Ultime notizie/ Oggi ultim’ora Mafia Capitale: 10 anni Carminati, 12 e 10 mesi Buzzi

- Fabio Belli

Ultime notizie. Ultim’ora oggi 9 marzo, sentenza Appello Bis al processo Mondo di Mezzo (ex Mafia Capitale) 12 anni 10 mesi a Buzzi, 10 anni a Carminati

Massimo Carminati
Massimo Carminati scarcerato (LaPresse, 2020)

Ultime notizie, sentenza Mondo di Mezzo: 12 anni e 10 mesi per Buzzi

10 anni per Massimo Carminati, 12 anni e 10 mesi per Salvatore Buzzi: così si conclude la sentenza del processo d’appello bis al “Mondo di Mezzo” (ex Mafia Capitale) disposto dalla Cassazione per la rideterminazione delle pene per venti imputati (dovuta ala sentenza del 22 ottobre del 2019 che faceva cadere il reato di mafia in maniera definitiva). «Con questa sentenza il mio assistito è sotto il limite che consente una misura alternativa e quindi potrebbe non tornare più in carcere» ha commentato il difensore di Carminati, Cesare Placanica. Era in aula l’ex Nar che ha passato 5 anni e 7 mesi di carcere preventivo: per lui la Corte d’Appello di Roma ha revocato la libertà vigilata ma ha anche confermato la misura di sicurezza dell’assegnazione a una colonia agricola o casa di lavoro per almeno due anni e tre mesi. Per Buzzi invece i giudici hanno stabilito l’incapacità di contrarre con la pubblica amministrazione per tre anni: «È stata una condanna molto più dura di quanto ci aspettassimo perchè la corte ha considerato più grave il reato di associazione a delinquere semplice. Il pg aveva chiesto 12 anni e 8 mesi e venti giorni di reclusione. Faremo ricorso nuovamente in Cassazione. Comunque meglio dei 18 anni della volta scorsa», è il commento del condannato ‘principe’ del processo “Mondo di Mezzo”. Come riporta l’Ansa, ecco le altre condanne con pene ricalcolate: Luca Gramazio (5 anni e 6 mesi), Fabrizio Franco Testa (5 anni e 6 mesi), Franco Panzironi (3 anni e 6 mesi), Riccardo Brugia (6 anni), Matteo Calvio (5 anni e 7 mesi), Paolo Di Ninno (3 anni, 8 mesi e 10 giorni), Alessandra Garrone (2 anni, 9 mesi e 10 giorni), Claudio Caldarelli (4 anni e 5 mesi) ed Emanuela Bugitti (2 anni, 8 mesi e 15 giorni). (agg. di Niccolò Magnani)

Ultime notizie, il bollettino Covid di ieri

Il dato basilare che si ricava dal bollettino del coronavirus è quello del numero delle vittime, 318, che fa superare al totale dall’inizio pandemia una soglia psicologica importante, quella delle 100mila vittime, che è stato superato esattamente in 382 giorni da quando fu registrata la prima vittima italiana del coronavirus. Intanto i nuovi casi di contagio sono 13.902, ma il tasso di positività resta sostanzialmente stabile rispetto al giorno precedente con il 7,5% contro il 7,6%. Per quanto riguarda le regioni in Lombardia il tasso è salito ancora superando il 10%. Incrementi sostenuti anche per quanto riguarda i ricoveri con un aumento di 95 nei reparti di intensiva, mentre sono 687 in più i ricoverati nei reparti ordinari. Per quanto riguarda le guarigioni ne sono state registrate 13.893, con il totale che arriva a quota 2.508.732.

Ultime notizie, discorso del presidente Mattarella

Durante le celebrazioni per l’8 marzo, il presidente Sergio Mattarella ha ricordato i nomi delle donne uccise dall’inizio dell’anno ed ha parlato del femminicidio come di un fenomeno “impressionante” ricordando che nel 2020 erano state 72 le donne uccise. Mattarella ha anche ricordato che è necessario rispettare le donne anche con il linguaggio, e che la “parità di genere” è una questione anche culturale.

Ultime notizie, ha confessato il killer di Ilenia Fabbri

Proprio nella giornata della Festa della donna, è arrivata la confessione del sicario che era accusato di aver ucciso, a Faenza, Ilenia Fabbri. Il 53enne Pierluigi Barbieri ha confessato di essere l’esecutore materiale del femminicidio e che il marito, Claudio Nanni, anche lui arrestato, gli aveva promesso un compenso di 20 mila euro oltre ad una autovettura. Il marito nel suo interrogatorio, svoltosi dopo la confessione di Barbieri, si è difeso dicendo che non aveva ordinato un omicidio ma solo di spaventare la moglie e che il compenso che ha pagato era di soli 2mila euro.

Ultime notizie, Benno Neumair ha confessato di aver assassinato i genitori

Alla fine la confessione di Benno Neumar è arrivata. Il 30enne, che era rinchiuso nel carcere di Bolzano dal 29 gennaio, ha ammesso di aver commesso il duplice omicidio e di aver successivamente gettato nell’Adige i corpi del padre e della madre. I due pensionati erano scomparsi dalla propria casa il 4 gennaio e le indagini si erano subito indirizzate verso il figlio che aveva negato il fatto. I corpi dei due insegnanti erano poi stati ritrovati nel fiume a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro. Benno Neumar ha confessato durante un “incidente probatorio” al quale erano presenti i suoi avvocati.

Ultime notizie, il discorso del Premier

Nel suo discorso in pubblico tenuto in occasione della festa dell’8 marzo, Mario Draghi, oltre ad aver parlato delle opportunità per le donne legate al Recovery Fund, ha voluto sottolineare come nella lotta contro il Covid sia molto importante accelerare sulle vaccinazioni, in modo da tornare rapidamente alla normalità. Secondo il Premier la via d’uscita non è lontana e che nelle vaccinazioni saranno privilegiate le categorie a rischio. Draghi ha anche ricordato che proprio un anno fa tutta l’Italia era divenuta un grande “zona rossa”, con il lockdown, e che in quel momento nessuno aveva pensato di essere nella stessa situazione a distanza di 365 giorni. Intanto dal ministero della Salute è arrivato il si per estendere l’utilizzo dell’Astra Zeneca anche per le vaccinazioni degli over 65.



© RIPRODUZIONE RISERVATA