Varriale “Ronaldo? Annus horribilis”/ E Mazzocchi attacca: “Che disonore gufarlo…”

- Silvana Palazzo

Enrico Varriale boccia Cristiano Ronaldo: “Annus horribilis”. Bufera tifosi Juventus su Twitter e pure Mazzocchi attacca: “Che disonore gufarlo…”

enrico varriale 2012 lapresse 640x300
Enrico Varriale (Foto: LaPresse)

Bufera su Enrico Varriale per due tweet contro Cristiano Ronaldo dopo la sconfitta del Portogallo contro il Belgio agli ottavi di finale di Euro 2020. Si è conclusa così la stagione del fuoriclasse di proprietà della Juventus, che ora può tracciare un bilancio. In realtà ci ha pensato il vice direttore di Rai Sport per lui: «L’annus horribilis di Cristiano si chiude con l’eliminazione dei campioni d’Europa del Portogallo. Lo juventino gioca una gara deludente. Passa, con un pizzico di fortuna, il Belgio che affronterà a Monaco l’Italia forse senza De Bruyne e Hazard usciti acciaccati». CR7, infatti, per la prima volta da molti anni chiude una stagione senza un trofeo importante. Niente scudetto con la Juventus, niente Champions e niente Europei. Può “accontentarsi” di una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana, oltre che del titolo di capocannoniere della Serie A. Ma in virtù dei suoi standard, è troppo poco per uno come lui. I tifosi della Juventus, però, non hanno apprezzato e hanno sommerso di commenti Enrico Varriale.

CAOS VARRIALE, MAZZOCCHI “RASCHIAMO IL FONDO…”

I tifosi della Juventus sono scesi in “campo” in difesa di Cristiano Ronaldo e hanno mandato in tendenza su Twitter anche “Faraoni”. Visto che è stato definito orribile l’ultimo anno di CR7, hanno ricordato che se il club bianconero ha conquistato la qualificazione alla prossima edizione della Champions League lo deve al gol di Faraoni in Napoli-Hellas Verona. Visto che Enrico Varriale tifa per il Napoli, i tifosi della Juventus hanno deciso di tirare in ballo la delusione partenopea per il pareggio con l’Hellas Verona che ha sancito di fatto la mancata qualificazione in Champions. Ma al dibattito ha partecipato anche Marco Mazzocchi, anche se non ha mai citato apertamente il collega. «L’ho scritto spesso: Godere delle sconfitte altrui è uno dei sentimenti più meschini del calcio. E se a godere del ko di #CR7 sono giornalisti, raschiamo il fondo. Parlo di un campione che rimpiangeremo quando smetterà. Da giornalista, un piacere raccontarlo. Un disonore gufarlo», ha scritto il giornalista della Rai.



© RIPRODUZIONE RISERVATA