Ultime notizie/ Di oggi, ultim’ora: Fico contro tutti per i Rom (3 giugno 2019)


- Matteo Fantozzi

Ultime notizie di oggi, ultim’ora: Fico contro tutti; Paura e terrore a Venezia; ancora aria di violenza sui minori nelle scuole (3 giugno 2019).

parata militare 2 giugno
Foto Paolo Giandotti/Ufficio Stampa Quirinale/LaPresse 02-06-2018 Roma - Italia Politica Festa della Repubblica Italiana a Roma - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a bordo della Flaminia in occasione della Rivista Militare, oggi 2 giugno 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica) DISTRIBUTION FREE OF CHARGE - NOT FOR SALE

Ricorreva ieri, domenica 2 giugno 2019, la settantatreesima Festa della Repubblica. Il presidente Mattarella, nel suo discorso, ci tiene a ribadire l’importanza della Costituzione come guida del Paese. La tradizionale sfilata è stata aperta da trecento sindaci , seguiti da tutti corpi delle forze armate e della società civile. A Roma, ad avvolgere il Colosseo, un’enorme bandiera italiana e subito dopo l’attesissima esibizione delle frecce tricolori. Nemmeno la Festa della Repubblica riesce a fermare le liti nella maggioranza. Il presidente della camera Fico dedica il 2 giugno anche a migranti e rom e scatena i colleghi: Di Maio si dissocia limitandosi a dire che si tratta una sua opinione, mentre Salvini si adira ribadendo che questa domenica è la giornata degli italiani.

Ultime notizie, paura e terrore a Venezia: sfiorata la tragedia

Una nave da crociera col motore in avaria si schianta contro un battello turistico nel canale della Giudecca a Venezia. Quattro feriti non gravi, ma tanta paura. Si riapre, inoltre, la polemica all’interno del governo con un coro unanime che afferma di non permettere mai più l’accessi a grandi navi in laguna. Incredibili sono le parole di Lynn Balzer, una donna rimasta ferita nell’incidente. Questa ha spiegato: “Eravamo sul River Contess e abbiamo visto questa nave da crociera che veniva verso il porto. Non girava e ci veniva incontro. Continuava a venire avanti, pensavamo però che si sarebbe girata, ma non è stato così”.

Ultime notizie, ancora aria di violenza sui minori nelle scuole

Un bidello di cinquantacinque anni è stato arrestato a Castellammare di Stabia con l’accusa di aver violentato una quindicenne nei locali di una scuola della cittadina. La vittima stessa lo ha denunciato e si è saputo che l’uomo era stato già sorpreso a spiare nei bagni delle studentesse, ma se l’era cavata solo con un richiamo e un trasferimento. Ad incastrare l’uomo è stato il dna dopo che questi aveva dichiarato la sua innocenza. Ora l’uomo è agli arresti domiciliari e sulla sua testa pesa anche il fatto di essere stato recidivo.

Ultime notizie, finalmente caldo in Italia? Spiagge e costi

Il primo fine settimana di giugno ha portato finalmente sole e caldo sull’Italia. Prezzi in linea con lo scorso anno, ma comunque alti nelle spiagge organizzate: in media ventisei euro al giorno a famiglia, per ombrellone e sdraio, che salgono molto se si vuole anche la cabina o mangiare un boccone. Dopo l’ondata di maltempo inspiegabile, che ci ha accompagnato fino alla metà della scorsa settimana, però gli italiani sono potuti tornare in spiaggia con temperature in linea con quella che è la media della stagione.

Ultime notizie, continua il rebus per la panchina della Juventus

Con la finale di Champions League di sabato scorso ormai la stagione è finita, quindi ogni giorno diventa quello buono per l’annuncio del nuovo allenatore della Juventus. Se c’è chi è sicuro di vedere Maurizio Sarri tornare in Italia per prendere il posto di Massimiliano Allegri. Dall’altra parte invece c’è chi è convinto che alla fine a Torino sarà Pep Guardiola a inseguire ancora una volta la Champions League. Di certo ora è il momento di tirare le somme con la firma dell’uno o dell’altro che potrebbe già arrivare nella giornata di oggi. Si potrebbe scatenare dunque un effetto domino con Mauricio Pochettino che potrebbe andare al Chelsea o al Manchester City a sostituire uno dei due.

© RIPRODUZIONE RISERVATA