarà considerata una gara e non ci sarà la cerimonia del podio. Sarà dunque una sessione di qualifiche, svolta però con modalità da gara e che assegnerà anche un piccolo punteggio per la classifica del Mondiale di Formula 1: in palio 3 punti al vincitore, 2 al secondo classificato e 1 al terzo. Non sono previsti punteggi supplementari per il giro veloce.



© RIPRODUZIONE RISERVATA