Diretta/ Napoli-Torino (risultato finale 0-0): Juventus a +13, addio allo Scudetto?

Diretta Napoli Torino, streaming video e tv: Walter Mazzarri torna al San Paolo per sfidare la sua ex squadra e cercare punti utili per l’Europa, Carlo Ancelotti crede ancora nello scudetto.

17.02.2019, agg. il 18.02.2019 alle 01:01 - Claudio Franceschini
Insigne tiro Aina Nkoulou Napoli Torino lapresse 2019
Lorenzo Insigne (Foto LaPresse)

DIRETTA NAPOLI-TORINO (RISULTATO FINALE 0-0): JUVENTUS A +13, ADDIO SCUDETTO?

Sicuramente la diretta Napoli Torino ci ha detto che il sogno Scudetto degli azzurri è praticamente svanito. La squadra di Carlo Ancelotti ora si trova a tredici punti da una Juventus che sembra ormai ad un passo dal vincere l’ottavo Scudetto consecutivo, il quinto su cinque dell’era di Massimiliano Allegri. La squadra campana non deve mollare certo la presa, anche se il mirino è palesemente spostato verso l’Europa League con una Juve che è stata in grado di fare 66 punti arrivati alla metà di febbraio. La strada è ancora lunga, ma di certo questi due 0-0 consecutivi con Fiorentina e oggi Torino tolgono molte delle speranze di un Napoli che aveva approfittato del pari interno della Juventus col Parma per portarsi in quel caso a -9. Cosa accadrà lo potrà dire solo il tempo, certo è che vincere il titolo sarà da oggi ancora più difficile. (agg. di Matteo Fantozzi)

SOLO UN PARI PER I PARTENOPEI

Arriva un altro 0-0 in campionato per il Napoli che tra le mura amiche del San Paolo non va oltre il pareggio contro il Torino, la Juventus vola a +13 in classifica con l’Inter che si riavvicina al secondo posto. Gli sforzi dei partenopei si rivelano inutili, nel recupero gli uomini di Ancelotti rischiano di rimanere in dieci per l’espulsione di Allan che, già ammonito, si vede sventolare in faccia il secondo giallo per un fallo tattico su Belotti, lanciatissimo in campo aperto. In realtà c’è stato uno scambio di persona, a intervenire in maniera irregolare è stato Malcuit, decisione corretta prontamente dal VAR. In ogni caso la sostanza non cambia, i granata stringono i denti e portano a casa un pareggio di prestigio. {agg. di Stefano Belli}

PALO CLAMOROSO DI INSIGNE

Quando mancano circa quindici minuti al novantesimo Napoli e Torino rimangono inchiodati sullo 0-0. Evidentemente non è serata per Milik che continua a presentarsi nell’area di rigore avversaria ma ogni volta finisce con il calciare addosso a Sirigu. Stasera il portiere granata sembra insuperabile, al 68′ compie un’altra prodezza nei confronti di Milik che ce la sta mettendo tutta per segnare ma la porta del Toro sembra davvero stregata per il centravanti polacco. Ancelotti si affida allora all’artiglieria pesante con Verdi e Mertens che prendono il posto di Fabian Ruiz e Callejon, forze fresche per cercare i tre punti. Al 74′ la sfortuna si accanisce sul Napoli con il palo colpito da Insigne che era andato alla conclusione con un magnifico destro a giro. {agg. di Stefano Belli}

SIRIGU SALVA SU FABIAN RUIZ

Diretta Napoli-Torino 0-0: da circa dieci minuti è ricominciato il match al San Paolo, continua a prevalere l’equilibrio sul terreno di gioco con i partenopei che non riescono a sbloccare l’impasse nonostante le tante occasioni create, soprattutto nella prima frazione di gioco. Anche a inizio ripresa, comunque, gli uomini di Ancelotti non rinunciano ad affacciarsi dalle parti di Sirigu con Fabian Ruiz che al 52′ chiama nuovamente al dovere l’estremo difensore granata che deve distendersi per mettere il pallone in calcio d’angolo e scongiurare il peggio. L’undici di Mazzarri fatica a ripartire e si affida al catenaccio per arginare gli assalti dei padroni di casa, alla ricerca disperata del gol. {agg. di Stefano Belli}

RINCON MURATO DA KOULIBALY

Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo si rinnova il duello tra Insigne e Sirigu, ancora una volta ha la meglio il portiere di Mazzarri che respinge la conclusione potente ma non abbastanza angolata del nuovo capitano dei partenopei dopo la partenza di Hamsik. Milik continua a sciupare palle gol, al 33′ il polacco manca nuovamente il bersaglio grosso da distanza ravvicinata, graziando i granata che in più di un’occasione si sono fatti trovare troppo scoperti nella loro trequarti. Gli ospiti battono un calcio di punizione con Ansaldi, pallone che sbatte sulla schiena di Koulibaly: corner, Fabian Ruiz allontana senza troppi patemi d’animo. Allo scoccare del 45′ Rincon calcia a botta sicura, decisivo Koulibaly che mura la conclusione togliendo le castagne dal fuoco a Ospina. Napoli e Torino vanno al riposo sullo 0-0. {agg. di Stefano Belli}

MILIK SCIUPA, SIRIGU FERMA INSIGNE

Alla mezz’ora del primo tempo il punteggio di Napoli-Torino resta sullo 0-0. La formazione di Ancelotti, che nelle battute iniziali del match aveva preso le misure agli avversari, ora ha rotto decisamente gli indugi andando più volte vicina al gol. Al 15′ Milik in girata liscia il pallone a pochi passi da Sirigu, sessanta secondi più tardi Zielinski prolunga alla perfezione per l’attaccante polacco che anche in questo caso non ci arriva per un soffio, sprecando così tre buone occasioni in breve tempo, considerando anche il tentativo al 19′ facilmente neutralizzato dall’estremo difensore granata. Palla gol colossale anche per Insigne che al 21′ trova l’opposizione di Sirigu che salva Mazzarri dallo 0-1. Belotti cerca di partire in contropiede ma viene contrastato da Malcuit che gli sradica il pallone dai piedi. {agg. di Stefano Belli}

SIRIGU ANTICIPA CALLEJON

Al San Paolo è cominciata la sfida tra Napoli e Torino, al decimo del primo tempo il punteggio resta fermo sullo 0-0. A inizio gara i granata di Mazzarri provano subito a intimidire i partenopei con i duri interventi di Lukic su Fabian Ruiz e Moretti su Callejon: entrambi si rialzano, seppur doloranti, e sono in grado di proseguire. Proprio l’attaccante spagnolo al 9′ si rende pericoloso sbucando all’improvviso sul suggerimento di Insigne, Sirigu non si lascia però sorprendere e mette la palla in calcio d’angolo, sventando il pericolo nell’area piccola. Napoli che con il passare dei minuti vorrà sicuramente alzare i ritmi e il baricentro, per impedire agli ospiti di distendersi in contropiede. {agg. di Stefano Belli}

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Napoli Torino sarà riservata esclusivamente agli abbonati alla televisione satellitare, che potranno seguirla sui canali Sky Sport Uno (201), Sky Sport Serie A (202) o Sky Sport 251, eventualmente utilizzando il codice 420111 per acquistare il singolo evento. Naturalmente ci sarà la possibilità di seguire questa partita anche in diretta streaming video, collegando fino a due apparecchi mobili – PC, tablet o smartphone – ai dati del vostro abbonamento per attivare l’applicazione Sky Go senza costi aggiuntivi.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Siamo ormai ad un passo da Napoli Torino: i partenopei stanno ovviamente viaggiando a velocità ridotta rispetto allo scorso anno, Carlo Ancelotti ha pareggiato per 0-0 le ultime due trasferte (contro Milan e Fiorentina) e in questo modo non è riuscito a tenere il passo della Juventus e provare a ridurre il margine. Resta comunque esaltante il rendimento del Napoli che, insieme alla Juventus, rimane l’unica squadra capace di centrare due o più punti a partita; il Torino è ancora una delle migliori squadre da trasferta del campionato, fuori casa ha perso solo contro la Roma (metà gennaio) ma per contro bisogna anche dire che i granata hanno vinto solo due volte in 12 partite, dunque la media punti è ancora peggiore rispetto a quella casalinga. Ora però dobbiamo andare a metterci comodi e lasciare che a parlare sia il campo, perchè non vediamo l’ora di scoprire quello che succederà nella diretta di Napoli Torino, ecco le formazioni ufficiali! NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Allan, Fabian, Zielinski; Insigne, Milik. A disposizione: Meret, Karnezis, Verdi, Luperto, Mertens, Chiriches, Ghoulam, Diawara. Allenatore: Ancelotti TORINO (3-5-1-1): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Lukic, Rincon, Ansaldi, Aina; Berenguer; Belotti. A disposizione: Ichazo, Rosati, Baselli, Zaza, Falque, Damascan, Meite, Parigini, Bremer, Ferigra. Allenatore: Mazzarri (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Per la diretta di Napoli Torino andiamo a vedere un po’ di numeri con i precedenti. Le due squadre tra Piemonte e Campania si sono incontrate per ben 149 volte di cui 133 in Serie A, 12 in Coppa Italia e 4 in cadetteria. Il bilancio è in equilibrio con il Napoli che ha vinto 48 volte e il Torino che si è imposto per 44 sono invece 57 i pareggi. Clamoroso è il dato sui gol fatti e subiti che sono 180 sia da una parte che dall’altra. L’ultimo successo degli azzurri in casa contro i granata risale al dicembre del 2016 in una gara terminata con un rocambolesco 5-3. Era una delle prime volte che Maurizio Sarri, all’epoca allenatore dei campani, schierava Dries Mertens punta centrale e fu ripagato con una tripletta nei primi 20 minuti. Il belga segnò anche il personale poker al minuto ottanta, l’altro gol del Napoli fu siglato dal difensore rumeno Vlad Chiriches. Le reti granata portarono la firma di Andrea Belotti, Luca Rossettini e Iago Falque quest’ultimo su calcio di rigore. (agg. di Matteo Fantozzi)

ARBITRA FABBRI

Il posticipo Napoli Torino sarà una partita diretta da Michael Fabbri, arbitro della sezione Aia di Ravenna che questa sera allo stadio San Paolo del capoluogo partenopeo sarà affiancato dalla seguente squadra arbitrale: i due guardalinee Luca Mondin ed Elenito Giovanni Di Liberatore, il quarto uomo Daniele Chiffi, l’addetto alla VAR che sarà il signor Federico La Penna ed infine l’assistente AVAR Fabrizio Posado. Nato a Faenza e classe 1983, il signor Michael Fabbri nel corso di questa stagione ha già arbitrato altre nove partite di Serie A, nelle quali ha comminato 43 cartellini gialli, una sola espulsione per rosso diretto e due calci di rigore. Contiamo inoltre per il signor Michael Fabbri un precedente stagionale sia con il Napoli sia con il Torino: per i partenopei la vittoria 1-0 sulla Fiorentina del 15 settembre, per i granata invece il pareggio per 1-1 del 27 ottobre, curiosamente pure in questo caso contro la Fiorentina. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Napoli Torino, che verrà diretta dal signor Michael Fabbri, chiude il programma di domenica 17 febbraio per la ventiquattresima giornata nel campionato di Serie A 2018-2019: al San Paolo si gioca infatti alle ore 20:30. I partenopei, reduci dall’impegno di Europa League, hanno pareggiato senza reti le ultime due trasferte: in questo modo hanno vanificato i due punti recuperati alla Juventus con la brillante vittoria sulla Sampdoria, anzi sono scivolati a -11 complicandosi la vita in chiave scudetto, un obiettivo al quale comunque il gruppo continua a credere. Il secondo posto sembra essere blindato, e oggi ci sarà la possibilità di tornare a vincere contro il grande ex Walter Mazzarri, che fa nuovamente ritorno al San Paolo occupando incredibilmente la settima posizione in classifica. Reduce dalla vittoria contro l’Udinese, i granata si sono lanciati verso una qualificazione all’Europa League che sarebbe un grande traguardo, ma per centrarlo dovranno necessariamente mantenere quella continuità ancora non trovata pienamente. E’ con vivo interesse allora che aspettiamo la diretta di Napoli Torino; nel frattempo possiamo andare a vedere in che modo i due allenatori intendono disporre le loro squadre sul terreno di gioco del San Paolo, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di questo posticipo serale.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI TORINO

Carlo Ancelotti approccia Napoli Torino senza Raul Albiol e Mario Rui, e con Verdi acciaccato: davanti a Meret sarà l’ex Nikola Maksimovic ad affiancare Koulibaly, a sinistra dovrebbe giocare Ghoulam a meno che non venga proposto l’assetto con Hysaj spostato sull’altra fascia, liberando la destra per Malcuit. Callejon e Zielinski i due esterni di centrocampo, con Allan e Fabian Ruiz che sono favoriti per agire da centrali; lo spagnolo può cambiare la sua posizione con il polacco. Mertens e Milik si giocano la maglia per affiancare Lorenzo Insigne: il secondo sembra essere in vantaggio. Torino che ha come sempre il dubbio Baselli: con lui in campo Ansaldi dovrebbe allargarsi a sinistra, in caso contrario l’argentino giocherà mezzala a lato di Rincon, con Meité che agirà comunque come altro interno e De Silvestri che avrà spazio largo (altrimenti sarà Ola Aina a giocare). Davanti, Iago Falque è insidiato da Zaza tornato a disposizione; in difesa si rivede Nkoulou, dunque con Izzo certo del posto si apre il ballottaggio tra Djidji ed Emiliano Moretti, che ultimamente ha trovato minuti importanti.

QUOTE E PRONOSTICO

Partenopei nettamente favoriti per Napoli Torino: lo dicono anche le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai, secondo cui è di 1,45 volte la posta il segno 1, che identifica la vittoria dei padroni di casa. Già l’eventualità del pareggio, regolata dal segno X, vi farebbe mettere in tasca una cifra corrispondente a 4,25 quanto investito; il successo esterno dei granata, identificato dal segno 2, porta in dote una vincita paria 7,75 volte la somma messa sul tavolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA