Calciomercato Roma / Le ultime notizie al 13 giugno 2013

- La Redazione

La società ha annunciato il suo nuovo allenatore: sarà il francese Rudi Garcia, presentato dal presidente Pallotta e dai dirigenti. Ora si può pensare solo al calciomercato della Roma

nainggolan_passaggio
Radja Nainggolan, autore del pareggio contro l'Inter (Infophoto)

Il calciomercato della Roma può entrare nel vivo: il nuovo allenatore è stato scelto ed ora Walter Sabatini potrà dedicarsi interamente agli acquisti, per corroborare la scelta del mister. Rudi Garcia guadagnerà 1,3 milioni di euro per le prossime due stagioni, ma sono altri gli argomenti pecuniari che più interessano i rifossi. Dal vertice di tutta la dirigenza con il presidente James Pallotta è emerso il budget della Roma per il calciomercato entrante: 40 milioni di euro, più la maggior parte dei fondi ricavati dalle cessioni. Per questo si lavorerà -si sta già lavorando- sui colpi in entrata ma si cercherà di piazzare qualche giocatore che a Trigoria sembra aver fatto il suo tempo. E’ il caso di Osvaldo che ha pretendenti di tutto rispetto, dal Tottenham che lo vorrebbe subito all’Inter di Mazzarri, che aspetta e spera nell’allungarsi dei tempi. Ma non solo: chi ha buone possibilità di fare le valigie è Nicolas Burdisso. Nonostante un altro anno di contratto il difensore argentino non dovrebbe restare, anche perché il suo stipendio annuo, circa 2,5 milioni di euro, è un fardello rilevante per il monte ingaggi, oltre che il terzo più alto dopo De Rossi (circa 6 milioni) e Totti (circa 5). Nella cessione di Burdisso potrebbe rientrare Lisandro Magallan, giovane centrale del Boca Juniors classe 1993. Quest’ultimo è stato osservato negli ultimi mesi così come il compagno Leandro Paredes, trequartista ancor più giovane (nato nel 1994) e quotato. Con il possibile ritorno di Burdisso in patria, e nel Boca da cui partì nell’estate 2004, la Roma può ottenere in cambio uno dei talenti di cui sopra. Forse più Paredes, pallino di Walter Sabatini e prioritario rispetto a Magallan, visto che il primo colpo di calciomercato per la difesa è già in arrivo. Si tratta di Mehdi Benatia: l’operazione è solo in attesa dell’ufficialità e sarà chiusa nelle prossime ore, quando la dirigenza giallorossa sarà tornata dall’America. L’Udinese riceverà circa 6,5 milioni di euro e sceglierà due giocatori, da acquisire in comproprietà, tra i giovani Alessio Romagnoli (difensore), Valerio Verre, Federico Viviani, Andrea Bertolacci (centrocampisti) e Nico Lopez (attaccante, altrimenti destinato al prestito all’Hellas Verona). La Roma vorrebbe annunciare il difensore marocchino giovedì 14. Sempre a proposito di Sudamerica, nelle ultime ore è trapelato l’interesse dell’Inter per Rafael, portiere del Santos “promesso” ai giallorossi da qualche settimana. La stampa brasiliana ha riportato di un’offerta nerazzurra da 4,5 milioni di euro, ipotesi che però non trova riscontri. Salvo imprevisti rilevanti Rafael sarà il prossimo numero 1 della Roma; il secondo potrebbe essere anche Emiliano Viviano, che era stato abboccato anche a gennaio e che la Fiorentina non riscatterà dal Palermo. Questo chiude le porte di Trigoria a Mauro Goicoechea, che non sarà riscattato dagli uruguaiani del Danubio, e forse anche a Bogdan Lobont, a meno che il rumeno, ancora in scadenza di contratto, non accetti di partire ancora da terzo portiere per poi giocarsela a stagione in corso.  La seconda pista che il calciomercato della Roma potrà considerare è quella che porta agli ex di Rudi Garcia, i giocatori che il mister ha allenato e che potrebbe voler portare in Italia. Tre sono i primi nomi, uno per reparto: Lucas Digne, terzino sinistro classe 1993 del Lille (contratto fino al 2017); Yohan Cabaye, perno centrale del Newcastle (26 anni, contratto al 2016); Dimitri Payet, esterno offensivo ancora del Lille (26 anni, scadenza 2015). Del trio Cabaye è il meno arrivabile: reduce da una stagione memorabile, con 12 gol segnati da centrocampista, è l’idolo del St.James’s Park e costa troppo: non a caso la Roma ha già in mente Radja Nainggolan per il reparto centrale. Meno complicato arrivare a Digne e/o Payet, idonei al 4-2-3-1 di Rudi Garcia, che però prima dovrà e vorrà conoscere personalmente le forze a disposizione, dopo averle studiate dalla Francia. Nainggolan, si diceva: giallorossi in vantaggio sulla concorrenza (in Italia soprattutto Inter e Milan). La Roma ha un discorso di massima impostato con Cellino e sa di poter contare sulla volontà del giocatore. Il presidente del Cagliari vuole soldi (12-15 milioni di euro) ma Sabatini potrebbe ammorbidirlo inserendo altre contropartite tecniche nella trattativa. Chi non fa più parte dei programmi romanisti è Matteo Brighi, nonostante un altro anno di contratto: può svincolarsi.  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori