Risultati finali Champions League/ Borussia Dortmund-Zenit (1-2), Manchester United-Olympiacos (3-0): i marcatori (ritorno ottavi in diretta)

- La Redazione

Risultati finali Champions League: nelle ottavi di ritorno il Manchester United è riuscito e rimontare l’Olympiacos mentre il Borussia Dortmund ha perso in maniera ininfluente con lo Zenit

carrick_rooney
(INFOPHOTO)

Questi i risultati finali delle partite di ritorno degli ottavi di finale della Champions League: Manchester United-Olympiacos 3-0 e Borussia Dortmund-Zenit San Pietroburgo 1-2. Ad Old Trafford i Red Devils sono riusciti a ribaltare la situazione dopo lo 0-2 dell’andata: partita pazza con tante occasioni da una parte e dall’altra, un Rooney a tutto campo e un Van Persie in magnifico spolvero, autore di una storica tripletta. Purtroppo l’olandese è uscito in barella nei minuti finali del match, per un infortunio al ginocchio la cui entità è ancora da valutare. In Germania invece sconfitta indolore del Borussia Dortmund che ha perso per 2-1 contro lo Zenit San Pietroburgo, qualificadosi però ai quarti in virtù del 4-2 strappato in Russia. In gol Hulk e Rondon per l’ex squadra di Luciano Spalletti, di Kehl il momentaneao pareggio giallonero nel primo tempo. Il sorteggio per i quarti di finale della Champions League avverrà venerdì a Nyon in Svizzera (a partire dalle ore 12:00), queste le squadre qualificate: Barcellona, Bayern Monaco, Paris Saint-Germain, Atletico Madrid, Manchester United, Chelsea, Borussia Dortmund e Real Madrid.

Al 71′ minuto di gioco Borussia Dortmund 1 Zenit San Pietroburgo 2. Russi di nuovo in vantaggio grazie al gol di Salomon Rondon, che realizza di testa da posizione ravvicinata, sfruttando il cross di Criscito dal limite sinistro che lo ha liberato nell’area piccola (Hummels sbaglia il fuorigioco). Ora lo Zenit dovrebbe segnare altri due gol per qualificarsi ai quarti di finale; per Rondon invece è la prima rete in Champions League, la tredicesima stagionale (ne aveva segnate 4 in Europa League, con la maglia del Rubin Kazan). 

Al 52′ minuto di gioco Manchester United 3 Olympiacos 0. I Red Devils completano la velocissima rimonta ed è ancora una volta Robin Van Persie ad andare in gol. Nella fattispecie su calcio di punizione: tiro di sinistro dai 25 metri, da posizione leggermente defilata sulla destra, il portiere Roberto non vede partire la palla e non si tuffa, sfera che gonfia la rete (nemmeno troppo angolata) per il terzo gol dell’olandese. Che aggiorna le sue statistiche: 4 reti in questa Champions, 17 stagionali. Con questo risultato il Manchester si qualifica ai quarti di finale ma la partita è ancora molto aperta, perchè ai greci basta un gol per tornare in vantaggio.

Al 45′ minuto di gioco Manchester United 2 Olympiacos 0. Ancora Robin Van Persie a segno: lancio di Giggs da centrocampo, palla precisa per lo scatto di Rooney che controlla e dalla destra riesce a mettere in mezzo un cross basso, che l’attaccante olandese schiaffa in rete con un tiro di prima intenzione col suo fidato sinistro. Terzo gol in questa Champions per l’Arciere, se la partita finisse così le squadre andrebbero ai tempi supplementari. Partita ricca di emozioni e ribaltamenti di fronte ad Old Trafford, l’Olympiacos può reciriminare per almeno tre ghiotte occasioni fallite (fenomenale il portiere De Gea in una doppia parata poco dopo la mezz’ora).

Al 33′ minuto di gioco Borussia Dortmund 1 Zenit San Pietroburgo 1. Il pareggio della squadra tedesca è stato realizzato dal capitano Sebastian Kehl, che colpisce in rete di testa anticipando Criscito, sul cross proveniente dalla fascia sinistra ad opera di Schmelzer. Per il centrocampista trentaquattrenne si tratta del secondo gol stagionale, il primo in questa edizione della Champions League. Per lo Zenit si fa di nuovo durissima: la squadra russa dovrebbe segnare tre gol per passare il turno.

Al 24′ minuto di gioco Manchester United 1 Olympiacos 0. Gol realizzato da Robin Van Persie su calcio di rigore, concesso per una spinta in area di Holebas sullo stesso Van Persie. Dal dischetto l’attaccante olandese sceglie la potenza e ha ragione lui: tiro di sinistro alla sinistra del portiere Roberto, che intuisce ma non ci arriva di poco. Secondo gol per l’Arciere oranje in questa edizione della Champions League, il quindicesimo stagionale. Ora il Manchester deve fare almeno un altro gol per portare la partita ai supplementari, e due per ribaltare la situazione.

Al 15′ minuto di gioco Borussia Dortmund 0 Zenit San Pietroburgo 1. Grandissimo gol dell’attaccante brasiliano Hulk, che dai 30 metri circa spara un missile ad effetto col sinistro che non lascia scampo al portiere del Borussia Dortmund, Roman Weidenfeller. Quarto gol in questa edizione della Champions League per Hulk, il quattordicesimo stagionale. Lo Zenit ci crede ma deve segnare ancora due gol per qualificarsi ai quarti di finale.

Ultimo appuntamento questa sera con il ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Entrambe le partite si giocano alle ore 20,45: al Signal Iduna Park va in scena Borussia Dortmund-Zenit San Pietroburgo, mentre a Old Trafford c’è Olympiacos-Manchester United. Due situazioni diverse, iniziamo dalla Germania: all’andata il Dortmund ha vinto 4-2 al Petrovski, un risultato netto e solo parzialmente “mitigato” dai due gol che i russi sono riusciti a segnare. Cambia poco ai fini della qualificazione, visto che la squadra di San Pietroburgo dovrebbe vincere almeno 3-0 per accedere ai quarti. In panchina ci sarà ancora Sergey Semak, in attesa dell’esordio di André Villas-Boas che avverrà domenica in campionato; il Borussia Dortmund in campionato ha 23 punti di ritardo dal Bayern Monaco, può ancora arrivare in finale di Coppa di Germania e potrebbe dunque realizzare una doppietta, ma è chiaro che a questo punto l’obiettivo principale è la Champions League, anche perchè andando avanti di questo passo c’è il serio rischio di dover giocare un playoff per accedervi il prossimo anno, oppure anche di restarne fuori. A Old Trafford il Manchester United ha le spalle al muro: all’andata ha perso 2-0 al Pireo e adesso rischia seriamente di essere eliminato prima dei quarti per il terzo anno consecutivo. Quantomeno nelle due precedenti stagioni il campionato aveva parzialmente cancellato la delusione europea; vinto lo scorso anno, nel 2011-2012 era stato perso all’ultimo secondo, ma quantomeno i Red Devils erano stati in lotta fino alla fine. Oggi invece la situazione è completamente diversa: raggiungere le prime quattro posizioni in Champions League è diventato sostanzialmente impossibile dopo la sconfitta interna contro il Liverpool (0-3). L’ultima volta in cui i Red Devils hanno dovuto rinunciare a giocare in Champions League risale alla stagione 1995-1996. Certo dopo diciannove anni ci può anche stare di fallire l’obiettivo, soprattutto se questo è il primo anno senza Sir Alex Ferguson; tuttavia la dimensione della disfatta è piuttosto evidente. Per quanto riguarda l’Olympiacos sarebbe un traguardo storico: già vinto il campionato, i quarti di finale di Champions League sono arrivati soltanto nel 1998-1999 (eliminazione sul filo di lana contro la Juventus).

Ecco i risultati finali delle partite di questa sera: Chelsea-Galatasaray 2-0, Real Madrid-Schalke 04 3-1. Nessuna sorpresa: i Blues e le Merengues si qualificano per i quarti di finale di Champions League raggiungendo Atletico Madrid, Bayern Monaco, Barcellona e PSG. Domani sera Borussia Dortmund-Zenit San Pietroburgo e Manchester United-Olympiacos completeranno il quadro degli ottavi.

Al 74′ minuto di gioco Real Madrid 2 Shalke 04 1. Ancora una volta segna Cristiano Ronaldo, gol numero 13 in questa edizione di Champions League: questa volta il portoghese si mette in proprio raccogliendo appena oltre la metacampo, punta l’area di rigore e lascia partire un tiro che si infila sul primo palo. Appena dopo, al 75′ minuto, arriva immediatamente il 3-1 di Alvaro Morata: è lui che viene lanciato nello spazio, il tiro viene murato da Farhmann ma arriva a Cristiano Ronaldo che centra la traversa interna a porta vuota; palla per Bale che tocca in mezzo per Morata che stavolta non può sbagliare. 

Al 42′ minuto di gioco Chelsea 2 Galatasaray 0. I Blues chiudono di fatto la pratica grazie a Gary Cahill: il difensore del Chelsea spara in rete con il destro da due passi, dopo che Muslera era miracolosamente riuscito a parare il colpo di testa di John Terry da calcio d’angolo.

Al 21′ minuto di gioco Real Madrid 1 Shalke 04 1. Il gol del pareggio porta la firma del difensore Tim Hoogland: conclusione dai 25 metri, bassa, che trova la suola di Sergio Ramos a ingannare Casillas. 

Al 21′ minuto di gioco Real Madrid 1 Shalke 04 0. Se già era un discorso chiuso ora lo è ancora di più: dodicesimo gol di Cristiano Ronaldo in questa edizione della Champions League, a finalizzare una bella azione iniziata da Morata e conclusa dal tocco sotto porta di CR7 sull’assist da destra di Bale. 

Al 4′ minuto di gioco Chelsea 1 Galatasaray 0. I Blues mettono subito in discesa la partita grazie al gol di Samuel Eto’o. L’attaccante camerunese finalizza con un diagonale di destro una bella azione corale, avviata da Hazard e rifinita da Oscar. Per Eto’o si tratta del terzo gol in questa edizione della Champions League, il dodicesimo stagionale.

A partire da questa sera, martedì 18 marzo, si completerà il programma del ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Alle ore 20.45 si giocano Chelsea-Galatasaray (andata 1-1) e Real Madrid-Schalke 04 (andata 6-1). L’attesa è quasi tutta per la partita di Stamford Bridge, anche perché è l’unica in cui la qualificazione è ancora in bilico. A Londra sono naturalmente favoriti i padroni di casa, per il fattore campo e per il pareggio con gol ottenuto in Turchia, ma la pratica non è ancora chiusa per i Blues. La squadra di José Mourinho è reduce da una sconfitta che ha rimesso in discussione la leadership in Premier League, motivo in più per fare bene in Europa e riportare il sereno su una squadra che comunque fino ad ora sta facendo meglio di quanto si pensasse ad inizio stagione. Stesso discorso per il Galatasaray di Roberto Mancini, sopravvissuto ad un girone difficilissimo e ora capace di tenere testa ad un avversario ben più quotato, cosa che è riuscita a poche delle seconde dei gironi in questa Champions League. A rendere poi ancora più avvincente la sfida, ci sono tanti duelli speciali: prima di tutto quello tra i due allenatori, che negli anni scorsi hanno scritto pagine gloriose della storia dell’Inter, con tanto di parziale polemica sui meriti di Mancini nella costruzione della squadra che poi fece il Triplete con il portoghese e con in campo Wesley Sneijder e Samuel Eto’o. Ora il primo gioca per i turchi, il secondo ha raggiunto Mou a Londra: saranno rivali almeno per una sera, dopo avere giocato con la stessa maglia per due anni, e l’olandese nell’attacco del Galatasaray è il numero 10 alle spalle di un certo Didier Drogba, leggendario ex del Chelsea che sicuramente sarà accolto con grande affetto da Stamford Bridge e dal suo vecchio mister. Al Bernabeu invece l’appuntamento sarà con una partita di fatto ridotta al rango di amichevole, per quanto di lusso. Carlo Ancelotti deve pensare soprattutto alla Liga, che domenica proporrà la super sfida contro il Barcellona. Diciamo che lo Schalke punterà almeno a fare bella figura, ma attenzione ai desideri di Cristiano Ronaldo, che cercherà di sfruttare questa partita per aggiornare ancora una volta i propri record, con l’obiettivo del titolo di capocannoniere di questa Champions League.

 

RISULTATO FINALE Chelsea-Galatasaray 2-0 4’Eto’o (C), 42’Cahill (C) (andata 1-1) 

RISULTATO FINALE Real Madrid-Schalke 04 3-1 21′ Cristiano Ronaldo (R), 31′ Hoogland (S), 74′ Cristiano Ronaldo (R), 75′ Morata (R) (andata 6-1)

RISULTATO FINALE Barcellona-Manchester City 2-1 67′ Messi (B), 89′ Kompany (M), 91′ Dani Alves (B) (andata 2-0)

RISULTATO FINALE PSG-Bayer Leverkusen 2-1 6′ Sam (B), 13′ Marquinhos (P), 53′ Lavezzi (P) (andata 4-0)

RISULTATO FINALE Bayern Monaco-Arsenal 1-1 55′ Schweinsteiger (B), 57′ Podolski (A) (andata 2-0)

RISULTATO FINALE Atletico Madrid-MILAN 4-1 3′ Diego Costa (A), 27′ Kakà (M), 40′ Arda Turan (A), 71′ Raul Garcia (A), 85′ Diego Costa (A) (andata 1-0)

RISULTATO FINALE Borussia Dortmund-Zenit San Pietroburgo 1-2 15’Hulk (Z), 33’Kehl (B), 71’Rondon (Z) (andata 4-2)

RISULTATO FINALE Manchester United-Olympiacos 3-0 24’rig.Van Persie (M), 45’Van Persie (M), 52’Van Persie (M) (andata 0-2)

 

Atletico Madrid, Barcellona, Bayern Monaco, Chelsea, PSG, Real Madrid, Borussia Dortmund, Manchester United (sorteggio venerdì 21 marzo, dalle ore 12:00)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori