Diretta Varese Milano/ Risultato finale 84-94: Avramovic ne fa 24 ma non basta

- Claudio Franceschini

Segui Varese Milano in diretta streaming video: la partita della Enerxenia Arena rappresenta il derby lombardo che è sempre una sfida interessantissima nel campionato di basket Serie A1.

Tyler Cain Varese Brescia lapresse 2018
Diretta Varese Milano, basket Serie A1 26^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA VARESE MILANO (84-94): FINE PARTITA

Presso l’impianto Enerxenia Arena A|X Armani Exchange Milano batte in trasferta Openjobmetis Varese per 84 a 94. La squadra allenata da Pianigiani riesce ad avere la meglio sugli avversari portando in doppia cifra ben 5 giocatori. Coach Attilio risponde con 4 dei suoi e non bastano i 24 punti messi a segno da Avramovic per completare la rimonta. I 2 punti guadagnati oggi consentono all’Olimpia di portarsi a quota 40 nella classifica di Serie A mentre Varese resta ferma con i suoi 28 punti.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Varese Milano non sarà disponibile, non essendo questa una delle partite che sono trasmesse per la giornata di campionato; l’alternativa però rimane come sempre la piattaforma Eurosport Player, che fornisce a tutti i suoi clienti la possibilità è di seguire le partite del campionato di Serie A1 in diretta streaming video, dotandosi di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. Sul sito www.legabasket.it troverete invece tutte le informazioni utili, soprattutto il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori impegnati sul parquet.

TERZO QUARTO

Esauritosi pure il terzo quarto, Openjobmetis Varese ed Olimpia Milano sono ora sul punteggio di 63 a 69. In queste prime battute del secondo tempo i milanesi riacciuffano gli avversari venendo trascinati da uno strepitoso Nunnally, sin qui autore di 17 punti. Tanti gli errori al tiro da parte dei padroni di casa, che peccano di qualche disattenzione anche nei rimbalzi sotto canestro.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del secondo quarto, ovvero del primo tempo, le squadre di Openjobmetis Varese ed A|X Armani Exchange Milano sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 45 a 37. Dopo un inizio di gara stentato, i padroni di casa prendono in mano il controllo delle operazioni e riescono a chiudere ampiamente in vantaggio alla sirena. Agli ospiti non bastano i 15 punti messi a segno da James, miglior marcatore assoluto, a cui rispondono Moore, 12 punti, ed Avramovic, 11 punti.

PRIMO QUARTO

In Lombardia il primo quarto di gioco del derby tra Openjobmetis Varese ed Olimpia Milano si è concluso con il punteggio di 22 a 23. Nelle fasi iniziali dell’incontro gli ospiti provano subito a scappar via ma i padroni di casa non si lasciano prendere dal panico. Lentamente infatti la squadra ci coach Caja riacciuffa gli uomini di Simone Pianigiani, capaci sì di aggiudicarsi il quarto ma contenendo a fatica Avramovic, già autore di 10 punti.

SI GIOCA

Siamo alla palla a due di Varese Milano: la partita di andata si era giocata due giorni prima di Natale e l’Olimpia si era presa una vittoria non scontata. Era finita 72-67, con Varese che nel terzo periodo era stata in grado di rimontare fin quasi alla parità, se l’era giocata punto a punto negli ultimi possessi ma poi era caduta di fronte a un Mike James da 27 punti (11/18), 8 rimbalzi e 5 assist. Clamoroso il fatto che nessun altro dei giocatori di Milano avesse anche solo raggiunto la doppia cifra per punti segnati, e che nessuno di loro fosse riuscito a chiudere con almeno 10 di valutazione; Varese aveva trovato i 10 punti e 13 rimbalzi del solito dominante Tyler Cain, così com i 16 di un Aleksa Avramovic che però aveva perso 4 sanguinosi palloni; questa sera dunque la Openjobmetis andrà a caccia di rivincita, lo scorso anno aveva vinto il derby casalingo ed era stato un successo importante per continuare a inseguire il segno playoff. Vedremo se oggi le cose andranno allo stesso modo: intanto noi possiamo metterci comodi e lasciare che a parlare sia il parquet della Enerxenia Arena, finalmente la diretta di Varese Milano sta per cominciare e non vediamo l’ora di assistere a questo spettacolare derby lombardo! (agg. di Claudio Franceschini)

