Diretta/ Inter Spal (finale 2-0) streaming video e tv: nerazzurri da Champions

- Mauro Mantegazza

Diretta Inter Spal streaming video e tv: orario e risultato live, probabili formazioni e quote per la partita della 27^ giornata di Serie A a San Siro (10 marzo)

Candreva_Paloschi_Inter_Spal_lapresse_2018
Diretta Inter Spal (foto LaPresse)

DIRETTA INTER SPAL (RISULTATO FINALE 2-0): NERAZZURRI DA CHAMPIONS

Dopo 5′ di recupero è arrivato il fischio finale dell’arbitro Calvarese: con i gol di Politano e Gagliardini nel secondo tempo l’Inter batte 2-0 la Spal e piazza un colpo importante nella corsa alla Champions League, in una giornata in cui tutte le rivali per l’Europa vincono, in attesa degli impegni di Lazio e Roma. Finale tranquillo per Spalletti che dovrà però ora fare i conti con le assenze e gli infortuni in vista degli importanti crocevia stagionali contro Eintracht Francoforte e Milan. La Spal compie un altro passo indietro in classifica proprio nel giorno in cui risorge il Bologna di Mihajlovic, la squadra di Semplici dovrà ora provare contro la Roma a tornare a fare punti per non farsi risucchiare definitivamente in zona B. (agg. di Fabio Belli)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE LA PARTITA

La diretta tv di Inter Spal sarà disponibile esclusivamente su Sky: l’appuntamento con la partita di San Siro per tutti gli abbonati alla televisione satellitare sarà sui canali Sky Sport Serie A (il numero 202) e Sky Sport 252, oppure anche in diretta streaming video tramite il servizio garantito dall’applicazione Sky Go per chi non si potrà mettere davanti a un televisore.

RADDOPPIA GAGLIARDINI

L’Inter chiude virtualmente il match trovando il gol del raddoppio con Gagliardini. Rete importante per i nerazzurri che hanno realizzato in maniera simile al gol del vantaggio siglato da Politano: pallone arpionato in area dal centrocampista ex Atalanta e Viviano fuori causa. Prima della rete del 2-0 interista una sostituzione da una parte e dall’altra, con Paloschi inserito da Semplici al posto di Felipe per sbilanciare la squadra in attacco a caccia del pareggio, mentre Spalletti ha richiamato Politano mettendo in campo Borja Valero. (agg. di Fabio Belli)

A SEGNO POLITANO!

Si è sbloccata una partita molto difficile per l’Inter: al 22′ della ripresa è andato infatti in gol Politano, che ha agganciato un pallone in area e ha girato a rete di prima intenzione: decisiva una deviazione di Kevin Bonifazi che ha messo fuori causa Viviano, trovando così un vantaggio per l’Inter sicuramente sofferto, anche alla luce di infortuni e defezioni che la squadra nerazzurra ha dovuto sopportare. Al 17′ Semplici aveva operato la sua prima sostituzione con Dickmann che aveva sostituito Valoti, mentre subito dopo era stato ammonito Felipe negli estensi per un intervento falloso su Joao Mario. Poi il gol di Politano, convalidato dopo una lunga review del VAR per eventuali posizioni di fuorigioco che non sono state rilevate. (agg. di Fabio Belli)

NASO ROTTO PER MIRANDA

Non si sblocca il risultato a San Siro e non finiscono i guai per Spalletti, che all’intervallo ha dovuto inserire Ranocchia al posto di Miranda. Il brasiliano per il colpo subito è stato portato alla clinica Humanitas, naso rotto per lui e partita finita, con conseguente probabilissima assenza nel match contro l’Eintracht Francoforte di giovedì. L’Inter difende a tre ma sembra riuscire comunque ad alzare il baricentro, la Spal deve ricacciare gli affondi di Candreva e Cedric sulle fasce. Al 12′ ammoniti Valoti (diffidato, sarà squalificato e salterà il prossimo match di campionato contro la Roma) nella Spal per un fallo su Dalbert e Joao Mario nell’Inter per proteste. Al quarto d’ora del secondo tempo è ancora 0-0 tra Inter e Spal. (agg. di Fabio Belli)

BROZOVIC KO

Dopo 5′ di recupero si è chiuso il primo tempo tra Inter e Spal: risultato a reti bianche a San Siro: al 32′ Lautaro Martinez era riuscito ad andare in gol, eludendo la guardia di Felipe con un dribbling secco in area e poi andando a scaricare alle spalle di Viviano, ma l’intervento del VAR ha evidenziato un tocco di mano dell’argentino al momento del controllo del pallone, con la marcatura che è stata quindi giustamente annullata. Al 42′ tegola pesante per Spalletti con Brozovic che lamenta un problema muscolare: il croato viene subito sostituito da Candreva, lo stop si aggiunge a quelli di Nainggolan e Perisic e a Icardi che resta fuori squadra. Al 45′ viene ammonito Petagna nella Spal per un fallo su Asamoah, quindi si va al riposo sullo 0-0 dopo un lungo recupero. (agg. di Fabio Belli)

AMMONITO GAGLIARDINI

Inizia a ravvivarsi la sfida tra Inter e Spal. Per i padroni di casa al 19′ arriva la prima ammonizione della partita, viene sanzionato Gagliardini per un intervento falloso su Missiroli. 3′ prima i nerazzurri avevano avuto la prima vera occasione della partita con una girata di Lautaro Martinez su cross di Cedric che manca di poco il bersaglio. La risposta della Spal arriva al 23′, Bonifazi trova la misura giusta del cross per l’inserimento di testa di Petagna, pallone di poco fuori. Match sul filo ma per l’Inter l’asse che funziona di più è quella tra Cedric e Lautaro Martinez. Al 26′ ancora cross del portoghese per un inserimento dell’argentino che manda il pallone a lato, difficilmente Viviano sarebbe riuscito ad arrivare sul colpo di testa dell’attaccante avversario. Al 29′ anche Missiroli finisce sul taccuino dell’arbitro, ammonito per proteste: il risultato tra Inter e Spal resta sempre fermo sullo 0-0 alla mezz’ora del primo tempo. (agg. di Fabio Belli)

PROBLEMI PER MIRANDA

E’ iniziata a San Siro la sfida tra Inter e Spal e dopo 6′ il difensore centrale nerazzurro Miranda ha già avuto bisogno delle cure dei sanitari per uno stop fisico. Miranda è apparso comunque in grado di proseguire il match. La prima conclusione della partita al 4′ è stata della Spal, Fares ha impegnato Hadanovic che ha bloccato a terra la conclusione. Un paio di incursioni da una parte e dall’altra, Floccarsi è stato bloccato da Cedric, poi proprio il portoghese non è arrivato su un suggerimento di Gagliardini. Ci prova proprio quest’ultimo dalla lunga distanza, ma il tentativo del centrocampista interista finisce abbondantemente fuori misura. (agg. di Fabio Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI!

Ci siamo, Inter Spal comincia: i nerazzurri in questo campionato sono riusciti soltanto una volta a vincere più di due partite consecutivamente, e quando lo hanno fatto hanno dato vita, tra settembre e novembre, ad un filotto di sette vittorie nel quale Samir Handanovic aveva incassato appena due gol. Da allora però al gruppo di Luciano Spalletti è sempre mancata la continuità, e inoltre quella di Cagliari è stata la settima sconfitta e la quinta in trasferta, dove il passo non è certamente eccezionale. La Spal non vince da fine gennaio e da allora ha infilato due punti in cinque partite: serve tornare al successo per allontanare definitivamente la zona salvezza, vedremo dunque se arriverà oggi perché finalmente Inter Spal prende il via, ecco le formazioni ufficiali! INTER: 1 Handanovic; 21 Cedric, 23 Miranda, 6 De Vrij, 29 Dalbert; 5 Gagliardini, 77 Brozovic; 16 Politano, 15 Joao Mario, 18 Asamoah; 10 Lautaro A disposizione: 27 Padelli, 11 Keita Balde, 13 Ranocchia, 20 Borja Valero, 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 44 Perisic, 87 Candreva Allenatore: Luciano Spalletti SPAL: 2 Viviano; 14 Bonifazi, 23 Vicari, 27 Felipe; 8 Valoti, 19 Kurtic, 28 Schiattarella, 6 Missiroli, 93 Fares; 10 Floccari, 37 Petagna A disposizione: 1 Gomis, 12 Fulignati, 17 Poluzzi, 5 Simic, 7 Antenucci, 13 Regini, 16 Valdifiori, 24 Dickmann, 33 Costa, 43 Paloschi, 95 Jankovic Allenatore: Leonardo Semplici (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI

In vista della diretta tra Inter e Spal andiamo a dare un occhio da vicino anche ai due allenatori che saranno in campo quest’oggi nella 27^ giornata del Campionato di Serie A. A San Siro aprirà la porte Luciano Spalletti, allenatore della squadra nerazzurra dal giugno del 2017 e che vanta buoni numeri alla guida dell’Inter. Statistiche alla mano notiamo che il tecnico di origini toscane ha fissato a 1,83 la sua media punti a incontri su 76 presenze in panca. Di contro non dovrebbe mancare alla guida della Spal Leonardo Semplici, che pare completamente ristabilito dopo il piccolo problema di salute che lo ha tenuto a riposo per un paio di settimane. Il tecnico, veterano della squadra estense che dirige dal dicembre del 2014, dovrebbe quindi essere presente per migliorare i suoi numeri, che ci raccontano di una media punti di 1,58 nelle 181 panchine accumulate. (agg Michela Colombo)

L’ARBITRO

Per la diretta tra Inter e Spal sarà Giacomo Calvarese, della sezione aia di Teramo il primo arbitro, e in tale occasione si coordinerà con gli assistenti De Meo e Alassio, oltre che col quarto uomo Piccinini per seguire la partita della 27^ giornata di Serie A. Non dimentichiamo poi che saranno Di Bello e Vuoto a sedersi alle postazioni Var-Avar a San Siro. Volendo ora conoscere meglio l’operato del primo direttore di gara, scopriamo che già in stagione Calvarese ha accumulato 14 presenze di cui 13 nel primo campionato italiano, dove pure il fischietto ha fissato a bilancio 54 cartellini gialli e 5 calci di rigore. Ampliando la nostra analisi possiamo inoltre aggiungere che nella sua lunga carriera Calvarese (che è arbitro dal 1993) ha già incontrato l’Inter in ben 11 occasioni, dove i nerazzurri sono stati perlopiù vincenti al triplice fischio finale. Sono invece appena due i testa a testa tra l’arbitro e la Spal, oggi ospite tra le mura di San Siro. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Inter Spal, diretta dall’arbitro Calvarese, si giocherà alle ore 15.00 di oggi pomeriggio, domenica 10 marzo 2019, naturalmente presso lo stadio Giuseppe Meazza di San Siro per la ventisettesima giornata di Serie A. Una prima annotazione va fatta per l’orario di Inter Spal, perché i nerazzurri alla domenica pomeriggio sono una primizia per il campionato in corso (prima volta a marzo!). Al di là di questa curiosità, per Luciano Spalletti e i suoi uomini questa sarà naturalmente una partita da vincere a tutti i costi per rilanciarsi nella corsa al quarto posto dopo la sconfitta di Cagliari e prima di affrontare domenica prossima un attesissimo derby della Madonnina. Il momento è delicato e un passo falso casalingo contro la Spal sarebbe un duro colpo per questa Inter che non può permettersi errori. Quanto ai ferraresi di Leonardo Semplici, la Spal arriva dalla sconfitta contro la Sampdoria e con 23 punti non può certo dirsi tranquilla in classifica. L’impegno di oggi sarà naturalmente difficile, ma un bel risultato a San Siro sarebbe una notevole spinta verso la salvezza.

PROBABILI FORMAZIONI INTER SPAL

Provando a disegnare adesso le probabili formazioni per Inter Spal, ecco che non sono pochi i problemi per Luciano Spalletti tra la squalifica di Vecino, il caso Icardi e gli infortuni di Nainggolan e Perisic. Le certezze dal centrocampo in su sono poche: Brozovic in mediana e Lautaro Martinez prima punta. Per il resto, ecco che Politano e Candreva dovrebbero essere i due esterni a causa dell’assenza di Perisic e anche il problematico recupero di Keita, mentre al fianco di Brozovic si contendono il posto Borja Valero e Gagliardini, con lo spagnolo che potrebbe d’altronde essere schierato anche da trequartista, posizione nella quale entrerebbe invece in ballottaggio con Joao Mario. In difesa dovremmo avere Dalbert a sinistra, ballottaggio D’Ambrosio-Cedric invece a destra, infine un dubbio pure tra Miranda e De Vrij per affiancare Skriniar davanti ad Handanovic. Più chiara la situazione in casa Spal: Leonardo Semplici dovrebbe schierare Bonifazi, Vicari e Felipe davanti a Viviano, a centrocampo si segnala un possibile ballottaggio fra Murgia e Schiattarella ma per il resto dovrebbero giocare Valoti, Missiroli, Kurtic e Fares, infine in attacco c’è il dubbio Paloschi-Antenucci per affiancare Petagna.

PRONOSTICO E QUOTE

In conclusione, vediamo cosa ci dicono le quote dell’agenzia di scommesse Snai circa il pronostico per Inter Spal. I nerazzurri sono naturalmente largamente favoriti, di conseguenza il segno 1 sarà proposto a 1,40. Si sale poi già parecchio con il pareggio, infatti il segno X è quotato a 4,50, infine in caso di colpaccio da parte della Spal il segno 2 varrebbe ben 8,50 volte la posta in palio per chi avrà puntato appunto sul segno 2.



© RIPRODUZIONE RISERVATA