Diretta / Milano Virtus Bologna (risultato finale 84-86): Segafredo in semifinale!

- Claudio Franceschini

Diretta Milano Bologna, risultato finale 84-86: finale thrilling nel quarto di finale di Coppa Italia, la Segafredo rischia di sciupare tutto ma alla fine vince e ottiene la qualificazione.

Kevin_Punter_Virtus_Bologna_lapresse_2018
Diretta Nanterre Virtus Bologna, andata quarti Champions League (Foto LaPresse)

DIRETTA MILANO VIRTUS BOLOGNA (RISULTATO FINALE 84-86)

Milano Virtus Bologna 84-86: la Segafredo fa il colpo grosso, elimina la testa di serie numero 1 del tabellone e vola in semifinale di Coppa Italia, dove incrocerà  Cremona che ha battuto Varese qualche ora prima. Partita perfetta o quasi della Virtus, che dopo un primo quarto nel quale aveva mostrato di potersela giocare ci ha messo grinta, intensità  e percentuali, sorprendendo l’Olimpia che per il secondo anno consecutivo viene eliminata al primo turno della Final Eight. E’ la partita di Tony Taylor, che per una volta pensa ai punti (sono 23) e non agli assist: il playmaker è esiziale nel punire l’allegra difesa di Milano, che trova i punti di Vlado Micov nel quarto periodo ma anche la serata pessima di un Mike James che chiude con percentuali pessime e un apporto solo a rimbalzo, dove peraltro domina Yanick Moreira che è un fattore tanto quanto Amath M’Baye e Pietro Aradori. L’orgoglio e la qualità  di Milano però non vanno sottovalutate mai: per due volte infatti l’Olimpia si avvicina di talento, James dopo aver tirato 0/7 dall’arco infila la tripla del -6 che costringe Stefano Sacripanti a chiamare timeout. Milano fa di tutto per perderla (James arriva a 3/15 sbagliando dall’area), Bologna ci mette del suo per non vincerla perdendo due palloni in serie, gli ultimi istanti registrano una serie di errori per scarsa lucidità  da parte delle due squadre con la Virtus che difende due possessi pieni di vantaggio. Taylor va in lunetta e fa 1/2, ma il finale è pazzo: Milano recupera tutto lo svantaggio ma il canestro finale non è valido perchè arriva fuori tempo massimo, vince Bologna che va in semifinale. (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO VIRTUS BOLOGNA (54-63): 4^ QUARTO

Milano Virtus Bologna 54-63: continua la grande partita della Segafredo, che nel terzo periodo addirittura allunga e si prende una buona fetta di semifinale di Coppa Italia. James Nunnally inizia alla grande anche il secondo tempo, ma rimane l’unico giocatore in grado di ruggire per l’Olimpia: quando si spegne lui la squadra di Simone Pianigiani va in apnea e subisce i canestri degli ispiratissimi Tony Taylor e Amath M’Baye (ex della partita), mentre Yanick Moreira è in odore di doppia doppia con i rimbalzi. Dalla lunetta Brian Qvale fa +11 proprio negli ultimi secondi del periodo; Nunnally perde un pallone sanguinoso ma Kelvin Martin fa lo stesso e Mindaugas Kuzminkas punisce, e dunque si arriva all’ultimo quarto con un vantaggio vicino alla doppia cifra da parte della Segafredo, che ora ci può davvero credere ma deve saper resistere a quella che sarà la sfuriata dell’Olimpia nei 10 minuti che chiuderanno questa partita. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Milano Virtus Bologna, come tutte le partite della Coppa Italia di basket, è trasmessa sulla televisione di stato: i canali sono Rai Sport (numero 57 del vostro telecomando) e Rai Sport + (58), con la possibilità come sempre di assistere alla partita del Nelson Mandela Forum attraverso apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone, attivando la diretta streaming video dal sito www.raiplay.it, senza costi aggiuntivi.

MILANO VIRTUS BOLOGNA, STREAMING VIDEO SU RAIPLAY

MILANO VIRTUS BOLOGNA (36-41): 3^ QUARTO

Milano Virtus Bologna 36-41: la Segafredo è in partita eccome, anzi svolta alla boa di metà tempo con il vantaggio nel quarto di finale. L’attacco dell’Olimpia si inceppa all’improvviso: non James Nunnally che continua a produrre punti, ma Mike James è in una serata in cui spara a salve (1/8) e così la Virtus ha buon gioco nello scatenarsi con 24 punti segnati che, contrapposti agli appena 14 di Milano, sanciscono un succoso +5 al 20’ minuto. Per Yanick Moreira i punti sono 9 con appena quattro tiri, poi ci sono gli 8 di Pietro Aradori; Bologna è viva, vivissima e dimostra d avere talento in abbondanza, quantomeno a sufficienza per fare partita di vantaggio contro la squadra più forte del nostro basket. L’Olimpia rischia dunque di subire la stessa fine dello scorso anno, cioè un’eliminazione ai quarti di Coppa Italia; la partita del Nelson Mandela Forum di Firenze comunque è ancora lunghissima e può succedere di tutto, a questo punto però è sicuramente lecito pensare che la Virtus possa realmente condurla in porto… (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO VIRTUS BOLOGNA (22-17): 2^ QUARTO

Milano Virtus Bologna 22-17: inizio veemente da parte dei campioni d’Italia in carica, che con un James Nunnally sempre più sugli scudi (5 punti nei primi tre minuti) mette subito in chiaro le cose contro una Segafredo che segna solo con David Cournooh il primo canestro della partita, poi subisce un parzialone di 9-0 da parte dell’Olimpia. Da cui però la Virtus ha tratto orgoglio per, finalmente, iscriversi alla partita: Yanick Moreira e Tony Taylor si sono messi in moto e hanno improvvisamente ricucito lo strappo, proprio quando sembrava che l’Armani Exchange potesse spiccare il volo e, almeno virtualmente, archiviare la pratica del quarto di finale di Coppa Italia. Tuttavia Milano resta superiore: altro bel parziale spinto da Nunnally e Jeff Brooks, e il finale di primo quarto è di marca meneghina anche se la tripla di Pietro Aradori ha provato a metterci una pezza. La partita comunque si mantiene bella, perchè entrambe le squadre sembrano essere in palla: vedremo nel proseguimento della serata come andranno le cose. (agg. di Claudio Franceschini)

MILANO VIRTUS BOLOGNA (0-0): PALLA A DUE!

Eccoci alla palla a due di Milano Virtus Bologna: prima di lasciare la parola al campo vale la pena ricordare che l’anno scorso entrambe le squadre si erano qualificate alla Final Eight di Coppa Italia. Per l’Olimpia era stato uno shock: testa di serie numero 2, la squadra di Simone Pianigiani aveva perso nettamente (87-105) contro la Cantù trascinata da Jaime Smith (23 punti e 8 assist) e dall’attuale giocatore milanese Christian Burns (12 rimbalzi). Aveva perso male anche la Virtus, sconfitta 83-97 dalla Brescia di Lee Moore (22 punti) e Luca Vitali (7 rimbalzi e 6 assist); il particolare che riguarda la Segafredo riguarda il fatto che poi la squadra, affidata all’epoca ad Alessandro Ramagli, era calata sensibilmente non riuscendo a qualificarsi ai playoff. E’ chiaro che in casa emiliana si spera di non dover ripetere gli accadimenti di 12 mesi fa; intanto però la concentrazione è già massima per questo quarto di finale, e allora anche noi ci mettiamo comodi perché non vediamo l’ora di stare a vedere quello che succederà sul parquet del Nelson Mandela Forum di Firenze dove finalmente la diretta di Milano Virtus Bologna prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

LA RICCA TRADIZIONE

Milano Virtus Bologna è come ricordato una partita dalla grande tradizione: le V nere sono insieme a Treviso la squadra che nella storia ha vinto più volte la Coppa Italia (8), mentre l’Olimpia è terza nell’albo d’oro con sei successi, ultimi dei quali arrivati nel back to back 2016-2017. Il periodo d’oro bolognese è quello degli anni Novanta e primi Duemila: qui infatti l’attuale Segafredo ha ottenuto cinque titoli (dopo quello del 1984), tre dei quali con la formula della Final Four ma due con le Final Eight introdotte da poche. Impressiona anche il fatto che la squadra emiliana sia riuscita a giocare quattro finali consecutive tra il 2006 e il 2009: le ha perse tutte, l’ultima contro la Siena di Simone Pianigiani che oggi allena l’Olimpia e torna a essere avversario anche in questo contesto. Il primo trofeo per Milano è del 1972: la Simmenthal aveva avuto la meglio su Varese, reduce da tre successi in fila, nella favolosa rivalità di quel periodo. L’allenatore era naturalmente Cesare Rubini, in semifinale l’Olimpia aveva vinto il derby contro la Pallacanestro Milano 1958 che esiste ancora, anche se relegata nelle serie minori. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Milano Virtus Bologna, secondo quarto di finale nella Coppa Italia 2018-2019 di basket, si gioca alle ore 20:45 di giovedì 14 febbraio: siamo al Nelson Mandela Forum di Firenze, sede confermata rispetto allo scorso anno per la Final Eight. Le due squadre, la cui vincente andrà a giocare contro una tra Cremona e Varese – sapendo già quale delle due – sono la prima e l’ottava nel girone di andata del campionato, che secondo una formula in voga ormai da anni ha formato il tabellone ad eliminazione diretta per il torneo; rispetto ad allora si sono disputate quattro giornate e la situazione non è cambiata di molto. L’Olimpia, reduce dal +37 rifilato a Pesaro, continua a mantenere il suo primo posto con tre gare di distacco su Venezia, che sarebbero quattro se non fosse arrivata la sconfitta a tavolino contro Pistoia; la Virtus invece ha scalato un gradino ed è ora settima, anche se nell’ultimo fine settimana ha perso a Cremona mantiene comunque un record positivo (10-9) e dunque ha la concreta possibilità di tornare a giocare quei playoff, che considerati obiettivo minimo, erano sfuggiti lo scorso anno. Intanto però si sta per giocare per la Coppa Italia, e dunque vedremo come andranno le cose nella diretta di Milano Virtus Bologna la cui diretta è attesa ormai tra poche ore.

RISULTATI E PRECEDENTI

Sarà il terzo incrocio stagionale per Milano Virtus Bologna: l’andata di campionato era stata giocata al PalaDozza e l’Olimpia si era imposta per 88-79 grazie ai 26 punti, 4 rimbalzi e 6 assist di Mike James mentre la Virtus aveva cavalcato la doppia doppia da 18 punti e 12 rimbalzi di Brian Qvale, che però non era stato sufficiente per portare a casa la vittoria. Per la Segafredo le cose sono andate anche peggio tre settimane fa, visto che al Mediolanum Forum è finita 94-75: 12 punti e 7 rimbalzi di Jeff Brooks, punta di diamante di una prestazione corale da parte dell’Olimpia che aveva tenuto gli avversari al 15,8% dall’arco. Per la Virtus Bologna i 18 punti di Tony Taylor erano stati il miglior dato realizzativo; queste due partite naturalmente ci dicono di quale sia il margine tra due squadre che, per quanto accomunate da una grande storia, sono di diversa qualità. Ancora oggi Milano domina la scena essendo riuscita a rappresentare alla perfezione il post-Mens Sana, la Virtus invece è tornata in Serie A1 soltanto da due stagioni, ha chiaramente l’ambizione di tornare a splendere e vincere ma per il momento si accontenta di essere a Firenze e giocarsi la Coppa Italia, e ovviamente spera come già detto di avere un posto nei prossimo playoff. Se sarà così lo vedremo, intanto concentriamoci sul quarto di finale di questo torneo che potrebbe riservarci sorprese…

© RIPRODUZIONE RISERVATA