Diretta/ Napoli Lazio (risultato finale 2-1) streaming video e tv: Lazio fino alla fine, ma esulta il Napoli

- Claudio Franceschini

Diretta Napoli Lazio, streaming video e tv: bella partita al San Paolo, con i partenopei che cercano di tenere il passo della Juventus e i biancocelesti a caccia del quarto posto.

Milik Acerbi Callejon Napoli Lazio lapresse 2019
Diretta Napoli Lazio, Serie A 20^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA NAPOLI LAZIO (RISULTATO  FINALE 2-1): LAZIO FINO ALLA FINE, MA ESULTA IL NAPOLI

Con l’uomo in più il Napoli cerca il colpo del ko, con Callejon che calcia alto da buona posizione e Strakosha che blocca a terra una conclusione di Mertens. Al 34′ Bastos cerca il colpo a sorpresa con un gran destro che finisce non di molto alto sopra la traversa. Al 37′ fuori Mertens, sostituito da Ounas, quindi c’è Hysaj al posto di Callejon nel Napoli. Vengono ammoniti Luis Alberto e Zielinski per proteste, 4′ di recupero e nel finale su una ripartenza per il Napoli c’è un duro fallo di Lulic, che viene ammonito, su Malcuit che ha bisogno dei soccorsi dei sanitari. Assalti finali con un paio di cross che impensieriscono la difesa del Napoli, ma l’uscita finale di Meret fa esplodere il San Paolo col Napoli che blinda tre punti importantissimi. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Napoli Lazio è un’esclusiva riservata ai possessori dell’abbonamento alla televisione satellitare: nello specifico i canali cui riferirsi sono Sky Sport Uno (201), Sky Sport Serie A (202) o Sky Sport 251, con la possibilità di acquistare il singolo evento utilizzando il codice 419620. Chiaramente in assenza di un televisore la partita si potrà seguire anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone.

ACCORCIA IMMOBILE, ESPULSO ACERBI

Al 19′ Callejon scappa via alla difesa laziale e di testa coglie il quarto palo per il Napoli, ma il VAR sarebbe sicuramente intervenuto per rilevare la posizione di fuorigioco dello spagnolo. Al 20′ la Lazio trova però il gol: gran giocata di Correa che trova il corridoio per Immobile, che in area è micidiale e piazza il pallone sul secondo palo, dove Meret stavolta non può arrivare. Al 22′ Luis Alberto affonda sulla sinistra e costringe Meret alla ribattuta in angolo. Al 25′ però la Lazio gestisce un pallone che scotta e Milinkovic compie una grave leggerezza, costringendo Acerbi al fallo da seconda ammonizione: il Napoli inserisce Verdi al posto di Diawara, la Lazio sostituisce Milinkovic con Patric. La punizione di Milik, battuta dopo 3′ di attesa, finisce alta. A un quarto d’ora dal novantesimo, il Napoli conduce 2-1 sulla Lazio. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA NAPOLI LAZIO (RISULTATO 2-0): DENTRO CORREA, PALO DI FABIAN RUIZ

La Lazio rientra dagli spogliatoi con un cambio, Correa prende il posto di Lukaku e il “Tucu” prova subito ad impensierire Meret. Ancora Correa cerca la profondità per Immobile: Inzaghi con l’argentino ex Siviglia in campo ha ridisegnato la squadra con una difesa a quattro con Bastos a destra, Acerbi e Radu centrali e Lulic a sinistra. Al 6′ cross di Lulic e ancora Correa arriva al colpo di testa, non riuscendo a piazzare per pochi centimetri sul secondo palo. Al 10′ ancora Lazio con Luis Alberto che prova a girare dalla distanza, senza fortuna. Gli spazi per il Napoli però aumentano e al 12′ una dormita della difesa laziale permette a Fabian Ruiz di scaricare a rete: è il terzo palo della partita per gli azzurri, quindi sugli sviluppi dell’azione Strakosha dice di no a Mertens. Al 13′ però è Meret a evitare che la partita si possa riaprire, respingendo con le gambe una gran botta di controbalzo di Immobile. Napoli sempre avanti 2-0 al quarto d’ora della ripresa, ma la partita resta frizzante. (agg. di Fabio Belli)

CALLEJON-MILIK, CHE UNO-DUE!