I GRANDI EX

Parlando di Varese Milano, è davvero lunga la lista dei doppi ex come giocatori e allenatori: uno di questi per esempio è Attilio Caja, che in due diversi momenti ha allenato l’Olimpia. Il primo, nell’epoca appena precedente all’avvento di Giorgio Armani; il secondo, nel 2007-2008 in sostituzione dell’esonerato Zare Markovski e riuscendo a raggiungere la semifinale dei playoff, persa però contro la dominante Siena del tempo (0-3) dopo un faticosissimo 3-2 su Montegranaro che aveva il fattore campo. Tra i giocatori che nel passato recente hanno giocato con entrambe le maglie possiamo ricordare un grande talento come Sani Becirovic che però non ha avuto la carriera attesa per una serie di infortuni; il playmaker croato Rok Stipcevic, passato anche da Sassari; il giocatore “di sistema” Bruno Cerella, uno degli elementi che nel 2013 ha vinto la regular season con Varese; e poi ancora Jerry McCullough e, affondando le radici ancor più nel passato, Giacomo Galanda e Alessandro De Pol e il leggendario Sandro Gamba, che con l’Olimpia ha vinto 10 scudetti da giocatore e due Coppe delle Coppe come vice di Cesare Rubini, mentre con Varese ha ottenuto due Coppe dei Campioni consecutive da allenatore. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Varese Milano, che viene diretta dagli arbitri Saverio Lanzarini, Luca Weidmann e Alessandro Perciavalle, è l’anticipo della 26^ giornata nel campionato di basket Serie A1 2018-2019: squadre in campo alle ore 20:30 di sabato 13 aprile presso la Enerxenia Arena, e una grande classica che come sempre va al di là degli interessi di classifica. Riguardo questi però va detto che l’Olimpia, scottata dall’eliminazione in Eurolega, ha perso l’occasione di allungare su Venezia perdendo nettamente contro Sassari ma, vista in maniera positiva, non ha pagato dazio visto che la Reyer è caduta a Brindisi. Il primo posto in regular season resta un obiettivo ma chiaramente la testa dei campioni d’Italia è già proiettata ai playoff; proprio la post season è il traguardo al quale la Openjobmetis spera di arrivare, ma in questo senso non aiuta avere un rendimento esterno sotto il par; domenica scorsa è arrivata una brutta sconfitta a Torino che ha rimesso in discussione una delle prime otto posizioni. Inutile ricordare che la diretta di Varese Milano si potrebbe ripresentare anche in un primo turno di playoff; nel frattempo noi possiamo andare ad analizzare i temi principali di un derby la cui palla a due è attesa ormai tra poche ore.

RISULTATI E PRECEDENTI

Come abbiamo già detto, presentare Varese Milano non è semplice perchè bisognerebbe andare oltre la classifica, il contesto attuale e lo scenario odierno: la grande rivalità che da sempre infiamma la nostra pallacanestro resta classica e sentita anche quando una delle due squadre non è al top della condizione. In epoca recente questo è toccato soprattutto alla Openjobmetis, che l’anno scorso è tornata a giocare i playoff dopo ben cinque anni; proprio in quella stagione si è verificato l’ultimo momento in cui Varese sia riuscita a stare davanti all’Olimpia in regular season e fare meglio nei playoff, ma in semifinale anche la squadra di Frank Vitucci era caduta contro Siena che aveva già eliminato Milano. Da allora i meneghini hanno dominato, vincendo tre scudetti ma soprattutto diventando una super potenza del basket italiano; Varese si è rimboccata le maniche e, grazie alla continuità di un progetto affidato ad Attilio Caja, è riuscita finalmente a rientrare nelle prime otto del campionato e ha la grande possibilità di rifarlo. Perchè sia così, come detto, bisognerà trovare maggiore costanza in trasferta; la stagione dell’Olimpia può ancora essere positiva vincendo il campionato, ma ovviamente l’eliminazione in Eurolega (arrivata sul filo di lana e perdendo le ultime quattro partite) avrà un peso specifico comunque importante. Ora però ci dobbiamo concentrare su questa Varese Milano, che speriamo possa regalare un bello spettacolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA