VALERIA MARINI E GERRY SCOTTI/ Selfie “senza faccia”, Signorini: “è Renato Balestra!”

- Rossella Pastore

Valeria Marini ospite di Caduta libera per omaggiare Mike Bongiorno pubblica un selfie, ma esagera con i filtri: l’ironia del web e di Alfonso Signorini

Valeria Marini
La showgirl Valeria Marini

Il selfie “senza faccia” di Valeria Marini e Gerry Scotti continua a far divertire il popolo di internet e dei social. La stellare Marini ha pubblicato un selfie con il conduttore di “Caduta Libera” in occasione della sua partecipazione alla puntata speciale dedicata a Mike Bongiorno. La foto però non è passata affatto inosservata per via dell’utilizzo di filtri che hanno trasformato letteralmente il simpaticissimo conduttore televisivo. Tantissimi i commenti sui social alla vista del selfie: “Gerry sembra abbia la faccia di cera in fase di scioglimento” scrive un utente, mentre un altro parafrasando la Marini scrive ironicamente “Photoshop stellare”. Tra i commenti c’è anche quello di Alfonso Signorini che scrive: “Adoro Valeria Marini che a furia di usare filtri ha trasformato Gerry Scotti in Renato Balestra! Vale Forever”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Valeria Marini e Gerry Scotti: selfie “senza faccia”troppi filtri e Photoshop

Valeria Marini con la sua dirompente ironia, ha avuto modo di far sorridere gli estimatori. Ed infatti, ospite di Caduta Libera per omaggiare Mike Bongiorno, ha condiviso uno scatto che la ritrae al fianco di Gerry Scotti. Peccato che abbia un po’ calcato la mano con Photoshop, facendo quasi scomparire il volto del celebre conduttore televisivo. Nell’ultima fotografia pubblicata dalla showgirl sul suo seguitissimo account di Instagram, si mostra abbracciata a Gerry Scotti, nel “dietro le quinte” in occasione del memorial per i dieci anni dalla scomparsa di Bongiorno. Presso gli studi Mediaset di Cologno Monzese quindi, si sono riuniti alcuni volti storici e tra questi anche una Super Valery raggiante come non mai. Sul web è comparsa con la pelle liscissima e il fisico sinuoso al punto giusto, evidenziando le curve prorompenti ma non troppo. Al suo fianco, un altrettanto luminoso Scotti. Tutti i numerosi filtri utilizzati, hanno sì cancellato le imperfezioni ma hanno fatto anche in modo di far “sparire” i volti di entrambi (specie dello Zio Gerry). “Qualcuno invidioso dirà Photoshop”, si legge tra i commenti. E ancora: “Già che c’eri potevi mettergli i capelli a Gerry”, “Filtri stellari”, “Spegnete i fari della d’Urso”. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

Valeria Marini ospite di “Caduta Libera”

Valeria Marini è una showgirl, attrice e imprenditrice sarda, oggi ospite a Caduta libera per omaggiare uno dei conduttori che più hanno fatto la storia della televisione, Mike Bongiorno. Valeria ha raggiunto il successo negli anni Novanta grazie agli spettacoli del Bagaglino, che hanno rappresentato il suo esordio nel mondo dello spettacolo. Tra gli aneddoti di quel periodo (che lei stessa racconta al Giornale), ne ricorda uno in particolare: “Posso citare quando ho fatto il film Incontri proibiti con Alberto Sordi. Arrivavo da Los Angeles dove ero stata per studiare l’inglese e quando mi ha chiamato Sordi non ci potevo credere. Per me lui era stato un mito, perché siamo cresciuti tutti con i suoi personaggi. Un episodio off è stato sicuramente quando l’ho incontrato e ho fatto il primo provino. Siccome il mio personaggio doveva anche guidare, mentre ero al volante ero distratta (faccio sempre quattro cose in uno). Così, mentre lui mi chiamava con il nome del personaggio e recitava la battuta: ‘Si, Signorina Federica, io capisco…’ aggiungeva ‘stà attenta al camion! Stà attenta al camion!” Aveva paura che io andassi a sbattere”.

Valeria Marini: “Sul lavoro c’è sempre da imparare”

L’esperienza televisiva a cui è maggiormente legata è proprio quella del Bagaglino. Valeria Marini ne parla entusiasta: “È stato il mio debutto in televisione. Un palcoscenico meraviglioso dove ho imparato tante cose. Io venivo dal teatro e volevo fare quello o il cinema, e non avevo pensato alla tv. Invece è stata una scelta giusta e ringrazio ancora Pingitore di avermi dato questa opportunità che mi ha aperto la strada al successo e al lavoro. Poi son legata tanto al film che ho fatto con Sordi, ma ogni esperienza di lavoro ti lascia qualcosa, anche quelle non positive, perché c’è sempre da imparare. Poi, sicuramente, quello che mi piace del mio lavoro è l’affetto e l’amore del pubblico“. Tra i progetti per il futuro c’è “un bel film con un ruolo divertente, brillante. Ad esempio un’attrice che adoro è Paola Cortellesi. Mi piace tantissimo perché, a parte la bravura e l’intensità, è anche simpatica. Secondo me oggi è importante anche avere un ruolo dove fai sorridere il pubblico. Oggi più che mai c’è voglia di evadere, di sognare, di non pensare ai problemi quotidiani”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA