Diretta / Atalanta Hapoel Haifa (risultato finale 2-0) in gol Zapata e Cornelius, Gasperini carica i suoi

Diretta Atalanta Hapoel Haifa, streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live del ritorno del 3^ turno preliminare di Europa League, Dea quasi certa del pass

16.08.2018 - Claudio Franceschini
Duvan_Zapata_Atalanta_stop_lapresse_2018
Pagelle Atalanta Hapoel Haifa, Europa League (Foto LaPresse)

Il tecnico dell’Atalanta, Gasperini, ha commentato con soddisfazione il passaggio del turno dei suoi ai play off di Europa League. C’è ancora il Copenaghen da superare prima dell’approdo alla fase a gironi, ostacolo da affrontare a cavallo delle prime due giornate del nuovo campionato di Serie A. Il tecnico, dopo le polemiche in settimana, ha caricato i suoi dopo la vittoria contro gli israeliani dell’Hapoel Haifa: “Con l’inizio del campionato in vista non era facile ottenere un doppio successo contro una buona squadra come l’Hapoel Haifa. E anche la prossima settimana sarà molto importante per il prosieguo della stagione. Bravi i ragazzi per l’impegno, nel secondo tempo abbiamo giocato meglio e sono arrivati i due gol. Zapata? Gol che fa morale. Sta crescendo, per ambientarsi un po’ ci vuole.” (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA ATALANTA HAPOEL HAIFA (2-0): TRIPLICE FISCHIO

Al Mapei Stadium-Città del Tricolore l’Atalanta supera per 2 a 0 l’Hapoel Haifa. Nel primo tempo i padroni di casa, forti del 4 a 1 dell’andata, sembrano non volersi sforzare molto e controllano gli avversari senza problemi. Nel secondo tempo il copione si ripete ma, al 71′ Zapata porta in vantaggio i nerazzurri su assist di Castagne e, nei minuti di recupero, il neo entrato Cornelius chiude definitivamente i conti capitalizzando il passaggio di Pasalic al 92′. Grazie al successo di questa sera, per un risultato complessivo di 6 a 1, l’Atalanta elimina l’Hapoel Haifa e si qualifica al turno successivo, dove affronterà i danesi del Copenaghen, usciti vincitori dal doppio confronto contro il CSKA Sofia.

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Atalanta ed Hapoel Haifa, il punteggio è ora di 1 a 0. I padroni di casa riescono infatti a passare in vantaggio al 71′ per merito di Zapata, che con un colpo di testa batte l’estremo difensore della squadra israeliana sfruttando al meglio l’assist da parte di Castagne. Anche il tecnico Gasperini, ormai soddisfatto della situazione, inizia ad effettuare dei cambi inserendo Valzania al posto di Freuler mentre Gomez, sempre al 77′, manca di pochissimo il raddoppio.

ATALANTA HAPOEL HAIFA, DIRETTA LIVE

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Atalanta ed Hapoel Haifa è ancora fermo sullo 0 a 0. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato senza ulteriori sostituzioni da parte dei due allenatori, il copione visto nel primo tempo sembra ripetersi anche per questa ripresa, con i bergamaschi sempre a gestire l’andamento del match. Al 54′ Djimsiti ha inoltre una buona opportunità per portare i suoi in vantaggio ma deve fare i conti con la parata del portiere avversario Setkus.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Atalanta ed Hapoel Haifa sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 0. I padroni di casa hanno deciso di accontentarsi sin dai minuti iniziali della sfida nonostante i costanti richiami da parte del loro allenatore Gasperini, visibilmente scontento delle giocate dei suoi, soprattutto per la posizione di Zapata. Oltre a mancare l’appuntamento con il goal del vantaggio, i bergamaschi concedono qualche spazio di troppo agli israeliani che, prendendo lentamente fiducia e con seppur scarsi risultati, iniziano ad affacciarsi con insistenza in attacco. Sostituito inoltre Buzaglo per infortunio tra gli ospiti al 31′ ed inserito al suo posto Plakushchenko.

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Atalanta ed Hapoel Haifa è di . Lentamente i nerazzurri iniziano a premere sull’acceleratore, aggredendo con maggior intensità gli avversari israeliani, mancando però lo specchio della porta di testa con Djimsiti al 17′ e, dopo il tiro di Pessina deviato in corner al 21′, Castagne si vede bloccare una deviazione aerea dal portiere avversario. Non ha fortuna nemmeno Buzaglo dall’altro lato che, calciando dalla distanza al 26′ con conseguente facile parata di Gollini, si fa male dovendo immediatamente ricevere le cure del caso.

FASE INIZIALE DEL MATCH

A Reggio Emilia la partita tra Atalanta ed Hapoel Haifa è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. In queste fasi iniziali dell’incontro i padroni di casa bergamaschi mantengono il possesso della palla e gestiscono la situazione a proprio piacimento dopo il successo ottenuto nella gara d’andata. I ritmi sono dunque molto bassi ed i nerazzurri provano a creare qualcosa intorno al 10′, quando Pessina cerca inutilmente Zapata, fermato in posizione di fuorigioco.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Eccoci al via di Atalanta Hapoel Haifa: nelle ultime due stagioni, quelle che hanno rappresentato il ritorno in Europa, la Dea ha vinto 6 delle 11 partite che ha giocato ed è dunque in saldo positivo. Nel 2017-2018 ha stupito tutti, vincendo il girone di Europa League davanti a Lione ed Everton e diventando la prima squadra italiana a segnare cinque gol in Inghilterra; il primo ko è arrivato soltanto il 15 febbraio ma purtroppo è stato decisivo, quello del Signal Iduna Park contro il Borussia Dortmund nell’andata dei sedicesimi. Quest’anno nei preliminari l’Atalanta ha vinto due partite su tre, segnando 14 gol e incassandone 3; Musa Barrow è il capocannoniere internazionale con 4 gol, tre dei quali messi a segno a Sarajevo nel ritorno del secondo turno. Adesso la parola passa al campo: leggiamo le formazioni ufficiali di Atalanta Hapoel Haifa, e poi mettiamoci comodi perchè finalmente si gioca! ATALANTA (3-4-1-2): 95 Gollini; 19 Djimsiti, 23 G. Mancini, 5 A. Masiello; 21 Castagne, 22 Pessina, 11 Freuler, 7 Reca; 88 Pasalic; 91 D. Zapata, 10 A. Gomez. Allenatore: Gian Piero Gasperini HAPOEL HAIFA (4-3-3): 13 Setkus; 4 Malul, 30 Tamas, 55 Kapiloto, 18 Dilmoni; 77 Buzaglo, 2 Sjostedt, 51 Mitrevski; 23 Hadida, 19 Papazoglou, 10 Ginsari. Allenatore: Nir Klinger (agg. di Claudio Franceschini)

ATALANTA HAPOEL HAIFA, DIRETTA LIVE

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Atalanta Hapoel Haifa è un appuntamento in diretta tv riservato ai possessori di un abbonamento al satellite: la partita di ritorno infatti sarà trasmessa su Sky Sport Football (numero 203 del decoder). Sempre gli abbonati potranno assistere alla sfida di Reggio Emilia anche in mobilità, grazie al servizio di diretta streaming video garantito dall’applicazione Sky Go, con la quale sarà possibile registrare i dati del proprio abbonamento a un massimo di due dispositivi (PC, tablet o smartphone) senza dover sostenere costi aggiuntivi.

UNO SGUARDO AI PLAYOFF

Verso Atalanta Hapoel Haifa, la Dea tiene uno sguardo anche sui playoff che ormai sono ben più di una speranza: la prossima avversaria dei nerazzurri potrebbe essere il Copenaghen, che difende il 2-1 esterno ottenuto a Sofia, sul campo del Cska. I danesi, che hanno tanta esperienza internazionale avendo anche giocato nei gironi di Champions League (sono arrivati agli ottavi e avevano imposto il pareggio al Barcellona), sono partiti dal primo turno preliminare e giocano dunque da metà luglio; in questa stagione hanno ottenuto otto vittorie in dieci partite, pareggiando in casa contro il Kups (ma dopo aver vinto 1-0 all’andata) e perdendo, sempre a domicilio, all’esordio del campionato contro l’Horsens. Imbattuto dallo scorso 23 luglio con sette vittorie in altrettante partite, il Copenaghen è più in palla dell’Atalanta a livello di condizione fisica; ha segnato 23 gol subendone appena 5 e, dopo il pareggio in Europa League, ha subito soltanto due gol. Primo in campionato insieme all’Aalborg, rappresenta dunque un avversario da prendere con le pinze; intanto però l’Atalanta deve pensare all’Hapoel Haifa… (agg. di Claudio Franceschini)

LE PAROLE DI GASPERINI

Atalanta Hapoel Haifa arriva ad una sola settimana dal roboante 4-1 israeliano centrato dalla Dea: una partita al termine della quale Gian Piero Gasperini ha espresso tutta la sua soddisfazione per una squadra che, ha detto, non ha sbagliato nulla meritando a pieno il risultato. “Siamo quasi pronti, i risultati ci aiutano ma giocare ogni tre giorni è molto difficile” ha però detto l’allenatore, che ha posto l’accento sulle maggiori difficoltà che la Dea potrebbe incontrare rispetto allo scorso anno, quando non aveva dovuto giocare i turni preliminari di Europa League. “Dobbiamo stare attenti: abbiamo nuovi elementi da inserire, anche se il gruppo è solido e garantisce sempre la prestazione”. Riguardo i singoli, Gasperini ha parlato di Musa Barrow come del calciatore che si sta mettendo più in luce, di Duvan Zapata e Mario Pasalic come di due elementi che hanno bisogno di tempo per esprimersi al meglio (“utile” è l’aggettivo con cui il tecnico ha definito il gol del croato all’andata) e di Matteo Pessina come di un giovane che ha fatto più fatica di altri, ma che è certo potrà migliorare nel corso della stagione. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ARBITRO

Come già visto, Atalanta Hapoel Haifa sarà diretta da Frank Schneider, un arbitro di 39 anni che è nato a Strasburgo. Per lui questa sarà già la seconda partita nel corso della stagione: all’inizio del mese di agosto infatti aveva arbitrato il ritorno del secondo turno preliminare tra Sarpsborg e San Gallo, con la vittoria dei norvegesi per 1-0. Nell’occasione ha estratto cinque cartellini gialli; per avere i suoi numeri in termini più approfonditi dobbiamo rivolgerci al 2017-2018, quando in 33 partite ha comminato 138 ammonizioni e 14 espulsioni (ben 8 per rosso diretto), fischiando anche 11 calci di rigore. Nella passata stagione Schneider non è arrivato ai gironi di Europa League, fermandosi ai primi turni preliminari; ha arbitrato 20 partite di Ligue 1 trovandosi anche il Psg (solo una volta, 4-0 al Montpellier) per poi scendere tre volte in Ligue 2. Si tratta dunque di un direttore di gara che non è ancora riuscito a fare il grande salto internazionale: questo potrebbe essere l’anno buono, e in tal senso, anche la partita tra Atalanta e Hapoel Haifa potrebbe dargli una mano a sviluppare al meglio la sua carriera. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Atalanta Hapoel Haifa, partita che verrà diretta dall’arbitro francese Frank Schneider, si gioca al Mapei Stadium di Reggio Emilia, alle ore 20:00 di giovedì 16 agosto: è il ritorno del terzo turno preliminare di Europa League 2018-2019 e per la Dea è una formalità. L’andata infatti si è risolta in un roboante 4-1 esterno: questo significa che la squadra di Gian Piero Gasperini ha a disposizione due risultati e mezzo su tre, nel senso che si qualificherebbe ai playoff vincendo o pareggiando ma potrebbe anche perdere con due gol di scarto, oppure per 0-3 (vale la regola dei gol in trasferta). Archiviato questo appuntamento ci sarà il playoff, ultimo ostacolo per tornare a giocare nella fase a gironi del torneo.

RISULTATI E PRECEDENTI

Con 12 gol nelle ultime due partite, l’Atalanta ha fatto capire a tutti la sua superiorità rispetto alle avversarie di questi preliminari: di fatto il pareggio interno contro il Sarajevo ha rappresentato solo un incidente di percorso, con una squadra che probabilmente non aveva ancora trovato il giusto rodaggio e che aveva bisogno dunque di ritrovare solidità fisica. Una volta recuperata la condizione, la Dea ha schiantato gli avversari: otto reti in Bosnia e quattro in Israele, si marcia spediti verso il playoff nel quale inevitabilmente l’asticella si alzerà ma potrebbe anche non essere così alta, visto che il nome dell’avversaria uscirà dalla sfida tra Cska Sofia e Copenhagen (molto probabilmente si tratterà dei danesi, che hanno vinto fuori casa una settimana fa) ovvero squadre alla portata di una realtà che ha ormai raggiunto la sua maturazione.

PROBABILI FORMAZIONI ATALANTA HAPOEL HAIFA

Sarà interessante stabilire se Gasperini intenderà modificare parte della sua squadra: è possibile che a rimanere fuori siano i diffidati, dunque in difesa spazio a Mancini al centro tra Andrea Masiello e Palomino mentre a centrocampo potrebbe arrivare il momento di Pasalic, che sarebbe titolare al fianco di Freuler e con Pessina che può comunque giocare da centrale. Sulle corsie laterali Castagne può dare fiato ad Hateboer; dall’altra parte Gosens, davanti a tutti Barrow insidia la maglia di Duvan Zapata mentre si va per la conferma di Alejandro Gomez. Hapoel Haifa schierato con il 4-3-3: davanti a Setkus giocano Kapiloto e Tamas, Malul e Dimoni sulle fasce con Plakushchenko e Vermouth che accompagnano l’impostazione di Sjostedt. Nel tridente offensivo dovrebbero trovare spazio ancora Buzaglo e Ginsari sulle corsie, la prima punta sarà con tutta probabilità Papazoglou.

QUOTE E PRONOSTICO

Ovviamente l’Atalanta parte nettamente favorita secondo i pronostici tracciati dai bookmaker: l’agenzia di scommesse Snai ci dice che il segno 1 per la vittoria della Dea vale 1,15 e che la differenza rispetto alle possibilità dell’Hapoel Haifa è netta, visto che il segno 2 vale addirittura 15,00. Potrete anche scommettere sul pareggio: in ogni caso l’Atalanta passerà il turno, il vostro guadagno sarebbe sostanzioso perchè equivarrebbe a 6,75 volte la cifra investita.

I commenti dei lettori