Baby Sitter salva bimba che stava annegando poi muore/ La donna non sapeva nuotare

- Davide Giancristofaro Alberti

Baby sitter di 50 anni morta mentre stava facendo il bagno in piscina con una bambina di due anni: ecco che cosa è accaduto, i dettagli

TH Tirrenia Piscina CS1280 640x300
La piscina del TH Tirrenia

Dramma a Bologna, dove una baby sitter è morta dopo essersi tuffata in piscina con la bambina di soli due anni che stava curando. L’episodio si è verificato di preciso nella giornata di ieri, nel capoluogo emiliano. In mattinata la donna, una 50enne originaria delle Filippine, aveva deciso di fare un bagno in piscina per via del forte caldo che in queste settimane sta interessando la nostra penisola. Si è quindi tuffata in acqua con la piccola che aveva in carico, ma ad un certo punto ha iniziato a sentirsi male, anche se non è ben chiaro per quale motivo. La baby sitter ha così perso i sensi, ed ha abbandonato di conseguenza la bambina che, incapace di nuotare, è finita sott’acqua.

L’episodio si è verificato di preciso in una villa di via dei Sabbioni, e fortunatamente alcune persone si sono accorte di quanto stesse accadendo, dando poi l’allarme e chiamando i soccorsi, Nel giro di qualche minuto si sono recate sul luogo segnalato le ambulanze e quindi le volanti della polizia per i vari soccorsi: gli uomini del 118 hanno estratto dall’acqua sia la bimba quanto la sua baby sitter, per poi tentare di rianimarle. I loro cuori, come riferito dall’edizione online del quotidiano Il Resto del Carlino, hanno ripreso a battere, ma la baby sitter è parsa subito in condizioni disperate, ed è stata quindi ricoverata d’urgenza presso il reparto di rianimazione dell’ospedale maggiore, dove è morta dopo qualche ora dopo, in serata.

BABY SITTER MORTA IN PISCINA: BIMBA DI DUE ANNI RICOVERATA IN RIANIMAZIONE

La bimba, invece, è stata trasportata presso la terapia intensiva pediatrica del Sant’Orsola, e anche lei in codice rosso per cercare di capire se abbia riportato de danni seri. Come conclude il Resto del Carlino, non è ben chiaro quello che sia accaduto, ed in particolare se la donna sia caduta in piscina dopo essersi sentita male, o se il malore è sopraggiunto mentre le due erano in acqua.

Secondo una seconda versione dei fatti, riportata da Repubblica e da altri organi di informazione online, la baby sitter si sarebbe tuffata in acqua nel tentativo di salvare la bimba di due anni che nel contempo era entrata in piscina ma che non sapeva nuotare: pare che anche la donna non sapesse nuotare e dopo aver messo in salvo la piccola avrebbe accusato un malore. Dalle indagini si scoprirà la verità.







© RIPRODUZIONE RISERVATA