Al 34′ il Napoli trova il vantaggio: la Lazio esce male con Bastos che resta troppo indietro, Mertens apre sulla destra per Callejon che piazza il pallone a fil di palo dove Strakosha non può arrivare. Quindi viene ammonito Acerbi per un fallo al limite dell’area su Callejon. La trasformazione di Milik è magistrale, la punizione del polacco vale un uno-due micidiale che fa barcollare la Lazio. Una conclusione sporcata di Bastos e niente più per i biancocelesti nei 10′ finali, col possesso palla del Napoli che diventa di alto livello, costringendo la Lazio a sprecare molte energie per tamponare la manovra avversaria. Dopo 2′ di recupero si chiude il primo tempo col Napoli avanti 2-0 sulla Lazio grazie alla reti messe a segno da Callejon e Milik. (agg. di Fabio Belli)

ANCORA PALO DI MILIK, LUIZ FELIPE KO

Dopo il palo di Milik la Lazio cerca di stringere le distanze, per evitare che il Napoli si muova con troppa disinvoltura negli spazi. Al 18′ Milinkovic-Savic prova un destro a giro che non sorprende Meret. Proprio il serbo al 20′ rimedia il primo cartellino giallo della partita, per un fallo su Callejon che era ripartito sulla destra nella metà campo laziale. Subito dopo ancora grande occasione per i partenopei, con Zielinski che fugge sulla sinistra e trova Milik che brucia Radu di testa, Strakosha ci arriva e si salva aiutato dal palo. Ancora Milik al 22′ con un diagonale che esce d’un soffio a lato. La Lazio però c’è, e al 25′ porta di nuovo Milinkovic-Savic al tiro dopo una bella azione manovrata, ma Meret è sempre pronto a deviare in angolo. Al 27′ tegola per Simone Inzaghi: guaio muscolare per Luiz Felipe, che viene sostituito da Bastos: il brasiliano esce tra le lacrime (ma sulle sue gambe), il problema non sembra di poco conto. Alla mezz’ora tante occasioni sul taccuino, ma risultato ancora a reti bianche al San Paolo tra Napoli e Lazio. (agg. di Fabio Belli)

MILINKOVIC E MILIK, CHE OCCASIONI!

E’ iniziata la sfida al San Paolo tra Napoli e Lazio: i biancocelesti si affacciano subito in avanti con una punizione di Luis Alberto, il Napoli risponde con due calci d’angolo, ma le difese non si fanno sorprendere. Al 5′ la prima grande occasione da gol del match è della Lazio: cross di Lucas Leiva, Milinkovic-Savic spunta in area e colpisce di testa da posizione ravvicinata, grande riflesso di Meret nella respinta. Il Napoli fa girare palla in modo un po’ compassato, la Lazio si vede stoppata su un paio di ripartenze potenzialmente interessanti. Al 12′ però gran fiammata del Napoli: Milik apre sulla sinistra per Mario Rui, che crossa in area dove il polacco si è nel frattempo inserito: gran girata e palo pieno a Strakosha battuto. Al quarto d’ora, nonostante una grande occasione per parte, il risultato è ancora dunque fermo sullo 0-0. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Nella diretta di Napoli Lazio, grande posticipo di Serie A del quale possiamo già leggere le formazioni ufficiali, assisteremo anche allo scontro tra i due tecnici che ora metteremo sotto la lente di ingrandimento prima di dare la parola al campo. Ecco quindi che da una parte vedere Carlo Ancelotti, padrone di casa a San Paolo solo da questa estate. Il tecnico emiliano ci ha messo un poco a dare la sua impronta allo spogliatoio campano ma i risultati sono eccellenti, benché il Napoli sia fuori dalla Champions league. Ecco infatti che in 26 presenze in panchina di Ancelotti al Napoli la media punti a match è di 2.15. Ben più datato l’arrivo di Simone Inzaghi alla Lazio: da giocatore è diventato poi tecnico, prima nelle giovanili, poi a interim fino alla consacrazione definitiva nel luglio del 2016. Numeri alla mano ecco che Inzaghi ha fissato a 1.84 la sua media punti in 124 presenze in panchina. Adesso però leggiamo le formazioni ufficiali di Napoli Lazio, poi si gioca! NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Raul Albiol, Maksimovic, Mario Rui; Callejon, Fabian Ruiz, A. Diawara, Zielinski; Milik, Mertens. Allenatore: Carlo Ancelotti. LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, S. Radu; Lulic, Parolo, Lucas Leiva, S. Milinkovic-Savic, J. Lukaku; Luis Alberto; Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi (agg Michela Colombo)

I PRECEDENTI TRA NAPOLI E LAZIO

Abbiamo parlato, presentando Napoli Lazio, dei precedenti che accompagnano questa sfida al San Paolo; vale la pena fare un excursus approfondito su una delle partite più spettacolari andate in scena tra queste due squadre. La data è il 3 aprile 2011, un lunch match: era finita 4-3 a favore del Napoli di Walter Mazzarri, contro la Lazio del grande ex Edy Reja. Era successo di tutto: la Lazio si era portata in vantaggio per 2-0 con Stefano Mauri e André Dias e poi l’arbitro e il guardalinee non avevano visto un gol di Cristian Brocchi con pallone che aveva oltrepassato la riga di porta. Il Napoli aveva segnato due gol in due minuti con Andrea Dossena ed Edinson Cavani, si era fatta riprendere da un’autorete di Salvatore Aronica ma aveva saputo vincere nei dieci minuti finali: prima un rigore con espulsione di Giuseppe Biava e trasformazione di Cavani, poi ancora il Matador a firmare la tripletta personale e fare 25 in campionato. Anche grazie a quel successo i partenopei si sarebbero qualificati direttamente in Champions League (terzi alle spalle di Milan e Inter), la Lazio si sarebbe dovuta accontentare della quinta posizione, solo per svantaggio nel doppio confronto con l’Udinese. (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

E’ certamente molto lungo lo storico che unisce Napoli e Lazio, in diretta tra poche ore al San Paolo: andiamo quindi a curiosare in qualche dato importante. Dal 1929 a oggi infatti i due club hanno collezionato ben 147 precedenti, tra Coppa Italia, campionato cadetto e Serie A: possiamo inoltre aggiungere che in tutto sono state 55 le vittorie dei campani nello scontro diretto e 46 le affermazioni dei biancocelesti e contiamo anche 46 pareggi trovati al triplice fischio finale. Va inoltre aggiunto che risale ovviamente al turno di andata del campionato di Serie A in corso l’ultimo testa a testa tra Napoli e Lazio. Nella prima giornata della stagione all’olimpico fu successo dei campani per 2-1 grazie alle reti di Milik e Insigne: solo Immobile rispose per la squadra di Inzaghi. (agg Michela Colombo)

L’ARBITRO

Il big match fra Napoli e Lazio sarà una partita diretta questa sera dal signor Gianluca Rocchi, arbitro che fa parte della sezione Aia di Firenze. Gli assistenti di linea per il match allo stadio San Paolo saranno Alberto Tegoni della sezione di Milano e Stefano Alassio della sezione d’Imperia, il quarto uomo sarà Davide Massa, anch’egli della sezione d’Imperia. Al Var ci saranno invece Gianluca Manganiello e l’assistente Avar Giorgio Peretti. Per Rocchi si contano fino a questo momento sette precedenti direzioni stagionali in Serie A, con 32 cartellini gialli comminati. Per l’arbitro toscano abbiamo anche due cartellini rossi comminati e ben cinque calci di rigore fischiati. È significativo osservare, in conclusione della nostra panoramica sull’arbitro di Napoli Lazio, che questo sarà soltanto il primo incrocio stagionale tra il Napoli e il signor Gianluca Rocchi, che invece ha già arbitrato la Lazio in occasione del derby capitolino perso per 3-1 dalla Lazio il 29 settembre scorso. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Napoli Laziodiretta dal signor Rocchi, si gioca alle ore 20:30 di domenica 20 gennaio, ma non chiuderà la ventesima giornata di Serie A 2018-2019 perchè, causa Supercoppa, Juventus e Milan saranno in campo lunedì. La sfida del San Paolo si prospetta affascinante: entrambe le squadre hanno anticipato il rientro dalla sosta invernale dovendo giocare gli ottavi di Coppa Italia, che hanno superato con vittorie casalinghe. Gli obiettivi sono differenti: mentre il Napoli spera ancora di accorciare il margine dalla Juventus e andare concretamente a contenderle lo scudetto, la Lazio ha bisogno di rientrare in zona Champions League e deve recuperare un punto al Milan. Più in generale potremmo dire che i partenopei stanno viaggiando alla velocità che ci si aspettava, mentre i biancocelesti non hanno ancora trovato la giusta costanza in questa stagione e dunque devono provare a serrare le fila in questo periodo che precede i sedicesimi di Europa League, obiettivo importante della società e appuntamento che coinvolgerà anche il Napoli. La squadra di Carlo Ancelotti prima della sosta ha saputo riscattare la sconfitta di San Siro battendo il Bologna sul filo di lana; male invece la Lazio che, pareggiando in casa contro il Torino, è stata appunto scavalcata dal Milan. Adesso spazio alle probabili formazioni della partita, perchè mancano soltanto poche ore alla diretta di Napoli Lazio e non vediamo l’ora di viverla insieme per vedere come andranno le cose.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI LAZIO

In Napoli Lazio sono ancora squalificati Koulibaly e Lorenzo Insigne, in più Hamsik non recupera e anche Allan deve osservare un turno di stop: emergenza per Ancelotti che però attraverso l’ampio turnover ha saputo mettere in ritmo tutta la rosa, e dunque ha seconde linee pronte alla bisogna. In questo caso, a centrocampo Zielinski dovrebbe stringere la sua posizione giocando da centrale insieme a Fabian Ruiz che avrà in mano le chiavi del gioco, la corsia sinistra sarà dunque presidiata da Verdi con Callejon che sarà regolarmente a destra. Difesa con Nikola Maksimovic al fianco di Raul Albiol, in porta probabile conferma per Meret mentre Malcuit e Ghoulam saranno i terzini; nel reparto offensivo sarà il ristabilito Mertens a fare coppia con Milik. Lazio schierata con il canonico 3-5-1-1 e il solito dubbio tra Luis Alberto (favorito) e Joaquin Correa a supporto di Immobile; davanti a Strakosha il terzetto con Luiz Felipe, Acerbi e Radu, alla squalifica di Marusic Simone Inzaghi sopperirà cambiando la fascia di Lulic e inserendo Jordan Lukaku sulla mancina. In mezzo è tornato Lucas Leiva, che guiderà la squadra con il supporto di Parolo e Sergej Milinkovic-Savic.

QUOTE E PRONOSTICO

In Napoli Lazio i partenopei hanno il favore del pronostico: la pensa in questo modo anche l’agenzia di scommesse Snai, che ha assegnato un valore di 1,80 volte la somma giocata all’eventualità della loro vittoria, identificata dal segno 1. Per il pareggio dovrete scommettere sul segno X e guadagnereste una cifra pari a 3,65 volte quello che avrete messo sul piatto, mentre il segno 2 per il successo esterno dei biancocelesti porta in dote 4,50 volte la puntata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA