Diretta/ Napoli-Sassuolo (risultato finale 2-0) streaming video Rai: i partenopei passano ai quarti!

Diretta Napoli Sassuolo, streaming video Rai: i partenopei puntano a superare gli ottavi di Coppa Italia ma, al San Paolo, se la devono vedere contro gli ambiziosi e ostici neroverdi.

13.01.2019, agg. alle 22:41 - Claudio Franceschini
Diretta Napoli Sassuolo, ottavi Coppa Italia (Foto LaPresse)

DIRETTA NAPOLI-SASSUOLO (RISULTATO FINALE 2-0): I PARTENOPEI PASSANO AI QUARTI!

Napoli-Sassuolo 2-0: i partenopei si qualificano ai quarti di Coppa Italia 2018-19 dove dovranno vedersela con il Milan, i neroverdi escono di scena senza comunque fare brutta figura di fronte ai vice-campioni d’Italia. I tifosi del San Paolo vorrebbero chiudere la serata in bellezza con il gol di Lorenzo Insigne che al 76′ scuote l’esterno alto della rete su punizione. De Zerbi è costretto ad alzare bandiera bianca dovendo rinunciare negli ultimi minuti anche a Rogerio che si infortuna in seguito a un contrasto e lascia il posto a Dell’Orco. C’è comunque tempo per un ultimo brivido: all’89’ Lirola prolunga per Locatelli che in spaccata non riesce a battere Ospina che impedisce al numero 73 di riaprire una partita che sembrava ormai chiusa. A risultato acquisito, Ancelotti decide di far esordire il 18enne Gaetano che si ritrova così a calcare il manto erboso del San Paolo, coronando un sogno che nutriva sin da bambino. {agg. di Stefano Belli}

FABIAN RUIZ FIRMA IL RADDOPPIO!

Diretta Napoli-Sassuolo 2-0: quando mancano circa quindici minuti al novantesimo gli uomini di Carlo Ancelotti sembrano aver archiviato definitivamente la pratica e scongiurato il pericolo dei tempi supplementari, a meno di clamorosi ribaltoni. Al 61′ Milik, l’autore del primo gol della serata, calcia con il sinistro ma non riesce a dare potenza al pallone che diventa facile preda per Pegolo, sette minuti più tardi Insigne crossa per la testa di Ounas, anticipato da Rogerio che si rifugia in calcio d’angolo sventando così la minaccia nella sua area di rigore. I due allenatori giocano a carte scoperte: Ancelotti rinforza il centrocampo con Allan (sacrificando un esterno offensivo come Ounas) mentre De Zerbi rinvigorisce l’attacco con Babacar che più volte ha lasciato il segno subentrando in corso d’opera. Direzione molto severa da parte dell’arbitro Chiffi che ha mostrato il cartellino giallo a Maksimovic, Berardi, Magnani, Locatelli, Peluso, Ounas e Mario Rui. Al 74′ Milik recupera palla nella trequarti del Sassuolo e confeziona un assist al bacio per Fabian Ruiz che fa tutto alla perfezione depositando la palla in rete alle spalle dell’incolpevole Pegolo e mettendo forse il punto esclamativo alla contesa. {agg. di Stefano Belli}

KOULIBALY FERMA DUNCAN LANCIATO A RETE!

Diretta Napoli-Sassuolo 1-0: al decimo del secondo tempo resiste il vantaggio dei partenopei che comunque faticano a trovare il colpo del KO e a mettere in cassaforte il pass per i quarti di Coppa Italia 2018-19, anche perché gli uomini di De Zerbi difendono molto bene coprendo ottimamente gli spazi nella loro trequarti. I neroverdi, inoltre, si rendono pericolosi al 49′ con Rogerio che avanza di prepotenza sulla fascia sinistra e serve Duncan, anticipato dalla scivolata provvidenziale di Koulibaly che toglie il pallone dalla portata del numero 32 che si trovava davanti a Ospina. Nel frattempo iniziano i movimenti sulle due panchine, il primo a intensificare il riscaldamento è Allan che a breve, salvo clamorosi ripensamenti di Ancelotti, farà il suo ingresso in campo. {agg. di Stefano Belli}

IL VAR ANNULLA IL GOL DI LOCATELLI

Diretta Napoli-Sassuolo 1-0: è appena terminato il primo tempo al San Paolo con le due squadre che sono rientrate negli spogliatoi per l’intervallo e cercheranno di sfruttare i quindici minuti di pausa per recuperare un po’ di energie e ripararsi dal freddo (temperatura di circa 6 gradi). Non paghi del vantaggio, i partenopei hanno continuato ad attaccare con l’obiettivo di ipotecare la qualificazione ai quarti di Coppa Italia 2018-19 nel più breve tempo possibile, al 32′ Insigne libera il destro che si spegne di poco a lato, Pegolo si limita ad accompagnare con lo sguardo l’uscita del pallone. Improvvisamente, però, i neroverdi si iscrivono alla partita con Locatelli che al 35′ da fuori area scalda i guantoni di Ospina, l’estremo difensore colombiano non trattiene e Hysaj spazza malissimo consegnando la sfera sempre a Locatelli che sfrutta nel migliore dei modi la seconda chance e ribadisce in rete per l’1-1. La gioia del Sassuolo viene smorzata dal VAR che annulla il gol per il controllo con il braccio da parte dello stesso Locatelli che vanifica l’azione, Ancelotti e i tifosi del Napoli possono tirare un sospiro di sollievo. {agg. di Stefano Belli}

ANCHE IN COPPA ITALIA CI PENSA MILIK A FAR GOL!

Diretta Napoli-Sassuolo 1-0: è cambiato il parziale al San Paolo con la formazione allenata da Carlo Ancelotti che ha sbloccato la contesa al quarto d’ora del primo tempo. Lorenzo Insigne semina tutti sulla corsia di sinistra e fa partire un cross molto insidioso che Gianluca Pegolo tenta vanamente di intercettare, l’intervento dell’estremo difensore neroverde si rivela disastroso visto che il sostituto di Pegolo fa carambolare il pallone addosso all’arrivante Arkadiusz Milik che non deve far altro che appoggiarlo delicatamente con la coscia in rete. Un autentico gioco da ragazzi per l’attaccante polacco che in questa stagione sta dimostrando al mondo come De Laurentiis non fosse un pazzo a considerarlo l’erede di Gonzalo Higuain. Reazione timida da parte degli ospiti, la punizione di Berardi al 20′ non rappresenta alcuna minaccia per Ospina posizionato perfettamente in mezzo ai pali. Nei minuti successivi il Napoli gestisce la situazione e sembra avere tutto sotto controllo, non sarà facile per il Sassuolo trovare il guizzo per rimettersi in carreggiata e ristabilire l’equilibrio in campo. {agg. di Stefano Belli}

AL SAN PAOLO SI FA GIÀ SUL SERIO!

Diretta Napoli-Sassuolo 0-0: sono trascorsi circa dieci minuti dal fischio d’inizio dell’arbitro Chiffi che sta dirigendo l’incontro valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia 2018-19. I partenopei vogliono cominciare l’anno nuovo nel migliore dei modi, strappando il pass per i quarti dove li attende il Milan che ieri ha liquidato la Sampdoria con la doppietta di Patrick Cutrone. Gli uomini di Ancelotti vanno subito a invadere la metà campo avversaria nel tentativo di creare il maggior numero possibile di pericoli dalle parti di Pegolo (riposo per il portiere titolare, Consigli). Un pressing molto alto che non consente ai neroverdi di ragionare con il pallone tra i piedi e li costringe ad affrettare le giocate e a commettere più errori. Tuttavia al 5′ la compagine di De Zerbi si propone in contropiede con Duncan che va al tiro trovando la deviazione di Koulibaly che dà una mano non indifferente a Ospina mettendo la sfera in corner. Tre minuti più tardi i difensori del Napoli si addormentano e consentono a Berardi di andare alla conclusione, il numero 25 del Sassuolo però non ne approfitta e non impensierisce Ospina, la risposta dei padroni di casa (si gioca al San Paolo) non si fa attendere con Callejon che non trova il modo di trafiggere Pegolo. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Napoli Sassuolo sarà trasmessa dalla televisione di stato, come previsto per tutte le partite di Coppa Italia: l’appuntamento nello specifico è su Rai Uno, con la possibilità di seguire gli ottavi di finale anche sul sito www.raiplay.it, dunque in diretta streaming video su apparecchi mobili come PC, tablet o smartphone senza costi aggiuntivi.

NAPOLI SASSUOLO, STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta per cominciare Napoli Sassuolo: abbiamo accennato in precedenza al fatto che i partenopei siano riusciti a vincere due volte la Coppa Italia in anni recenti. La prima, nel 2012, è arrivata grazie a Walter Mazzarri e al trio delle meraviglie (Hamsik-Cavani-Lavezzi) nella finale contro la Juventus, cui gli azzurri avevano inflitto la prima e unica sconfitta stagionale; la seconda è stata frutto di Rafa Benitez e degli acquisti dell’estate (da Higuain a Callejon passando per Raul Albiol e Mertens), con un 3-1 alla Fiorentina in una serata purtroppo resa tragica dall’assalto a Ciro Esposito e le brutte scene viste allo stadio Olimpico. Gli altri tre trionfi partenopei sono molto più lontani: 1962, 1976 e soprattutto 1987, quando la squadra di Ottavio Bianchi e Diego Armando Maradona aveva centrato la doppietta avendo vinto anche lo scudetto. Ora vedremo come andranno le cose in questa partita dello stadio San Paolo: mettiamoci comodi e diamo la parola al campo senza indugiare oltre, ecco le formazioni ufficiali di Napoli Sassuolo che finalmente prende il via! NAPOLI (4-4-2): Ospina; Hysaj, Ni. Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, A. Diawara, Fabian Ruiz, Ounas; Milik, L. Insigne. Allenatore: Carlo Ancelotti SASSUOLO (4-3-3): Pegolo; Lirola, Lemos, Magnani, Rogério; Sensi, Magnanelli, Bourabia; D. Berardi, Matri, Djuricic. Allenatore: Roberto De Zerbi (agg. di Claudio Franceschini)

LE STATISTICHE

A corredo della presentazione di Napoli Sassuolo, dobbiamo anche raccontare di alcune delle principali statistiche messe insieme dalle due squadre: i partenopei ovviamente hanno “in più” le sei partite di Champions League, e il bilancio delle sfide casalinghe ammonta dunque a 10 vittorie e due pareggi. Il Napoli non ha mai perso al San Paolo nel corso di questa stagione, ma i pareggi contro Chievo e Psg sono chiaramente risultati che hanno in qualche modo determinato l’andamento attuale di una squadra che si ritrova a 9 punti dalla Juventus e nei sedicesimi di Europa League; i gol segnati tra le mura amiche sono 28, quelli subiti appena 7. Non si comporta troppo bene il Sassuolo da trasferta: la squadra di Roberto De Zerbi ha infatti messo a segno appena tre vittorie nelle nove partite giocate, mentre le sconfitte sono 4 e i pareggi 2. Pochi gol segnati (11), pochi se vogliamo anche quelli subiti (lo stesso numero), è curioso notare come le uniche affermazioni che i neroverdi sono riusciti a centrare in trasferta sono arrivate tutte per 2-0, ottenute contro Spal, Chievo e Frosinone e dunque contro formazioni che almeno sulla carta sono da considerarsi inferiori per qualità. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI

E’ interessante valutare, a poche ore dal calcio d’inizio di Napoli Sassuolo, quale sia la sfida tra i due allenatori: Roberto De Zerbi infatti è in qualche modo legato sia ai partenopei che a Carlo Ancelotti, anche se con l’attuale allenatore degli azzurri il rapporto è più che altro indiretto. Vale a dire, la militanza nel Milan: De Zerbi era un grande prospetto delle giovanili rossonere, prima di andare per vari prestiti tra il 1998 e il 2002, e di fatto nell’estate 2002 la sua strada si era incrociata per brevissimo tempo con quella di Ancelotti, vale a dire nei primi giorni del ritiro della squadra prima che il trequartista fosse acquistato dal Foggia. Con il Napoli, una delle sue innumerevoli squadre, De Zerbi ha giocato oltre dieci anni fa: arrivava dalla buona esperienza di Catania ed era rimasto in Serie B, contribuendo con 30 presenze e 3 gol alla promozione della squadra allenata da Edy Reja. L’anno seguente il calciatore è stato confermato, ma dopo aver giocato pochissimo è finito al Brescia; tornato a vestire la maglia partenopea nel 2008, ha fatto in tempo a giocare due partite tra Intertoto e Coppa Uefa prima di finire all’Avellino, ancora nel mese di agosto. (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Sono 11 i precedenti di Napoli Sassuolo: vale a dire, quelli che si sono giocati dalla stagione 2013-2014 (la prima dei neroverdi in Serie A) a oggi. Una sola vittoria per la squadra emiliana, datata 23 agosto 2015: iniziava così l’avventura di Maurizio Sarri sulla panchina partenopea, con un 1-2 frutto dei gol di Antonio Floro Flores e Nicola Sansone che rimontavano la rete-lampo di Marek Hamsik. Sappiamo bene com’è poi andato il triennio del tecnico con il Napoli, mentre analizzando la lista delle partite tra queste due squadre scopriamo che i partenpei si sono imposti in sei occasioni a fronte di quattro pareggi; al San Paolo lo scorso ottobre hanno deciso Adam Ounas e Lorenzo Insigne, per il resto i partenopei hanno vinto in altre due occasioni in casa ma per due volte sono stati fermati. La prima a settembre 2013, grazie a Simone Zaza che aveva risposto a Blerim Dzemaili; la seconda, ancora con Sarri in panchina in una stagione iniziata male ma comunque chiusa al terzo posto, con Alessandro Matri che a otto minuti dal 90’ era riuscito a battere Pepe Reina replicando così al gol di Insigne. Al Mapei Stadium il bilancio è quasi identico: due vittorie del Napoli e altrettanti pareggi. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Napoli Sassuolo verrà diretta dal signor Chiffi, e si giocherà alle ore 20:45 di domenica 13 gennaio: siamo allo stadio San Paolo per gli ottavi di finale della Coppa Italia 2018-2019. Esordio nel torneo per gli azzurri, che in epoca recente hanno messo in bacheca questo trofeo per due volte; il sorteggio del campo è stato benevolo per la squadra di Carlo Ancelotti, che in ogni caso avrebbe giocato in casa anche con il vecchio regolamento. Di fronte c’è un Sassuolo che nel turno precedente ha avuto le sue difficoltà nell’eliminare il Catania – squadra di Serie C – ma che in campionato sta continuando a fare bene ventilando l’ipotesi di arrivare addirittura in Europa League; il Napoli invece ha 9 punti di svantaggio nei confronti della Juventus e dunque ha bisogno di serrare le fila, la sconfitta di San Siro contro l’Inter è stata un duro colpo soprattutto per come è arrivata ma in seguito i partenopei hanno comunque battuto il Bologna sul filo di lana, dimostrando grande carattere e confermando i loro propositi di scudetto. Vedremo allora quello che succederà nella diretta di Napoli Sassuolo, una partita che potrebbe essere molto interessante soprattutto perchè si gioca in gara secca, e dunque potrebbe aprire a qualunque risultato. Intanto, analizziamo quelle che sono le probabili formazioni previste allo stadio San Paolo.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI SASSUOLO

Per Napoli Sassuolo è decisamente probabile che Ancelotti apra ad un turnover piuttosto ampio: ci sarà presumibilmente campo per chi ha bisogno di recuperare la condizione, principale indiziato Younès che potrebbe agire da seconda punta al fianco di Milik con un centrocampo offensivo per la spinta dei laterali che possono essere Ounas e Fabian Ruiz. In mediana invece ci aspettiamo che Amadou Diawara e Rog siano titolari, anche se Fabian Ruiz e Zielinski non partono battuti; di fatto è sempre difficile stabilire a quali alternanze l’allenatore possa aprire, visto che una formazione titolare propriamente detta non c’è. Sia come sia, in difesa ci sarà spazio per Koulibaly (comunque squalificato in campionato) con Nikola Maksimovic; Hysaj e Mario Rui dovrebbero essere i laterali, in porta possibile rivedere Karnezis. Farà turnover anche Roberto De Zerbi nel suo Sassuolo: davanti a Pegolo giocheranno Lemos e Magnani, con terzini Dell’Orco e Peluso che sono favoriti su Lirola e Rogério, solitamente titolari in campionato. Tante le opportunità a centrocampo: in cabina di regia dovremmo vedere Magnanelli con Locatelli che si sposta sulla mezzala, dovrebbe esserci campo anche per Djuricic che era stato titolare nel quarto turno di Coppa Italia contro il Catania. A completamento della squadra ecco il tridente offensivo: Brignola e Trotta con Matri, che ha avuto spazio in Serie A e adesso punta a confermarsi dovendo vincere la concorrenza di Babacar.

QUOTE E PRONOSTICO

Nell’analizzare le quote per Napoli Sassuolo scopriamo che l’agenzia di scommesse Snai ha emesso un valore di 1,40 volte la somma giocata sul segno 1, quello sul quale puntare per la vittoria dei partenopei; vale molto di più (7,25 volte l’investimento) l’eventualità di un successo esterno dei neroverdi, regolato come sempre dal segno 2. L’ipotesi del pareggio è quella per la quale dovrete scommettere sul segno X, e la vostra vincita sarebbe pari a 5,00 volte quello che avrete pensato di mettere sul piatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA