Boss in Incognito 2020, Carmela Schettino/ Lacrime, commozione, ma anche lavoro sodo

- Stella Dibenedetto

Carmela Schettino, La Contadina a Boss in incognito 2020: diretta terza puntata 21 settembre. Le lacrime e la commozione fanno da cornice anche al lavoro sodo dei dipendenti.

boss incognito carmela 2019 tv 640x300
Carmela Schettino de La Contadina

CARMELA SCHETTINO, LA CONTADINA: DIRETTA TERZA PUNTATA BOSS IN INCOGNITO 2020

Lacrime e commozione sono stati protagonisti di Boss in Incognito 2020 con Carmela Schettino che è andata ad analizzare il lavoro dei suoi dipendenti de La Contadina sotto mentite spoglie. Se abbiamo visto tanti professionisti lavorare, come capita sempre ci sono state le storie di uomini e donne che lottano giorno dopo giorno per arrivare ai risultati. Sicuramente si pretende molto da tutti i dipendenti di un’azienda di successo, ma dietro ci sono anche storie da raccontare, difficoltà, malattie, figli in crisi e pochi soldi da gestire. Il programma centra ancora una volta il bersaglio, grazie ai messaggi che diffonde. Da un lato infatti si imparano molte cose su lavori non così sponsorizzati in televisione e mostrati nei particolari come qui, dall’altro invece ci riconosciamo, con le nostre difficoltà personali, negli sguardi di chi si è trovato costretto a dover fronteggiare non solo gli obblighi del lavoro ma soprattutto quelli della vita personale. (agg. di Matteo Fantozzi)

MAX GIUSTI PIANGE

Max Giusti dimostra la sua grandezza a Boss in Incognito 2020, commuovendosi quando si trova di fronte a Virgilio. Il ragazzo ha raccontato la sua esperienza con il Linfoma di Hodgkin che l’ha colpito e costretto a stravolgere la sua vita. Il programma è davvero molto commovente in alcuni dei suoi tratti, andando ad analizzare quelle che sono le difficoltà di chi vive l’azienda La Contadina tutti i giorni ma che se la deve vedere anche con i drammi che la vita nasconde dietro l’angolo. Intanto Carmela Schettino si trova di fronte all’ultimo giorno di lavoro sotto le mentite spoglie di Maria. Sarà pronta a confrontarsi con la vendita al dettaglio dove trova Sergio che è molto preparato ma commette degli errori da non sottovalutare. Carmela si dimostra ancora una volta persona di cuore, ma in grado comunque di essere oggettiva e di trovare la strada per migliorare la sua azienda. (agg. di Matteo Fantozzi)

UN FIGLIO TOSSICODIPENDENTE

Si riflette e ci si emoziona anche a Boss in Incognito 2020 con protagonista Carmela Schettino de La Contadina. La donna è entrata nella sua azienda, iniziando a lavorare con Marcello che interpreta l’arte del casario. Le insegna a trasformare il latte in mozzarella, se gli viene criticato di non utilizzare il camice, e dunque di rischiare di bruciarsi, dall’altro lato si capisce che quest’uomo ha una grandissima passione e Carmela ne rimane estasiata. In un momento di pausa l’uomo racconta al suo Boss, senza saperlo, le difficoltà di avere un figlio tossicodipendente entrato in comunità, un’esperienza di vita davvero tremenda e non facile da superare. Si passa poi dalle parti di Cosimina che le insegna a fare la pasta fresca, un’altra arte che vede protagonista la sua azienda e che le dimostra la grande professionalità dei suoi dipendenti. Scopriamo così che dietro queste aziende non ci sono solo macchinari, ma anche grande impegno da parte dei dipendenti che lavorano con proporzioni non semplici da gestire. Anche lei si confida, raccontando la sua famiglia e le difficoltà in cui si è dovuta districare. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL NUOVO RUOLO DI MAX GIUSTI

Torna il Boss in incognito 2020 con la terza puntata che vede protagonista Carmela Schettino de La Contadina. Questa in apertura di serata ci racconta le evoluzioni legate alla sua azienda, nella quale il marito si occupa della gestione economica. Il ruolo di Max Giusti è nuovo, lo vediamo infatti protagonista direttamente rispetto alle scorse stagioni. Ci racconta proprio lui infatti che lo vedremo all’interno dell’azienda come inviato in incognito. C’è grande curiosità di entrare in questa splendida realtà che dal 1983 è diventata leader nel mercato italiano, dimostrando grandissima attenzione alla gestione delle materie prime. Staremo a vedere come la donna si rapporterà con i suoi dipendenti fingendo di essere una di loro. Ancora una volta ci troveremo di fronte a un percorso importante in grado di dare al pubblico informazioni sul mondo del lavoro. (agg. di Matteo Fantozzi)

ANTICIPAZIONI BOSS IN INCOGNITO 2020: TERZA PUNTATA CON CARMELA SCHETTINO

Lunedì 21 settembre, in prima serata su Raidue, va in onda la terza puntata di Boss in incognito 2020. Protagonista della serata è Carmela Schettino, proprietaria, insieme a suo marito Alessandro De Masi, de La Contadina, una delle aziende più conosciute nella produzione e nella vendita della mozzarella di bufala e di altri alimenti come formaggio, pasta fresca e tanti altri prodotti. La sede de La Contadina si trova ad Altavilla Silentina, conta più di 180 dipendenti e ha quasi 70 punti vendita in tutta Italia. Anche in questa serata, il boss abbandonerà la sua identità per assumere quella di una nuova operaia, pronta ad imparare l’arte della preparazione della mozzarella di bufala. Con lei ci sarà Max Giusti, nel doppio ruolo di conduttore e lavoratore in incognito affiancando Virginio che gli mostrerà le varie fasi della raccolta del latte.

BOSS IN INCOGNITO, LA CONTADINA PROTAGONISTA DELLA TERZA PUNTATA

Carmela Schettino e La Contadina protagoniste della terza puntata di Boss in incognito 2020. La Boss ha deciso di controllare cosa accade all’interno della propria azienda e di scoprire anche le storie dei suoi dipendenti. Carmela, da tutti conosciuta come Melania, si trasformerà ed entrerà in azienda in incognito presentandosi come una nuova dipendente. Durante la sua avventura, la Boss in incognito 2020 incontrerà Cosimina, che le insegnerà a fare la pasta fresca, Sergio, che le insegnerà i segreti della vendita dei prodotti nei vari punti vendita, Carmela, che le insegnerà a confezionare la mozzarella e a realizzare una treccia di bufala e Virgilio che le racconterà l’arte del casaro, uno dei mestieri più antichi. Alla fine del suo percorso, la Boss incontrerà i dipendenti svelando la sua vera identità assegnando dei premi o richiamandoli ufficialmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA