Diretta/ Catania Paganese (risultato finale 2-1) streaming video tv: vittoria etnea!

- Claudio Franceschini

Diretta Catania Paganese, streaming video e tv: al Massimino gli etnei cercano immediato riscatto dopo aver perso a Trapani, gli stellati invece arrivano da quattro ko consecutivi.

Esposito Diop Catania Paganese lapresse 2019
Diretta Paganese Rieti, Serie C girone C (Foto LaPresse)

DIRETTA CATANIA PAGANESE (2-1): VITTORIA DI MISURA DEGLI ETNEI!

Al termine di un match meno sofferto di quanto non dica il punteggio (anche se a onore dei campani, dati per spacciati alla vigilia, va detto che sono riusciti a restare in partita fino alla fine), il Catania conquista l’ennesima vittoria casalinga al “Massimino” battendo per 2-1 il fanalino Paganese che oggi ha però dimostrato di valere qualcosa in più della sua classifica. A rivelarsi decisivo, in una ripresa che ha visto gli etnei costantemente all’attacco, è stata la solita magica di Ciccio Lodi attorno all’ora di gioco: a dire la verità successivamente la squadra di De Sanzo ha avuto pure qualche piccola occasione per cercare il pareggio ma senza mai impensierire davvero Pisseri tranne quando Parigi spreca malamente di testa al minuto 82 un bel cross di Tazza; sull’altro versante, invece, i rossoazzurri hanno fallito nell’ultima mezzora il tris prima con il neo entrato Carriero al 79’, poi con Manneh all’83’ e infine con Di Piazza che, messo da solo dal solito Lodi davanti a Santopadre, si fa ipnotizzare dal numero uno ospite. E così dopo soli tre minuti di recupero la squadra di Sottil vince comunque con merito e sale a quota 50, a una sola lunghezza dal Catanzaro secondo, mentre la Paganese resta mestamente a quota 9 ma non ha ancora definitivamente alzato bandiera bianca per quanto riguarda il discorso salvezza. (agg. di R. G. Flore)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Non sarà possibile assistere alla diretta tv di Catania Paganese: la partita infatti, come tutte le altre del campionato di Serie C, è esclusiva della piattaforma elevensports.it che per la quinta stagione consecutiva fornisce l’intero programma della terza divisione in abbonamento o tramite acquisto del singolo evento, naturalmente in diretta streaming video e dunque dovendo usufruire di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo che per chi rinnovasse la sottoscrizione dall’annata precedente non sono previsti costi.

GOL MAGICO DI LODI!

Dopo un primo tempo dominato, al termine del quale però i ragazzi di Sottil si sono fatti fermare sull’1-1 da una Paganese brava a passare in vantaggio e anche un po’ fortunata nel difendersi, la ripresa vede il Catania ricominciare l’assalto all’arma bianca alla porta difesa da Santopadre: tuttavia, una delle chance più ghiotta capita però sulla testa del campano Piano, che però non sfrutta. E solamente dopo quasi un quarto d’ora di manovra che però non produce reali pericoli al minuto 58 gli etnei passano: a togliere le castagne dal fuoco ci pensa l’esperto Lodi con una prodezza balistica delle sue di sinistro che fa esplodere il pubblico presente al “Massimino”: 2-1 e rimonta completata! Avanti nel punteggio, i rossoazzurri vanno alla ricerca del tris che metterebbe in ghiaccio il risultato ma al 60’ Santopadre compie un gran gesto tecnico negando la gioia della rete a Curiale. I ragazzi di De Sanzo abbozzano comunque una reazione ma non impensieriscono Pisseri: intanto, a differenza del suo collega che non ha ancora effettuato sostituzioni, Sottil al 70’ effettua altri due cambi con Brodic e Carriero che rilevano Curiale e Angiulli. (agg. di R. G. Flore)

ETNEI ANCORA PERICOLOSI!

