Diretta/ Juventus Young Boys (risultato finale 3-0): Dybala protagonista con una tripletta, bene Bernardeschi

- Mauro Mantegazza

Diretta Juventus Young Boys streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita di Champions League (oggi 2 ottobre)

JuventusStadium_Cardiff_lapresse_2017
Pagelle Juventus Genoa (Foto LaPresse)

Paulo Dybala è stato il grandissimo protagonista di Juventus-Young Boys. L’attaccante argentino ha dimostrato di essere calciatore dotato di grandissima personalità e tecnica, mettendo a segno una tripletta che gli ha permesso di portare a casa il pallone con cui si è giocato la gara. Tre reti che sarebbero potute essere anche di più, visto che la Joya ha preso anche un palo e sfiorato altre volte il gol. Ha fatto benissimo anche Federico Bernardeschi, autore di una prestazione da grande campione. L’ex calciatore della Fiorentina è in grande crescita e partita dopo partita sta mostrando che tutta la fiducia che gli sta dando Massimiliano Allegri è di certo giustificata. Il tecnico bianconero ora ha davvero l’imbarazzo della scelta perché sembra pronto a tornare in campo dopo l’infortunio anche il brasiliano Douglas Costa e stasera si è visto in campo con grande voglia di fare bene il giovanissimo Moise Kean. (agg. di Matteo Fantozzi)

DIRETTA JUVENTUS YOUNG BOYS (RISULTATO FINALE 3-0): COME BRILLA LA JUVE DI CHAMPIONS!

Brilla la Juventus in Champions League: triplo Dybala e tante azioni che hanno esaltato il gioco del collettivo bianconero, straordinario nella costruzione di tutti e tre i gol dell’argentino, in particolare del secondo e del terzo in cui hanno toccato il pallone più giocatori. Il finale di partita, con gli svizzeri ormai ridotti in dieci, aveva ben poco da dire. Il giovane Kean ha cercato con insistenza il gol, trovandolo, ma in posizione di fuorigioco, al 41′. Poi solo gestione del pallone per una Juventus che trova così la seconda vittoria in Champions League che, aggiunta alle 7 ottenute in campionato, porta a 9 la striscia di partite vinte dalla squadra di Max Allegri in questo inizio di stagione da record. (agg. di Fabio Belli)

DYBALA CALA IL TRIS!

Al 24′ della ripresa la Juventus mette il sigillo sulla sua grande prova corale siglando la rete del 3-0. Ed è ancora una grande azione di squadra, in velocità, a mandare letteralmente in porta Dybala, servito a sua volta da Cuadrado. Tripletta per l’argentino che diventa il quarto giocatore nella storia della Juventus a realizzare tre reti in una singola partita di Champions League. Al 33′ ultima sostituzione nella Juventus, il giovane Kean prende il posto di Mandzukic (al 25′ Khedira aveva rilevato l’ottimo Pjanic), subito dopo Camara rimedia il secondo cartellino giallo, ammonito per la prima volta alla mezz’ora, per una manata a Dybala. Espulsione e lo Young Boys resta in 10 uomini, con la Juventus che non ha comunque problemi ormai nel gestire l’ampio vantaggio a 10′ dal novantesimo. (agg. di Fabio Belli)

PALO DI DYBALA, POI RIGORE NEGATO

All’intervallo una sostituzione per parte: nello Young Boys Lauper prende il posto di Sanogo Junior, nella Juventus Emre Can rileva Matuidi. Al 48′ Dybala sfiora la tripletta! Servito da Bernardeschi, l’argentino supera Von Ballmoos in diagonale ma il pallone si stampa sul palo a portiere battuto. Subito dopo, al 49′ Von Bergen rovina in area sullo stesso Dybala, ma l’arbitro lascia correre: sembravano esserci tutti gli estremi per il rigore. Al 52’ ci prova anche Sow per lo Young Boys, il pallone finisce alto. La Juventus mantiene il doppio vantaggio sugli svizzeri. (agg. di Fabio Belli)

JUVE PADRONA, DOPPIETTA PER DYBALA!

La Juventus non rinuncia ad attaccare e passa di nuovo al 34’: ancora la regia di Pjanic, d’esterno il bosniaco innesca Dybala che avanza e scarica su Cuadrado che a sua volta serve Matuidi. Gran botta del francese non trattenuta da Von Balmoos, per Dybala è un gioco da ragazzi depositare in rete da due passi. Ancora un’azione corale da applausi della Juventus: il 2-0 vale per Dybala la doppietta personale e l’ottavo gol in Champions League per l’argentino con la maglia della Juventus. Al 38’ Sanogo cerca di sorprendere Szczesny ma la sua conclusione finisce altissima sopra la traversa, così come una punizione battuta da Bernardeschi al 43’ da posizione invitante; non manca la generosità agli svizzeri ma il doppio vantaggio, con il quale le due squadre rientrano negli spogliatoi per l’intervallo, pone la Juventus in pieno controllo della partita. (agg. di Fabio Belli)

IL PRIMO AMMONITO E’ BERTONE

All’11’ chance per lo Young Boys: Sulejmani approfitta di un’indecisione di Alex Sandro e supera di slancio anche Szczesny, ma non riesce a servire a centro area l’accorrente Sow. Al quarto d’ora una gran botta da fuori di Bernardeschi mette in crisi il numero uno degli elvetici, Von Ballmoos, che respinge con qualche difficoltà. Al 19’ spettacolare azione della Juventus: grande apertura di Pjanic per Bernardeschi che appoggia nel mezzo dove arriva Dybala alla battuta a rete, ma il tiro è centrale e viene controllato da Von Ballmoos. Al 24’ arriva il primo cartellino giallo della partita, ai danni di Bertone dello Young Boys, quindi Bernardeschi, a sua volta molto attivo sul fronte offensivo, semina il panico nell’area elvetica con una percussione centrale, ma sbaglia l’ultimo passaggio per Dybala. Match vivace, la Juventus resta in vantaggio di misura sullo Young Boys. (agg. di Fabio Belli)

COLPISCE SUBITO IL SINISTRO DI DYBALA!

Inizia la sfida all’Allianz Stadium, dopo soli 30’’ fallo di Sow, la Juventus guadagna la prima punizione in zona d’attacco: sugli sviluppi della punizione lo Young Boys parte in contropiede, ripiega bene la difesa bianconera. Alla Juventus bastano però 5’ per sbloccare il risultato: lancio ben calibrato di Bonucci verso l’area di rigore elvetica, Camara va a vuoto e con un preciso sinistro al volo Dybala sblocca il risultato. Al 9’ problemi fisici per Bonucci che si accascia a terra dopo aver buttato il pallone in fallo laterale: si rialza senza problemi il centrale juventino che aveva accusato qualche difficoltà di respirazione dopo un contrasto. Al 20’ del primo tempo, la Juventus conduce già 1-0 sullo Young Boys. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Juventus Young Boys comincia tra pochi minuti, e rappresenta un incrocio inedito: mai i bianconeri avevano sfidato la squadra di Berna prima d’ora, anche perchè per i gialloneri questa è la prima partecipazione di sempre nella fase finale di Champions League. Possiamo però ricordare che i campioni d’Italia hanno affrontato in quattro occasioni formazioni rossocrociate: in un girone di Champions League del 2002 il Basilea aveva fatto visita alla Juventus e, sotto la neve, il 4-0 bianconero era stato determinato dai gol di David Trezeguet, Paolo Montero, Alessio Tacchinardi e Alessandro Del Piero (su rigore). Decisamente più antico il precedente degli ottavi di Coppa dei Campioni contro il Basilea: era fine ottobre 1984, a decidere i gol di Beniamino Vignola e Paolo Rossi. La curiosità? In entrambe le occasioni la Juventus ha poi raggiunto la finale, e in un caso l’ha vinta. Evidentemente incrociare squadra svizzere porta bene ai bianconeri, e il detto dice che non c’è due senza tre… vedremo presto: ecco infatti le formazioni ufficiali, Juventus Young Boys comincia! JUVENTUS (3-4-1-2): 1 Szczesny; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 4 Benatia; 16 Cuadrado, 5 Pjanic, 14 Matuidi, 12 Alex Sandro; 33 Bernardeschi; 10 Dybala, 17 Mandzukic. A disposizione: 22 Perin, 20 Joao Cancelo, 3 Chiellini, 6 Khedira, 30 Bentancur, 23 Emre Can, 18 Kean. Allenatore: Massimiliano Allegri YOUNG BOYS (4-5-1): 26 Von Ballmoos; 19 T. Schick, 4 M. Camara, 5 Von Bergen, 23 Benito; 16 Fassnacht, 8 D. Sow, 35 S. Sanogo, 6 Bertone, 7 Sulejmani; 99 Hoarau. A disposizione: 1 Wolfli, 14 Ngamaleu, 17 Assalé, 18 Nsame, 20 Aebischer, 21 U. Garcia, 30 Lauper. Allenatore: Gerardo Seoane (agg. di Claudio Franceschini)

JUVENTUS YOUNG BOYS, DIRETTA LIVE

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Juventus Young Boys sarà trasmessa in diretta tv sui canali della televisione satellitare: l’appuntamento per tutti gli abbonati è sul canale Sky Sport Uno (numero 201) oppure su Sky Sport 252, e ovviamente sarà possibile assistere alla partita anche su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, collegandone un massimo di due al proprio abbonamento per attivare la diretta streaming video garantita dall’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi.

LE STATISTICHE

Juventus Young Boys inizia con un dato importante: mai i bianconeri erano riusciti a vincere le prime otto partite della stagione contando tutte le competizioni. In Serie A viaggiano con 6 punti di vantaggio, 16 gol segnati (miglior attacco) e 5 subiti, aggiungendo la Champions League i numeri dicono di 18 reti all’attivo e le stesse 5 al passivo, con quattro partite chiuse con il clean sheet (tre di Wojciech Szczesny, una di Mattia Perin) e già quattro vittorie in trasferta, con sette diversi giocatori che sono riusciti ad andare in gol. Fa ancora meglio entro i confini nazionali lo Young Boys, che nella Super League svizzera ha vinto nove partite su nove e si trova già a un pazzesco +12 sullo Zurigo: impressionante la cifra dei gol segnati che sono 32, quelli subiti sono appena 6. In Europa però le cose sono diverse: dopo vittoria e pareggio nel playoff, la prima di sempre in Champions League si è conclusa con la sconfitta interna contro il Manchester United, dunque il dato relativo alle reti subite dalla squadra sale a 12 in altrettante gare. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PAROLE DI ALLEGRI

In avvicinamento a Juventus Young Boys, dobbiamo anche ripercorrere alcune delle dichiarazioni che Massimiliano Allegri ha rilasciato nella consueta conferenza stampa della vigilia: il tecnico bianconero ha parlato della formazione svizzera come di una squadra della quale avere rispetto, ma cui non bisogna comunque guardare in faccia. “E’ una partita da vincere, le gare vanno giocate e poi vinte” ha detto Allegri, che non a caso ha citato il 2-0 di Valencia come momento importante nel girone di Champions League. Un mancato successo nella sfida di martedì contro lo Young Boys “vanificherebbe quanto fatto in Spagna”, così l’allenatore della Juventus si è espresso senza mezzi termini; tra le varie indiscrezioni sulla formazione che scenderà in campo, Allegri ha poi confermato che Sami Khedira, ristabilito dall’infortunio occorso proprio al Mestalla, potrebbe avere l’occasione di tornare a saggiare il campo nel secondo tempo. (agg. di Claudio Franceschini)

I BOMBER

Con l’assenza di Cristiano Ronaldo la prima pagina di Juventus-Young Boys se la prende sicuramente Mario Mandzukic. Il croato sta vivendo un periodo di grandissima forma, basti pensare che in Serie A ha già segnato 4 reti considerando che in tutta la scorsa stagione ne aveva fatte 5. Il suo modo di giocare è cambiato con l’arrivo del lusitano che gli ha restituito un ruolo da prima punta fino allo scorso anno sulle spalle di Gonzalo Higuain. Marione spera di sbloccarsi stasera in Champions League, siglando anche quello che sarebbe il primo gol di un attaccante bianconero in questa edizione, dato che al momento l’unico calciatore a segnare è stato Miralem Pjanic autore di una doppietta su calcio di rigore nella gara d’esordio al Mestalla di Valencia. Gli svizzeri sono la matricola del girone e fino a questo momento non hanno ancora trovato la via del gol. Davanti si affidano alla coppia formata da Roger Assale e Guillaume Hoarau. Il primo è un centravanti classe 1993 della Costa d’Avorio, giocatore brevilineo e dotato di una grande rapidità che ama partire defilato. Il secondo invece è un lungo centravanti francese che grazie ai suoi 192 centimetri sa essere decisamente pericoloso soprattutto sui calci da fermo. I difensori della Juventus dovranno stare attenti soprattutto a lui. (agg. di Matteo Fantozzi)

L’ARBITRO

Juventus Young Boys sarà diretta oggi allo Stadium dall’arbitro russo Sergei Karasev, di conseguenza anche tutti i suoi collaboratori per questa partita della seconda giornata di Champions League arriveranno dalla Russia: si tratta innanzitutto dei guardalinee Igor Demeshko e Aleksei Lunev, ecco poi come quarto uomo il signor Anton Averianov ed infine i due arbitri addizionali d’area, che saranno Sergei Ivanov e Vladimir Moskalev. Il primo arbitro Sergei Karasev è ben noto a livello internazionale: nato il 12 giugno 1979, nel suo ormai lungo curriculum compaiono anche le partecipazioni agli Europei 2016, alle Olimpiadi dello stesso anno e ai Mondiali 2018 nella sua Russia. In questo inizio della nuova stagione la partita più importante diretta da Karasev era stata finora Islanda Belgio di Uefa Nations League martedì 11 settembre, nella quale il fischietto russo aveva comminato una sola ammonizione, ma assegnato anche un calcio di rigore al Belgio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) 

INFO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Juventus Young Boys, diretta dall’arbitro Sergei Karasev, si gioca all’Allianz Stadium per la seconda giornata del girone H di Champions League: appuntamento alle ore 18.55, nuova fascia oraria introdotta per due partite al giorno in questa edizione della Champions League. La partita mette di fronte quelli che potremmo definire due estremi opposti: la Juventus è una delle squadre più forti, fra quelle che possono dire senza mezzi termini di puntare alla vittoria finale, lo Young Boys invece è alla prima partecipazione alla fase a gironi, che è già stata un eccellente traguardo. La prima giornata ha confermato le gerarchie: vittoria a Valencia per la Juventus, sconfitta casalinga contro il Manchester United per gli svizzeri. I bianconeri naturalmente vogliono concedere il bis per mettere in discesa la strada verso gli ottavi, lo Young Boys cerca invece un risultato che entrerebbe nella storia della società elvetica.

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS YOUNG BOYS

Osservando le probabili formazioni di Juventus Young Boys, spicca il fatto che per Massimiliano Allegri non c’è molta scelta in attacco: fuori causa Cristiano Ronaldo e Douglas Costa, sembra certo il tridente con Bernardeschi e Dybala ai fianchi della prima punta Mandzukic. A centrocampo Khedira sta recuperando, ma i titolari saranno il regista Pjanic con Matuidi e Emre Can mezzali; in difesa invece Benatia potrebbe contendere a Bonucci il posto al fianco di Chiellini, mentre i terzini dovrebbero essere Cancelo a destra e Alex Sandro a sinistra, con Szczesny in porta per completare la formazione titolare. L’allenatore dello Young Boys Gerardo Seoane potrebbe invece schierare un 4-4-2 con Von Ballmoos in porta, coppia difensiva centrale formata da Camara e Von Bergen, terzini Mbabu a destra e Benito a sinistra. A centrocampo la coppia in mediana dovrebbe essere formata da Sanogo e Sow, mentre Fassnacht e Sulejmani saranno i due esterni, chiamati a un lavoro importante in entrambe le fasi. Infine l’attacco, dove dovremmo avere la coppia titolare composta da Assalé e Hoarau.

PRONOSTICO E QUOTE

La Juventus, come è prevedibile, appare nettamente favorita contro lo Young Boys e l’agenzia di scommesse Snai non ha dubbi sull’esito di questa partita, infatti quota appena a 1,16 il segno 1 per la vittoria della Juventus questa sera all’Allianz Stadium. Si sale poi già a 7,25 volte la posta in palio in caso di pareggio (segno X), mentre un clamoroso colpaccio dello Young Boys ripagherebbe 18,00 volte chi avrà osato puntare sul segno 2 per la vittoria esterna degli svizzeri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori