Video/ Roma Fiorentina (risultato 3-1) gol e highlights. Buona la prima per Mourinho

- Fabio Belli

Video Roma Fiorentina (risultato 3-1) gol e highlights. Buona la prima per Mourinho, tris giallorosso in un match segnato dalle espulsioni di Dragowski e Zaniolo.

Mourinho Roma Serie A
José Mourinho, allenatore Roma (da Facebook)

Buona la prima di José Mourinho al ritorno in Serie A, come ammiriamo nel video Roma Fiorentina 3-1: tris alla squadra gigliata in una partita turbolenta. Già al 16′ potenziale svolta: Abraham scappa via alla difesa viola e viene toccato da Dragowski in uscita fuori dall’area. L’arbitro valuta la chiara occasione da gol e la conseguente espulsione. Italiano inserisce Terracciano in porta richiamando in panchina Callejon. Al 24′ termina d’un soffio a lato una girata di Pellegrini, a sbloccare il risultato per i giallorossi è Mkhitaryan al 25′: Abraham serve l’armeno che scatta sul filo, gol inizialmente annullato ma il VAR segnala come Igor lo tenga in gioco per l’1-0 della Roma. Al 31′ Zaniolo ruba palla a Maleh e impegna severamente Terracciano che si distende a respingere, la Fiorentina però cresce nonostante l’uomo in meno e al 34′ Bonaventura elude la guardia di Vina e impegna Rui Patricio. Al 37′ il portiere portoghese neutralizza un colpo di testa di Igor, mentre al 45′ Vlahovic arriva solo con il braccio su un cross di Biraghi. La Fiorentina inizia il secondo tempo con Castrovilli in campo al posto di Maleh.

All’8′ però si ristabilisce la parità numerica: è ingenuo Zaniolo, già ammonito, nello spingere Nico Gonzalez, secondo giallo ed espulsione per l’attaccante giallorosso. Al 10′ ammonito anche Pulgar per un fallo su Veretout, al 12′ la Fiorentina va vicinissima al pareggio con Vlahovic che gira a rete un cross di Biraghi, ma Rui Patricio è super nella risposta. Al 14′ Rui Patricio dice no anche a Pulgar ma non può nulla al quarto d’ora quando Milenkovic si avventa su un gol di Pulgar e scarica a rete. Il pareggio però dura poco: al 17′ traversa della Roma di Abraham, al 20′ si ripete la scena del primo tempo: gol annullato a Veretout servito sul filo del fuorigioco, il VAR restituisce il vantaggio agli uomini di Mourinho. Al 35′ la Roma mette in ghiaccio il match con Veretotut che firma la doppietta personale contro la sua ex squadra: Shomurodov, che ha preso il posto di un ottimo Abraham, libera al tiro il francese che non sbaglia solo davanti a Terracciano. Il portiere viola proprio al 90′ evita il poker giallorosso con un grande intervento su Shomurodov.

VIDEO ROMA FIORENTINA: LE DICHIARAZIONI DEI TECNICI

José Mourinho, a più di 11 anni dall’ultima volta, torna alla vittoria in Serie A con la Roma. “Dieci anni sono tanti, il calcio si è evoluto. C’è più preoccupazione verso la qualità. Questo è un cambiamento positivo. Tutti noi poi abbiamo un modo diverso di pensare rispetto a dieci anni fa. Oggi ad esempio un giovane allenatore che non era in Serie A quando io ero all’Inter, fa giocare bene la Fiorentina. Se non abbiamo fatto la partita che volevamo non è colpa nostra, ma loro e mi piace questo. Oggi si gioca meglio rispetto a dieci anni fa, senza perdere l’essenza di un’idea. Complimenti a italiano, non ha sbagliato nulla. Complimenti all’arbitro, il Var è stato lì per aiutare. Tutto perfetto oggi. La mia squadra ha fatto male undici contro dieci. E’ stato più facile in parità numerica che quando eravamo in superiorità. A livello tattico non sono molto contento perché qualcosa va migliorato, ma sono felice sotto il punto di vista dello spirito. Mi è piaciuta la mia gente che è venuta allo stadio quando poteva stare a casa con l’aria condizionata o in spiaggia. Mi piace questa empatia che sta nascendo. E’ stata una settimana strana per Abraham ma ha fatto un bel pre campionato con il Chelsea. Era pronto e non era un problema giocare 60-70 minuti”.

Per Vincenzo Italiano la strada da fare per la sua Fiorentina è ancora lunga: “L’identità precisa non puoi averla dopo un mese, nessuna squadra può. Sono cambiate tante cose, dall’allenatore ai giocatori, ma arrivare qui con lo stadio aperto e avere questa personalità fa ben sperare. Siamo stati bravi a recuperare, una volta pareggiato dovevamo affondare il colpo invece abbiamo mollato pensando di avere la partita in mano. Sul gol c’era un mezzo fallo su Pulgar, ma poi ti puntano e ci sta che ti segnino. Sono contento di quello che ho visto e della gestione, abbiamo concesso pochissimo e in quel poco abbiamo subito gol. Sono fiducioso. Vlahovic si è trovato in 2-3 situazioni davanti lo specchio della porta, prima di restare in inferiorità abbiamo avuto delle situazioni clamorose. Tirare 11 volte in porta con la Roma e concedere così poco non è semplice, ma c’è altro tempo per migliorare e mettere a posto i difetti che abbiamo mostrato. C’è anche da sottolineare il lavoro che abbiamo fatto in inferiorità numerica, gli attaccanti si sono sacrificati. Peccato“.

VIDEO ROMA FIORENTINA







© RIPRODUZIONE RISERVATA