VIDEO/ Juventus-Napoli (4-3): highlights e gol. Debutto con rete per Danilo!

- Stefano Belli

Video Juventus-Napoli (risultato finale 4-3): gol e highlights del big match di Serie A più folle degli ultimi anni. Un autogol di Koulibaly condanna i partenopei alla resa.

Higuain Juventus
Gonzalo Higuain (LaPresse)

Protagonista ieri sera in campo all’Allianz Stadium come pure nel video di Juventus Napoli è stato senza dubbio Danilo, volto nuovo dello spogliatoio della Vecchia Signora e pure marcatore del big match nella 2^ giornata di Serie A, appena due minuti dopo essere entrato in campo dalla panchina. Il difensore bianconero al termine della partita è stato poi bloccato dai microfoni di Sky sport a cui ha dichiarato: “Il mio primo gol per la Juventus? Onestamente non ho avuto il tempo di realizzare perchè ero in panchina ed è successo tutto in un attimo. Sono entrato in campo per aiutare la squadra in quel momento e ho visto tanto spazio davanti a me e a quel punto dovevo solo correre”. Danilo ha poi aggiunto: “ Sicuramente ci sono molte cose da migliorare lo sappiamo, ma penso che vincere in questo modo ci renda più forti. Loro hanno segnato a 10 minuti dalla fine ma noi sapevamo di poter vincere e questo è l’importante”. (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE PAROLE DI DANILO 

LA PARTITA ALL’ALLIANZ STADIUM

Il video con i gol e gli highlights di Juventus-Napoli 4-3 ci propone il big match più folle degli ultimi anni, raramente abbiamo visto uno scontro diretto tra due pretendenti allo scudetto cambiare volto così tante volte in appena novanta minuti. I partenopei affrontano i campioni d’Italia a viso aperto ma si scoprono troppo deboli in fase difensiva, i bianconeri lasciano il segno in contropiede con Danilo che entra al posto dell’infortunato De Sciglio e al primo pallone toccato sblocca la contesa. Gli uomini di Ancelotti accusano il colpo, Higuain irride Koulibaly e si ricorda di essere stato uno dei migliori attaccanti al mondo, il gol del raddoppio porta proprio la sua firma. La vecchia Signora potrebbe archiviare la pratica prima dell’intervallo, Khedira prima calcia addosso a Meret e poi scheggia la traversa. Dalla panchina Ancelotti capisce che così non va, Insigne non sta benissimo e quindi il tecnico decide di far debuttare in Serie A Hirving Lozano che dimostra di valere i 42 milioni spesi da De Laurentiis per portarlo a Fuorigrotta. Con il messicano in campo il Napoli si trasforma ma viene punito per la terza volta da Cristiano Ronaldo che cambia esultanza e mima il VAR, in riferimento polemico al gol annullato per un fuorigioco millimetrico sabato scorso contro il Parma. Sul 3-0 qualunque squadra alzerebbe bandiera bianca e penserebbe soltanto a non prenderne altri e a limitare i danni, invece nel giro di due minuti Manolas e lo stesso Lozano rimettono inaspettatamente in discussione i tre punti. I giocatori della Juventus hanno cantato vittoria troppo presto e a questi livelli appena molli un attimo gli avversari non perdonano. Dopo la traversa di Douglas Costa arriva addirittura il tre pari di Di Lorenzo, il Napoli completa una rimonta leggendaria ma il Fato ha altri piani. In pieno recupero Koulibaly realizza il più beffardo degli autogol e regala i tre punti alla squadra di Sarri che resta così a punteggio pieno dopo le prime due giornate anche grazie a un pizzico di fortuna. Il Napoli ha dimostrato di avere attributi fuori dal comune, ma bisogna sistemare la difesa: Koulibaly e Manolas non sembrano andare particolarmente d’accordo, più di qualcuno già rimpiange Ghoulam che era un ottimo partner per il centrale senegalese. Sette gol presi in due partite sono tantissimi per una squadra che deve salvarsi all’ultima giornata, figuriamoci per chi aspira al tricolore. Juventus che comincia ad assomigliare a quella che ha in mente Sarri, la stanchezza e il calo di tensione stavano però per propiziare una figuraccia memorabile, sventata solamente dall’infortunio di Koulibaly. Che in un modo o nell’altro procura sempre grosse soddisfazioni al tecnico toscano…

VIDEO JUVENTUS-NAPOLI 4-3, LE DICHIARAZIONI

A fine gara il primo a parlare è stato uno dei protagonisti inattesi della serata folle all’Allianz Stadium, Gonzalo Higuain: “Più che una partita di calcio sembrava un giro sulle montagne russe, dopo un’ora eravamo sul 3-0, ci siamo fatti rimontare come polli e questa cosa non deve mai succedere, da grande squadra non abbiamo mai mollato e alla fine in qualche modo siamo riusciti ad avere la meglio. Vittoria pesantissima anche se siamo soltanto alla seconda giornata, tre punti che valgono oro, anche se abbiamo ancora tanto lavoro da fare. Sto dimostrando con i fatti che ci tenevo veramente alla maglia e a restare qui per dare il mio contributo a questo nuovo progetto”. Il commento di Carlo Ancelotti: “Nella prima ora abbiamo sbagliato tutto, sullo 0-3 siamo stati comunque bravi a reagire e a raddrizzarla, senza l’autogol di Koulibaly non sarebbe cambiato il giudizio sulla prestazione che io reputo insufficiente, 7 gol subiti in 2 partite sono davvero troppi, così non va”. In assenza di Maurizio Sarri è il suo vice Giovanni Martusciello a rappresentare la Juve ai microfoni di Sky Sport: “Il calo fisico nella ripresa è preoccupante, contro una squadra come il Napoli non puoi permetterti di abbassare l’intensità nemmeno per una frazione di secondo. Dopo il 3-0 la stanchezza e una condizione non ancora ottimale ci hanno giocato un brutto scherzo, abbiamo rischiato grosso contro una diretta rivale per il titolo, motivo per cui questa vittoria vale doppio”.

JUVENTUS NAPOLI, VIDEO GOL E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA



© RIPRODUZIONE RISERVATA