Wanda Nara nuda su Instagram/ La “notte” hot della moglie di Icardi scalda i fan

- Dario D'Angelo

Wanda Nara nuda su Instagram: le tre foto sul letto che fanno impazzire il web. La “notte” della moglie di Icardi che scalda i followers

Wanda Nara
Wanda Nara nuda sul letto (Instagram, 2019)

Tre foto pubblicate da Wanda Nara Icardi, una dopo l’altra, accendono la fantasia di quanti sono soliti consultare il profilo Instagram della showgirl argentina in cerca di emozioni forti. E si può dire che in questo senso la moglie/agente di Mauro non abbia deluso le attese nelle ultime ore, stuzzicando le fantasie più recondite delle sue schiere di followers. Tre foto, dicevamo. E anche tre lingue diverse utilizzate da Wanda per esprimere una sola parola: “Notte”. Proprio con l’idioma italiano vi è stato l’inizio del trittico di foto che ha fatto impazzire i fan di Wanda. Cosa immortalava il primo scatto? Una foto in bianco e nero di un letto da cui spuntavano un piede e una caviglia. Un’immagine che è bastata ai fan della sudamericana per scatenare delle fantasie impronunciabili che le hanno fatto meritare oltre 15mila like. Nulla a confronto di ciò che è arrivato poco dopo.

WANDA NARA NUDA, IL TRITTICO-HOT

Cambia la lingua, ma non il concetto: nella seconda fotografia è Wanda Nara in persona a fare capolino. La versione è quella preferita dai frequentatori social: “come mamma l’ha fatta”. La sudamericana è totalmente nuda, ma per la sfortuna dei suoi followers ogni sua nudità è coperta dalla posizione strategica della moglie di Mauro Icardi, rigorosamente a pancia in giù. Ciò che viene esaltato in questa foto, alla quale si accompagna il francese “nuit” è ovviamente la linea di un lato-B che avrà accompagnato i sogni – agitati – di migliaia di fan. Quanti precisamente? Beh, stando ai cuoricini ottenuti dallo scatto siamo a oltre 129mila, cifra quest’ultima destinata a crescere nelle prossime ore. Chiude il trittico hot la foto con lo spagnolo “noche”, ma in questo caso il cuscino solitario prende “solo” 11mila like….



© RIPRODUZIONE RISERVATA