PROBABILI FORMAZIONI LAZIO MILAN/ Quote, il duello Milinkovic-Savic vs Kessie

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Lazio Milan: le scelte di Inzaghi e Gattuso per la semifinale di andata in Coppa Italia, continua l’emergenza totale per i biancocelesti nel reparto arretrato.

Immobile tiro Bakayoko Lazio Milan lapresse 2019
Pronostico Milan Lazio (Foto LaPresse)

Più di un duello anima le probabili formazioni di Lazio Milan, ed è ancora difficile parlare di quello che potremmo vedere in campo perchè, soprattutto in casa Lazio, le scelte sono decisamente potenziali e non ufficiali. Tuttavia possiamo dire che Sergej Milinkovic-Savic si troverà a giocare una partita di qualità e sostanza contro Franck Kessie: l’ivoriano del Milan si è preso subito il centrocampo rossonero fin dalla scorsa stagione, quando i rossoneri avevano vinto la corsa di calciomercato prelevandolo dall’Atalanta. Prestazioni ottimali e uno degli insostituibili di Gennaro Gattuso, che raramente (per non dire mai) rinuncia alla fisicità di un calciatore che sa interdire ma anche partire palla al piede, come dimostrano le sue statistiche in zona offensiva. Compito dunque arduo per Milinkovic-Savic, che dopo un Mondiale da grande protagonista e le insistenti voci di una cessione (alla Juventus o al Real Madrid, ma anche lo stesso Milan lo ha concretamente cercato) ha leggermente calato le sue prestazioni e in questa prima metà abbondante di stagione ha segnato solo 4 gol (uno in Coppa Italia) mentre l’anno scorso nelle prime 28 partite si trovava già a quota 11. Il serbo resta comunque un giocatore fondamentale nel piano tattico della Lazio, deve solo trovare maggiore continuità nelle sue uscite; stasera potrebbe essere determinante nel vincere il suo duello a centrocampo e tra le linee. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Il grande protagonista nelle probabili formazioni di Lazio Milan, visto che già ieri abbiamo parlato di Lucas Biglia e del suo ritorno, non può che essere Francesco Acerbi: è lui l’altro ex di questa partita, e una certezza per Simone Inzaghi che lo scorso 27 gennaio, a seguito dell’espulsione rimediata contro il Napoli, ha saltato la partita contro la Juventus mettendo fine a una striscia pazzesca che durava da quasi quattro anni. Acerbi ha giocato con il Milan nei sei mesi tra luglio 2012 e gennaio 2013: arrivava dal Chievo dove era stato una delle rivelazioni del campionato, ma in rossonero ha avuto poco spazio (nonostante l’addio estivo di Thiago Silva) e ha giocato appena 10 partite, prima di abbandonare Milanello e tornare a vestire la maglia gialloblu. La Lazio ha deciso di puntare su di lui per sostituire Stefan De Vrij: compito arduo per Acerbi, che però ha subito dimostrato di poter essere un leader per questa squadra e ha anche segnato 3 gol in campionato. Questa sera, con la difesa in piena emergenza, il suo contributo sul terreno di gioco sarà ancora più importante che in passato, anche dalla sua prestazione passeranno le speranze della Lazio di andare a San Siro con un risultato favorevole nella semifinale di Coppa Italia. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ASSENTI

Analizzando le probabili formazioni di Lazio Milan, abbiamo già parlato di come la squadra di Simone inzaghi stia attraversando un periodo complicato dal punto di vista degli infortuni: nella difesa biancoceleste anche mercoledì sera mancheranno Bastos, Luiz Felipe e Wallace ma a loro, già indisponibili nella partita di Europa League contro il Siviglia, si aggiunge Stefan Radu. Il rumeno è stato espulso nel ritorno dei quarti di finale contro l’Inter: nel comunicato ufficiale della Lega A si legge che in occasione del calcio di rigore assegnato all’Inter, all’ultimo secondo dei tempi regolamentari, “contestava veementemente la decisione del Direttore di gara, gridando al medesimo una frase irriguardosa”. In più Radu ha anche spinto l’arbitro mettendogli una mano sul petto; viene utilizzato l’aggettivo “leggermente” ma questa specifica non ha comunque evitato al calciatore una squalifica di quattro giornate. Dunque la Lazio non potrà schierare Radu nemmeno nella partita di ritorno, nè nell’eventuale finale. La Coppa Italia per il numero 26 è finita con largo anticipo… (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOVITA’

Ecco le probabili formazioni di Lazio Milan: la partita di martedì 26 febbraio, in programma alle ore 21:00, rappresenta la prima semifinale di andata nella Coppa Italia 2018-2019. Grande momento quello dei rossoneri, che grazie al 3-0 sull’Empoli hanno difeso il loro quarto posto e fatto capire di poter anche allungare sulla concorrenza, grazie ad una rosa che sta tornando completa anche rispetto agli infortuni e ai nuovi innesti di gennaio; la Lazio invece ha saltato l’ultimo turno di campionato visto che la partita contro l’Udinese è stata rinviata a data da destinarsi; i biancocelesti arrivano dall’eliminazione subita in Europa League per mano del Siviglia e rischiano di perdere la presa sulla qualificazione alla prossima Champions League, ma sperano di andare a prendersi la quarta finale di Coppa Italia negli ultimi sette anni (mentre per i rossoneri sarebbe la seconda consecutiva e la terza nelle ultime quattro edizioni). Intanto noi vediamo quali sono i dubbi e le certezze che ancora albergano nella mente dei due allenatori a poche ore dal calcio d’inizio della semifinale, analizzando in maniera più dettagliata le loro scelte nel dettaglio delle probabili formazioni di Lazio Milan.

QUOTE E PRONOSTICO

Per scommettere su Lazio Milan potrete utilizzare le quote previste dall’agenzia di scommesse Snai, che forniscono un quadro nel quale regna l’equilibrio: se infatti il segno 1 da giocare per la vittoria dei biancocelesti vale 2,55 volte la posta messa sul piatto, l’eventualità del successo rossonero, identificata dal segno 2, vi permetterebbe di guadagnare una cifra pari a 2,75 volte quanto investito. Siamo invece ad un valore più alto, ovvero 3,35 volte la giocata, per il segno X sul quale come sempre dovrete scommettere per il pareggio.

PROBABILI FORMAZIONI LAZIO MILAN

EMERGENZA PER INZAGHI

Anche in Lazio Milan continua l’emergenza per Simone Inzaghi: Parolo c’è ma non al meglio, recupera Luis Alberto ma in difesa gli unici a disposizione sono Patric e Acerbi, il che porterà l’allenatore ad adattare qualcuno sulla linea arretrata a protezione di Strakosha. Difficile dire chi sarà: Lulic o Marusic, magari il jolly Romulo ma in ogni caso avremo una difesa nuova e che dovrà trovare gli automatismi giusti in poco tempo. A centrocampo invece si potrebbe puntare sulla qualità: ballottaggio tra Marusic e Romulo con il primo favorito perchè squalificato nella prossima di campionato, l’italo-brasiliano può tornare utile per una linea mediana dove però Inzaghi potrebbe dare libero sfogo ai giocatori di maggiore qualità, dunque Milinkovic-Savic e il già citato Luis Alberto che giostreranno come mezzali facendo compagnia a Lucas Leiva. Questo porterebbe ad avere il ballottaggio tra Joaquin Correa e Caicedo per affiancare Immobile: volendo attaccare il Milan tra le linee, senza dare punti di riferimento, il favorito sarebbe l’ex del Siviglia ma vista l’emergenza non è ancora certo se sarà questa la scelta del tecnico biancoceleste.

GLI 11 DI GATTUSO

Se Inzaghi ha tanti dubbi, Gennaro Gattuso se la gioca con i soliti: rispetto alla vittoria di venerdì tornano titolari Calabria, che giocherà come terzino destro, e Suso che si riprende il posto di esterno nel tridente sulla stessa corsia. Per il resto la squadra dovrebbe essere la stessa vista contro l’Empoli, anche se stuzzica l’idea di far fare una prova generale a Lucas Biglia (grande ex) per verificarne la tenuta e tutto sommato potrebbe essere concesso un po’ di riposo a Piatek in vista delle prossime gare di campionato. Vero è anche che solitamente l’allenatore del Milan cambia poco, e allora è più probabile che il bomber polacco sia confermato; al suo fianco vedremo anche Calhanoglu, mentre riguardo la presenza di Biglia è sempre Bakayoko che parte favorito, secondo la mediana che negli ultimi tempi è stato uno dei segreti della rinascita rossonera. Come mezzali, ça va sans dire, Kessie e Paquetà hanno praticamente il posto assicurato: eventualmente, l’unica alternativa possibile sarebbe quella di Calhanoglu da interno con Castillejo (o Borini) titolare a sinistra nel reparto avanzato.

IL TABELLINO

LAZIO (3-5-1-1): 1 Strakosha; 4 Patric, 33 Acerbi, 19 Lulic; 77 Marusic, 10 Luis Alberto, 6 Lucas Leiva, 21 S. Milinkovic-Savic, 7 Va. Berisha; 11 J. Correa; 17 Immobile
A disposizione: 24 Proto, 23 Guerrieri, 16 Parolo, 25 Badelj, 32 Cataldi, 14 Durmisi, 20 Caicedo
Allenatore: Simone Inzaghi
Squalificati: S. Radu
Indisponibili: Bastos, Luiz Felipe, Wallace

MILAN (4-3-3): 99 G. Donnarumma; 2 Calabria, 22 Musacchio, 13 A. Romagnoli, 68 Ri. Rodriguez; 79 Kessie, 14 Bakayoko, 39 Paquetà; 8 Suso, 19 Piatek, 10 Calhanoglu

A disposizione: 90 An. Donnarumma, 35 Plizzari, 12 A. Conti, 20 Abate, 16 Bertolacci, 21 Lucas Biglia, 4 J. Mauri, 18 Montolivo, 93 Laxalt, 11 Borini, 7 Castillejo, 63 Cutrone

Allenatore: Gennaro Gattuso

Squalificati:
Indisponibili: C. Zapata, Bonaventura

© RIPRODUZIONE RISERVATA