È terminato sul punteggio di 1-1 il primo tempo della sfida tra Catania e Paganese allo stadio “Massimino”: e contrariamente ai pronostici della vigilia c’è equilibrio tra due compagini dal tasso tecnico comunque molto differente anche se il Catania, dopo aver rimediato al vantaggio lampo a sorpresa dei campani con Capece, sono stati bravi a rimettere subito la barca in linea di galleggiamento con Biagianti e poi hanno pressato per tutta la frazione, sfiorando un vantaggio che sarebbe stato tutto sommato meritato in diverse occasioni. Dopo le chance in precedenza vitate, vanno segnalate nel finale ancora quelle capitate nel giro di pochi secondi ad Angiulli e Curiale, prima che al 41’ ci provi anche il centrale difensivo Silvestri con un bel colpo di testa che però viene bloccato da Santopadre. E poco prima del duplice fischio del direttore di gara i ragazzi di Sottil sfiorano ancora la rete con Manneh, uno dei più attivi ma anche imprecisi, dato che il suo colpo di testa su una rovesciata maldestra di Angiulli finisce fuori. (agg. di R. G. Flore)

PARI DI BIAGIANTI ALL’8′!

Sfida tra due compagini assolutamente agli antipodi allo stadio “Massimino” tra Catania e Paganese, con gli etnei lanciati verso la rincorsa alla vetta della classifica e i campani che invece si presentano in questa trasferta siciliana con una delle peggiori difese e col disperato bisogno di punti salvezza. E almeno dal punto di vista dello spettacolo i primi 10’ sono da incorniciare: a passare in vantaggio a sorpresa al minuto 7 sono infatti gli ospiti allenati da Fabio De Sanzo, con Capece che si esibisce in un gran calcio piazzato. 0-1 e rossoazzurri già costretti a inseguire! Ma passano solo 60 secondi e arriva il pareggio flash: al minuto 8 è capitan Biagianti a impattare che su una respinta corta della difesa ospite spara di prima battendo Santopadre: 1-1 e tutto di nuovo in parità! Dopo questo avvio scoppiettante i primi 30’ vedono i siciliani sfiorare più volte la seconda rete, prima con Marotta all’11’ e poi con Manneh al 17’. Quella degli uomini di Andrea Sottil diventa pian piano una vera marea tanto che la terza occasione di raddoppiare capita sui piedi di Curiale al 21’, a certificazione di una superiorità territoriale che sembra possa portare da un momento all’altro alla rete. (agg. di R. G. Flore)

SI COMINCIA!

Tra pochi minuti avrà inizio Catania Paganese, partita valida per la ventisettesima giornata di campionato di Serie C girone C, andiamo allora adesso a leggere alcuni dati statistici sulle due formazioni, per avvicinarci al fischio d’inizio. Al Massimino gli etnei sono quasi una sentenza: in 11 gare disputate nello stadio amico, la compagine siciliana ha ottenuto 10 successi e una sola sconfitta. Con 4 reti subite i rosso-azzurri sono la seconda miglior difesa interna del girone C, mentre il numero dei gol siglati è 24, oltre due a partita. In trasferta il Catania zoppica un po’ di più, avendo perso 4 volte. In totale gli elefanti hanno ottenuto 14 vittorie, 5 pari e 5 ko con 36 reti fatte e 15 subite. La Paganese in trasferta ha vinto solo una volta, con 2 pareggi e 9 sconfitte. Il numero di reti segnate in trasferta è 10; 27 sono quelle subite, record negativo del girone. In totale i campani hanno subito 59 gol e sono la peggior difesa del campionato. Adesso però non è più tempo per i numeri: la partita sta per cominciare, parola al campo per tutte le emozioni di Catania Paganese!

I TESTA A TESTA

Aspettando la diretta di Catania Paganese, che è sempre più vicina, possiamo adesso fermarci a leggere le parole di Matteo Di Piazza, attaccante del Catania che dopo la sconfitta nel derby contro il Trapani non vuole alzare bandiera bianca e ha lanciato il guanto di sfida alle rivali del girone C di Serie C: “Sto cercando di arrivare più in fretta possibile al raggiungimento della forma fisica migliore. Siamo rammaricati per avere perso una gara in cui abbiamo creato tante palle-gol importanti. Se Tulli si inventa un gol da fenomeno non posso dire nulla, il calcio è anche questo. Noi non dobbiamo fare altro che continuare a lavorare come stiamo facendo, giorno dopo giorno. Il rendimento tra le mura amiche è ottimale, dobbiamo fare altrettanto in trasferta. Non manca niente al Catania per vincere il campionato. Siamo un gruppo unito”. Lo spirito è quello giusto, ma il Catania saprà tradurlo anche in risultati sul campo per rimontare? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I TESTA A TESTA

Analizzando lo spettro dei precedenti di Catania Paganese, troviamo tante partite: già negli anni Settanta infatti queste due squadre si erano trovate faccia a faccia in Serie C, mentre riferendoci al solo periodo recente (cioè dal 2015) le partite disputate sono sette con gli etnei nettamente in vantaggio, avendo vinto cinque volte con un pareggio e una sconfitta. Al Massimino la Paganese non ha mai vinto, se non in passato: le uniche due affermazioni sono interne e l’ultima di queste è arrivata nel di due anni fa, quando i gol di Raffaele Alcibiade e Marco Firenze avevano fatto meglio dell’autorete di Luigi Carillo. Tra le vittorie del Catania spiccano invece le goleade: possiamo considerare tale anche il 4-2 dello scorso ottobre, ma c’è un 5-2 esterno nel novembre 2017 e soprattutto il roboante 6-0 del marzo scorso, che è anche l’ultimo incrocio giocato al Massimino. Quel giorno Maks Barisic aveva realizzato una doppietta, gli altri go erano stati firmati da Marco Biagianti, Andrea Mazzarani, Davis Curiale e Luka Bogdan. Tre reti per tempo e la Paganese di Fabio De Sanzo era uscita demolita da questo stadio, oggi per quello che dice la classifica la situazione potrebbe anche essere simile… (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Catania Paganese, valida per la ventottesima giornata del campionato di Serie C 2018-2019, fa parte del calendario del girone C: al Massimino si gioca alle ore 14:30 di domenica 17 febbraio. Sulla carta non c’è storia: gli etnei arrivano a questa partita con un vantaggio di 38 punti sugli stellati, che sono ultimi in classifica se non consideriamo il Matera, che peraltro sul campo avrebbe viaggiato ad un ritmo più alto. Tuttavia la squadra di Andrea Sottil ha bisogno di ritrovare la vittoria dopo essere caduta a Trapani: il ko nella sfida diretta ha fatto retrocedere il Catania al quarto posto, e adesso la partita in più giocata dagli stessi granata non sarebbe più un fattore per il sorpasso visto che i punti di distanza sono 4. Una partita che calza a pennello per ripartire di slancio e non perdere di vista l’obiettivo della fase nazionale dei playoff; per la Paganese l’unico traguardo possibile è quello della salvezza, ma la squadra campana ha perso contro il Monopoli (in casa) la quarta partita consecutiva e la settima nelle ultime nove, in stagione ha vito una sola volta e nel 2019, in cinque gare, ha raccolto appena un punto. Situazione disperata anche perchè le avversarie più vicine in classifica, il tandem Siracusa-Bisceglie, hanno 10 punti in più. Vediamo dunque come le due squadre si possono disporre in campo per affrontare la diretta di Catania Paganese, attesa ormai tra poche ore.

PROBABILI FORMAZIONI CATANIA PAGANESE

In Catania Paganese, Andrea Sottil potrebbe cambiare qualcosa rispetto alla sconfitta di Erice: la difesa resterà la stessa con Aya e Silvestri a protezione di Pisseri, mentre Calapai e Baraye agiranno sugli esterni in qualità di terzini. A centrocampo dovrebbe tornare Angiulli, che può prendere il posto di Carriero con la conferma di Bucolo in qualità di regista basso e di capitan Biagianti, mentre come al solito Lodi farà un passo avanti e andrà a giostrare come trequartista assistendo i due attaccanti. Tra Curiale, Di Piazza e Marotta è sfida aperta: giocheranno due di questi tre. La Paganese invece potrebbe confermare il 4-3-1-2 di mercoledì sera: cerca riscatto Scarpa, che con la squadra sotto 0-2 ha calciato alle stelle il rigore che avrebbe potuto riaprire la partita. Il numero 10 sarà il collante tra gli attaccanti (Parigi e Di Renzo) e un centrocampo nel quale Carotenuto e Navas giocheranno come mezzali a protezione della regia di Capece; Dellafiore e Acampora saranno invece schierati come centrali difensivi davanti a Galli, Tazza e Della Corte dovrebbero essere invece i terzini nella linea a quattro di Fabio De Sanzo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA