Boss in incognito 2020, Carlo De Riso/ Diretta: 5 mila euro a Gianluca, Domenico…

- Stella Dibenedetto

Carlo De Riso, la Costieragrumi a Boss in incognito 2020: diretta seconda puntata. Dopo il grande successo del debutto, Max Giusti torna a raccontare il mondo del lavoro.

max giusti boss in incognitol min 640x300
Max Giusti - Boss in incognito - Foto Instagram

Carlo De Riso della Costieragrumi, diretta seconda puntata Boss in Incognito 2020

Arriva il momento del confronto con i suoi dipendenti per Carlo De Riso, il Boss in incognito di questa nuova puntata. Il primo è con Elisa che lo fa commuovere: “Non mi aspettavo certe leggerezze da te. Però mentre mi parlavi dei miei limoni e della bellezza della mia terra ti brillavano gli occhi. Sei stata gentile, accogliente, sei affidabile e sei una lavoratrice instancabile. Dopo 15 anni sei un punto di riferimento per questa azienda. Grazie”. A lei un viaggio in Polonia, la sua patria, e 3 mila euro per il matrimonio di sua figlia. Toccante anche il confronto con Domenico, che riceve un contratto a tempo indeterminato e un aumento di stipendio. Carlo si commuove anche con Luigi, stupito dalla grande passione mostrata nella preparazione del limoncello. Arriva anche per Gianluca un bellissimo regalo: un assegno da 5 mila euro. Si conclude con Vincenzo: anche per lui un premio di 5 mila euro per il suo lavoro. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Carlo De Liso scoperto da un dipendente

Se Max Giusti nei panni di Giancarlo si dedica a raccogliere i limoni, Carlo De Riso, travestito da Fabio, stavolta si fa aiutare da Domenico. Anche stavolta il lavoro è piuttosto faticoso ma le difficoltà più grandi arrivano quando Domenico arriva a scoprire che dietro il travestimento di Fabio c’è proprio il suo capo, Carlo De Riso. Il boss in incognito di questa sera rimane spiazzato ma è poi costretto ad ammettere di essere davvero il capo: “L’ho fatto per capire meglio come funziona l’azienda”, gli confessa Carlo, che poi si complimenta con lui per la schiettezza: “Nonostante avesse capito chi fossi mi ha criticato, e questo mi ha dimostrato che è una persona sincera.” ammette ancora il boss che prende però un’importante decisione. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Carlo De Riso e la storia di Gianluca

Carlo De Riso si è detto molto colpito dalla storia del suo dipendente Gianluca. “Gianluca mi ha raccontato di cose della sua vita che mi hanno fatto un po’ male, ma lo ha fatto con grande dignità”, ha dichiarato il Boss in Incognito di questa nuova puntata. Dopo i primi due giorni in ‘missione’, scende in campo ad aiutare Carlo/Fabio il conduttore Max Giusti, ovviamente sotto mentite spoglie. Anche lui travestito, si finge un collaboratore ed è lui a recarsi a cogliere nuovamente i limoni nei panni del romagnolo Giancarlo. “È un lavoro durissimo, sembra quasi che esista un lavoro del genere” sono le parole di un esausto Max Giusti. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Le lacrime di Elisa e le parole di Carlo

L’avventura di Carlo De Riso come Boss In incognito parte con Elisa. È lei a mostrare a Fabio/Carlo come vanno raccolti i limoni che poi verranno selezionati ed imbustati. Prima di lasciarla, Elisa racconta della sua vita difficile e di come dalla Polonia sia arrivata in Italia, affrontando molti lavori prima di arrivare a Costieragrumi. Per lei Carlo De Riso ha poi avuto tanti complimenti: “Sei una vera guerriera e sicuramente non mi dimenticherò di te.” le parole del boss. Fabio/Carlo ha così lasciato Elisa per andare da Gianluca, che si occupa di imbustare i limoni. Lui è un ragazzo laureato che ha intrapreso questa carriera soprattutto per necessità familiari. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Carlo De Riso e gli inizi in azienda

Carlo De Riso dà il via alla nuova puntata di Boss in incognito raccontando la sua grande passione per i limoni e di come ha iniziato questo lavoro. “Da piccolo, già all’età di 11 anni, andavo con mio padre al mercato. Diciamo che il mercato è stata la mia università. Dopo alcuni anni al nord, sono tornato a casa e pian piano ho iniziato a lavorare all’azienda con mio padre e i miei zii. Nel tempo sono riuscito a modernizzare questa azienda.” racconta il boss che lascia poi la sua identità di Carlo De Riso per diventare Fabio, un uomo che ha perso il lavoro a causa del Covid. Riuscirà a non farsi riconoscere dai suoi dipendenti? “Io sono andato spesso in azienda, spero che non mi scoprono”, sono state infatti le parole del boss. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Carlo De Riso e la trasformazione in Fabio

Tutto pronto per la seconda puntata di Boss in incognito 2020. L’appuntamento di questa sera si aprirà con la trasformazione del “boss” Carlo De Riso che, dopo essersi camuffato, si mescolerà tra i dipendenti della Costieragrumi, scoprendo quanta delicatezza e quanta cura sia necessaria affinchè per curare i limoni e fare in modo di produrre un limoncello di ottima qualità. Sulla pagina Instagram di Raidue è già stato pubblicato un breve video che mostra la prima trasformazione di Carlo De Riso e i primi contatti con i lavoratori che gli spiegheranno come raccogliere i limoni, come scaricarli e così via. Anche quella di questa sera regalerà grandi emozioni non solo ai telespettatori, ma anche ai protagonisti che avranno modo di rivivere ciò che hanno già vissuto. Cliccate qui per vedere il video (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

Max Giusti, alla scoperta del limoncello

Max Giusti è pronto ad apprendere l’arte sacra del limoncello. Travestito e trasformato in un operaio, nel corso della seconda puntata di Boss in incognito 2020, il conduttore toccherà con mano cosa significa produrre il limoncello e lo farà in una delle aziende più importanti della Campania ovvero la Costieragrumi. Come accaduto nel primo appuntamento, osservando le varie fasi che portano alla produzione del famoso liquore campano, Max Giusti ascolterà la storia di un operaio. Questa sera toccherà a Vincenzo raccontare la propria storia al conduttore. Nella prima puntata, Max ha trattenuto a stento l’emozione temendo anche di farsi scoprire. Lo farà anche questa sera o riuscirà a mantenersi calmo? (Aggiornamento di Stella Dibenedetto).

Boss in incognito 2020, Carlo De Riso e la Costieragrumi protagonisti della seconda puntata

Dopo il grande successo ottenuto con la prima puntata che ha incollato davanti ai teleschermi 2.188.000 spettatori pari al 10.63% di share con la storia Francesca Ossani, la presidente di Crik Crok, oggi, martedì 15 settembre, in prima serata su Raidue, torna Boss in incognito con la seconda puntata della nuova stagione girata subito dopo il lockdown. Al timone del docu-reality di Raidue c’è Max Giusti che, dopo essersi travestito per nascondere la propria identità, tocca con mano le emozioni che un programma del genere regala, incontrando i lavoratori delle varie aziende protagoniste e ascoltando le loro storie. Donne e uomini che, davanti alla telecamere di Boss in incognito, si mettono a nudo tirando fuori anche i malumori che, ogni giorno, devono affrontare nel proprio lavoro. I dipendenti dell’azienda protagonista pensano, tuttavia, di partecipare ad un documentario per la Rai che racconta il mondo del lavoro dopo la quarantena. Quale sarà, dunque, l’azienda protagonista della seconda puntata di Boss in incognito?

Carlo De Riso e la Costieragrumi protagonisti di Boss in incognito 2020

Protagonista della seconda puntata di Boss in incognito 2020 è Carlo De Riso, amministratore di Costieragrumi, azienda leader nella produzione di limoni Costa D’Amalfi Igp. La sede dell’azienda si trova a Minori, una località della Costiera Amalfitana. L’azienda conta 70 dipendenti e 1.200.000 mq di limoneti. Commercializza annualmente circa 1.400 tonnellate di Limone Costa D’Amalfi I.g.p. e ha un fatturato di 11.000.000 di euro. Nel corso della puntata, Carlo incontrerà Gianluca che gli mostrerà come confezionare i limoni, Domenico che gli insegnerà come selezionate i limoni ed Elisa che, invece, lo guiderà nella raccolta dei limoni stessi. Come sempre, anche Max Giusti dovrà trasformarsi in un lavoratore occupandosi di diverse mansioni e imparerà a produrre il famoso limoncello oltre ad ascoltare la storia di Vincenzo. I lavoratori scopriranno la verità solo al termine della puntata quando saranno chiamati in ufficio dal “Boss in incognito” che potrà premiarli per la loro devozione al lavoro o ammonirli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA