PROBABILI FORMAZIONI/ Sporting Lisbona-Metalist Kharkiv, ultime novità (andata quarti di finale Europa League)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Sporting Lisbona-Metalist Kharkiv, andata dei quarti di finale di Europa League. I portoghesi hanno eliminato il Mnachster City, gli ucraini sono la rivelazione

sporting_lisbona_wolsfinkel_capelR400 Ricky Van Wolfswinkel e Diego Capel dello Sporting Lisbona (Infophoto)

Questa sera, allo stadio Josè Alvalade di Lisbona, si giocherà l’andata dei quarti di finale di Europa League, tra Sporting Lisbona e Metalist Kharkiv. Lo Sporting si presenta a questo appuntamento con i legittimi favori del pronostico. Negli ottavi, i portoghesi hanno eliminato nientepopodimeno che il Manchester City, una delle cadidate alla vittoria finale, nonchè la squadra forse più forte della competizione a livello di parco giocatori. Logico che lo Sporting punti moltissimo sull’Europa League, considerando che in campionato la vetta è distante 14 punti. Gli ucraini del Metalist Kharkiv sono invece l’autentica rivelazione del torneo. Negli ottavi hanno eliminato l’Olympiakos, andando a strappare la qualificazione in Grecia (2-1 dopo lo 0-1 dell’andata).

Lo Sporting Lisbona dovrebbe schierarsi nella sua miglior formazione. Per quanto riguarda il modulo, è difficile estrapolare uno schema preciso dalla disposizione tattica degli uomini di Sa Pinto. Potremmo chiamarlo un 4-1-4-1, all’occorrenza mutabile in un più offensivo 4-3-3. Le certezze sono dietro: anzitutto, il portiere Rui Patricio. In difesa, Joao Pereira a destra, l’ex Liverpool Insua a sinistra, Anderson Polga e Xandao (in gol di tacco contro il City) al centro. Davanti alla difesa agirà l’olandese Stijn Schaars, fiancheggiato dagli interni Neto e Mati Fernandez. Larghi sugli esterni agiranno Marat Izmailov (destra) e lo spagnolo Diego Capel sulla corsia mancina. Davanti, l’ariete di sfondamento Van Wolfsfinkel avrà il compito di finalizzare l’azione.

Il Metalist Kharkiv dovrebbe presentarsi in Portogallo senza abbottonarsi troppo. Il canonico 4-4-2 prevede il portiere Dislijenkovc tra i pali. Davanti a lui, linea a quattro con l’argentino Carlos Villagra (scuola River) a destra, Berezovchuk e il senegalese Papa Gueye al centro, e l’impronunciabile Pshenychnykh a sinistra. Sulle ali sarà importante la spinta creativa di Cleiton Xavier a destra, spesso vero e proprio uomo in più per il Metalist. A sinistra agirà invece Edmar, brasiliano naturalizzato ucraino, nel paese di Sheva dal 2002. Al centro, attenzione all’ex napoletano Josè Ernesto Sosa: De Laurentiis l’ha scaricato a Kharkiv, dove è diventato uno dei leader tecnici della squadra (e ci mancherebbe). Accanto a lui, l’altro posto di interno sarà occupato da Juan Manuel Torres, argentino classe ’85, molto interessante. In attacco, occhio alla coppia…

…formata da Jonathan Cristaldo, bomber argentino della squadra, e dal brasiliano Taison a supporto, trequartista classe ’88. Insomma, il Metalist Kharkiv si presenta come una bella insalatona d’ingredienti più o meno misteriosi, che lo Sporting non dovrà sottovalutare. Nelle prossime pagine le probabili formazioni di Sporting Lisbona-Metalist Kharkiv.

Rui Patricio; Pereira, Xandao, Anderson Polga, Insua; Schaars; Izmailov, Fernandez, Neto, Diego Capel; Van Wolfswinkel. All.Sa Pinto.

Dislijenkovic; Villagra, Gueye, Berezovchuk, Pshenychnykh; Cleiton Xavier, Torres, Sosa, Edmar; Taison, Cristaldo. All.Markevich.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Calcio e altri Sport

Ultime notizie