Terremoto oggi Roma M 3.0/ Ingv, tremano Castelli “Nessun danno o richieste di aiuto”

- Davide Giancristofaro Alberti

Terremoto oggi a Roma di magnitudo 3.0, Ingv ultime scosse: è stato segnalato un movimento tellurico ai Castelli, con epicentro a Lariano. I dettagli

terremoto roma lariano 640x300
Terremoto a Roma

Una scossa di magnitudo 3.0 e altri due ‘movimenti’ tellurici a breve distanza: tanta paura ma per fortuna nessun danno nell’area dei Castelli Romani, nel Lazio, a seguito del sisma che è stato registrato attorno alle ore 14 in una zona localizzata più precisamente tra Rocca Priora, Velletri e Lariano; a quanto si apprende la scossa di terremoto è stata avvertita distintamente pure nella Capitale e soprattutto dagli inquilini dei palazzi più alti. Secondo quanto comunicato dall’INGV-Roma, il sisma (durato comunque poco più di 15 secondi) avrebbe avuto origine a una profondità di circa 10 chilometri nel sottosuolo ma al momento gli stessi Vigili del Fuoco hanno fatto sapere di non aver ricevuto alcuna segnalazione di intervento né tantomeno segnalazioni di danni a cose o persone. il sito specializzato Earthquake Network, attraverso il proprio profilo Twitter, ha spiegato che il terremoto si sarebbe verificato a circa 24 chilometri da Roma e con un raggio approssimativo di 9. (agg. di R. G. Flore)

TREMA ANCHE LARIANO

Una scossa di terremoto ha fatto tremare la provincia di Roma poco fa. Per fortuna non si è rivelata grave, ma non sono mancate le segnalazioni. In un primo momento la Sala Sismica dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) ha prodotto una stima sulla magnitudo tra 3.0 e 3.5 sulla scala Richter. Poi sono arrivati i dati definitivi, secondo i quali il sisma ha avuto magnitudo ML 3.0 ed è avvenuto a 3 chilometri da Lariano, in provincia di Roma appunto. Ma l’epicentro del terremoto di oggi, venerdì 28 agosto, è stato individuato con precisione con le seguenti coordinate geografiche: latitudine 41.74, longitudine 12.8 e ipocentro ad una profondità di 10 chilometri. Per quanto riguarda i comuni entro i 10 chilometri dall’epicentro del sisma, si segnalano: Lariano, Rocca Priora, Velletri, Labico, San Cesareo, Rocca di Papa, Nemi, Monte Compatri, Artena, Valmontone, Zagarolo, Monte Porzio Catone e Colonna. (agg. di Silvana Palazzo)

TERREMOTO OGGI LAGO DI GARDA DI M 2.9

Una scossa di terremoto lieve si è verificata nella giornata di oggi, 28 agosto, non lontano dal Lago di Garda. Alle ore 7:32 di stamane, come sottolineato puntualmente dal sito dell’Ingv, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, è stato registrato un evento di magnitudo di 2.9 gradi sulla scala Richter, localizzato di preciso a cinque chilometri ad est del comune di Magasa, in provincia di Brescia. Il sisma è stato avvertito soprattutto nel bresciano e anche in parte nel Trentino Alto Adige, mentre la zona del veronese sembrerebbe non essere stata interessata dal movimento tellurico. Il sisma ha avuto come coordinate geografiche precise 45.77 gradi di latitudine, 10.68 di longitudine, e una profondità di 10 chilometri sotto il livello del mare. I comuni maggiormente interessati dal terremoto, oltre al già sopracitato Magasa, sono stati invece quelli di Tignale, Tremosine sul Garda, Valvestino, Gargnano, Brenzone sul Garda, Limone sul Garda, Malcesine e Bondone, dislocati in un raggio di circa 25 chilometri dall’epicentro. A livello di città, si segnalano Brescia, Verona e Trento distanti una cinquantina di chilometri. Ovviamente il sisma, vista la sua entità, non ha causato danni ne feriti.

TERREMOTO OGGI, NUMEROSE SCOSSE ANCHE NELLE MARCHE

Un’altra scossa di terremoto è stata registrata quest’oggi, alle ore 4:16 in quel del canale di Sicilia, quasi esattamente a metà fra l’isola italiana, Malta e la costa dell’Africa. Un sisma di magnitudo 2.4 gradi sulla scala Richter registrato al largo, ad una profondità di 10 chilometri sotto il livello marino. Diverse anche le scosse che sono state segnalate nelle Marche, in provincia di Macerata. Non distante dal comune di Sarnano, l’Ingv ha segnalato ben cinque differenti terremoti, a cominciare da quello delle ore 17:09 di ieri sera, di magnitudo 3.2 gradi. L’ultimo è stato invece registrato alle ore 3:08 della scorsa notte, con una magnitudo di 2.6 gradi. Uno sciame sismico in corso in quel del centro Italia, ma ad ora non si registrano danni, ne tanto meno chiamate ai vigili del fuoco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA