Bugliano, burla del Comune fake/ Tolta cittadinanza a Bocelli: “La diamo a Myss Keta”

- Raffaele Graziano Flore

Bugliano, nuova burla del Comune ‘fake’ in provincia di Pisa: “Tolta la cittadinanza onoraria ad Andrea Bocelli: e toglieremo anche ‘Con te partirò’ dai juke-box”. Ma qualcuno ci casca e…

Bugliano, il gonfalone del Comune 'fake'
Bugliano, il gonfalone del Comune 'fake' (Twitter, 2020)

Bugliano, il Comune che non esiste (se non in un account Twitter discretamente seguito, @CBugliano) torna a far parlare di sé: ubicato idealmente in provincia di Pisa, e autodefinitosi ironicamente “Specializzato nella coltivazione della barbabietola da zucchero”, con tanto di precisazione che si tratta di un profilo fake, questo piccolo borgo fittizio nelle ultime ore ha avuto modo di dire la sua sulla clamorosa uscita pubblica ieri al Senato di Andrea Bocelli, col tenore toscano che tra lo stupore generale ha ammesso di non conoscere nessuno che sia stato ricoverato in Terapia Intensiva causa Coronavirus (prima di una parziale retromarcia) nonostante sia stato lui stesso infettato dal virus. E il Comune di Bugliano, che oggi conta quasi 25mila follower, ha preso a suo modo in giro l’artista con un tweet in cui si comunica alla… cittadinanza che è stata tolta per protesta la canzone “Con te partirò” dal juke box del locale circolo Arci e che al suo posto verrà suonata invece “Milano sushi e coca” di Myss Keta con la motivazione che almeno quest’ultima “indossa la mascherina!”, o almeno secondo il fantomatico Aristide, barista di Bugliano.

IL COMUNE ‘FAKE’ DI BUGLIANO TOGLIE LA CITTADINANZA A BOCELLI: MA “LA NUOVA PADANIA”…

Anzi, con una decisione a dir poco drastica, nelle ultime ore l’amministrazione del Comune di Bugliano aveva pure annunciato la revoca della cittadinanza onoraria ad Andrea Bocelli: “A Bocelli fu anche consegnata nel 2013 la chiave della città” spiega in un comunicato Fabio Buggiani, primo cittadino dell’immaginario borgo pisano, che ammette di aver preso molto male l’ultima uscita mediatica del tenero e che di conseguenza si è deciso di “cambiare la serratura” per ovviare a questo piccolo inconveniente. Inoltre, a far discutere nelle ultime ore sui social, è anche la gaffe del quotidiano “La Nuova Padania”, il giornale online diretto da Stefania Pizzo che ha rilanciato la decisione del Comune di Bugliano di togliere la cittadinanza onoraria senza accorgersi che si trattava di un articolo fake: nella “breve” apparsa sul sito, e successivamente rimossa, si dava infatti notizia della decisione tranchant del sindaco immaginario Fabio Buggiani (definito pare “seguace di Renzi e amico del PD” dall’autore) e si riportava anche uno stralcio delle motivazioni che avevano portato il primo cittadino a questa sorta di ripicca nei confronti di Bocelli…



© RIPRODUZIONE RISERVATA