VLADIMIR LUXURIA/ Posa in bikini: “Transessuale non vuol dire macchina”

- Emanuele Ambrosio

Vladimir Luxuria ha posato felice in bikini per la prima volta e rivela: “l’amore è la vera trasgressione, la vera rivoluzione”

Vladimir Luxuria
Vladimir Luxuria

Vladimir Luxuria si è raccontata in una lunga intervista rilasciata al settimanale Chi posando per la prima volta in bikini. Una scelta coraggiosa che solo oggi l’attivista politica e personaggio televisivo si è sentita di fare: “è la prima volta. Un fotografo mi ha proposto di fare delle foto al mare e io mi sono guardata allo specchio e ho detto, “Oh, ho 54 anni e guarda qua!”. Un lungo percorso di accettazione quello di Vladimir che oggi è felice di come è diventata: “credo di dover essere orgogliosa di quello che sono. E di quello che sono diventata”. Certo, non sono mancati i momenti di difficoltà come ha raccontato la stessa vincitrice dell’Isola dei Famosi: “c’è stato un periodo nell’adolescenza in cui non mi riconoscevo, non mi sono mai riconosciuta nel mio corpo biologico, l’ora di educazione fisica era un tormento, quando mi facevo la doccia, cercavo di non guardarmi, quel che vedevo non ero io”.

Vladimir Luxuria: “sono legata al mondo della notte”

Non è stato facile per Vladimir Luxuria convivere in un corpo a cui non sentiva di appartenere. Una lunga lotta interiore che per un periodo è riuscita a domare fino alla scelta di operarsi. Una decisione che molti associano a qualcosa di trasgressivo anche se non è così. “Transessuale non vuol dire macchina sessuale” ci tiene a precisare la scrittrice e cantante che al settimanale Chi ha dichiarato: “È chiaro che vista dall’esterno almeno una volta la mia dimensione relegata al mondo della notte: non c’era una normalità affettiva o professionale”. Luxuria non nasconde di essere stata una delle protagoniste indiscusse della notte: “sono stata legata alla notte anche come direttrice di locali, ho bevuto la notte, dissetandomi di quella penombra che mi consentiva di essere un po’ più libera, la notte senti di meno quegli sguardi inquisitori, di chi si chiede: “Ma è maschio o è femmina?”.

Vladimir Luxuria: “l’amore è  la vera trasgressione”

Il primo amore non si scorda mai. Lo sa bene Vladimir Luxuria che al settimanale Chi ha raccontato: “ancora la cicatrice mi tira un po’, lui al chiuso mi faceva sentire una regina, ma guai a uscire dall’abitacolo di un’auto o dalla camera di un albergo, ma neanche così di lusso. E quando ha capito che cominciava a coinvolgersi, non solo ha troncato, ma mi ha detto che se l’avessi incontrato per strada avrei dovuto fare finta di non conoscerlo perché lui così avrebbe fatto”. Una storia che l’ha fatta sentire “colpevole, criminale, sbagliata” come se non meritasse di essere amata al punto di arrivare a pensare di farsi pagare. “Pensavo: “Se voi volete da me la notte e la trasgressione e poi mi guardate con disprezzo, allora mi pagate”. Ho vissuto un periodo, per fortuna breve, in cui avevo un giro di persone che mi pagava. E c’era anche uno molto ricco, con cui ho avuto proprio una relazione, un industriale del Nord…” ha rivelato l’artista che dal punto di vista affettivo è una donna molto riservata e soprattutto onesta. Per questo motivo Vladimir non ha alcun dubbio nel dire: ” l’amore è la vera trasgressione, la vera rivoluzione”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA