Calciomercato Inter/ News, Simeone nel 2015: arrivano conferme. Notizie al 30 e 31 maggio (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter, giungono conferme circa il possibile sbarco ad Appiano Gentile di Diego Pablo Simeone in occasione dell’estate del 2015: se Mazzarri dovesse fallire…

AtleticoMadrid_Simeone
Il tecnico dell'Atletico Madrid, Pablo Simeone

In attesa che il calciomercato dell’Inter prenda il largo, continua a tenere banco la questione allenatore. Nella giornata ieri vi abbiamo riportato l’indiscrezione secondo cui Simeone sarebbe pronto a tornare ad Appiano Gentile ma soltanto a partire dall’estate del una notizia confermata stamane anche dal Corriere dello Sport. Fra le varie parti in gioco si sarebbero tenuti dei contatti nelle scorse settimane, ma il Cholo ha declinato l’invito in maniera educata, rimandando il tutto a fra 12 mesi. Simeone vuole proseguire la sua avventura all’Atletico Madrid e al termine della stagione 2014-2015 tirerà le somme. Il tecnico argentino è molto ambizioso ed è stuzzicato dall’idea di riportare in alto una squadra prestigiosa come appunto l’Inter, nel quale lo stesso ha lasciato il segno. Thohir apprezza moltissimo il Cholo, sia per il suo gioco, quanto per la capacità di spremere al meglio i giocatori già in rosa senza incappare in spese eccessive. Simeone è infatti un tecnico aziendalista e il tycoon indonesiano apprezza moltissimo tale caratteristica. Mazzarri nel frattempo attende, aspetta un rinnovo oltre il 2015 che forse non arriverà, o magari potrebbe concretizzarsi nelle prossime settimane, quando il patron sarà di ritorno a Milano. La cosa certa è che prolungamento o meno, il futuro del tecnico toscano è legato all’accesso alla prossima Champions: Simeone è in agguato.

C’è un nome nuovo che anima le cronache di calciomercato di casa Inter. Si tratta precisamente di Facundo Ferreyra, attaccante argentino classe 1991 che milita nel campionato ucraino, fra le fila dei minatori dello Shakhtar Donetsk. Stando a quanto circolante nelle ultime ore il dt Ausilio starebbe seguendo con attenzione questo giovane talento 23enne che goda anche di passaporto italiano, quindi perfettamente tesserabile da comunitario. Ha il contratto in scadenza nel 2018 ma il suo valore è contenuto, aggirandosi attorno ai 6 milioni di euro. Il classe 1991 sudamericano se la dovrà vedere con i soliti big della Premier League, che ormai da mesi animano i sogni dei tifosi nerazzurri, a cominciare da Fernando Torres del Chelsea, che l’Inter vorrebbe in prestito ma che sembrerebbe dubbioso se abbandonare o meno i londinesi. Altro nome caldo è quello del Chicharito Hernandez, nazionale messicano del Manchester United, per il quale deciderà Van Gaal, e nel contempo Thohir rimane alla finestra. Sembra più lontano invece Lamela, per un motivo puramente economico: pagato 30 milioni di euro, il Tottenham lo rivenderebbe solo a titolo definitivo mentre l’Inter lo vorrebbe in prestito. Infine, attenzione ai due spagnoli Negredo e Soldado, rispettivamente di Manchester City e Tottenham, pronti a lasciare le proprie squadre: ma anche in questo caso servirà un’offerta molto convincente.

Il calciomercato dell’Inter deve ancora decollare e il motivo è semplice: il patron Erick Thohir sta andando alla ricerca di liquidità e per l’esattezza gli serviranno ancora circa 40 milioni di euro per fare decollare le trattative estive. Il tycoon indonesiano sta effettuando diversi sondaggi fra investitori inglesi e asiatici ed è convinto che a breve otterrà il tesoretto voluto. A quel punto potrà iniziare il calciomercato estivo anche se naturalmente qualcosa già si muove, a cominciare da Siqueira, attualmente il primo obiettivo per rinforzare la corsia sinistra del club meneghino. Nelle ultime ore si registrano dei contatti concreti fra i nerazzurri e la famiglia Pozzo (proprietaria dell’Udinese e del Grenada). Siqueira (tra l’altro ex Inter), ha giocato in prestito al Benfica che vorrebbe riscattarlo in cambio di un assegno da 7 milioni di euro, ma i nerazzurri si sarebbero inseriti nella trattativa, forti di un ottimo rapporto con la famiglia friulana. Sulle tracce di Siqueira c’è anche l’Atletico Madrid ma l’Inter attualmente sembrerebbe in pole position anche se bisognerà investire fra i 10 e i 12 milioni di euro o magari si proverà la via del prestito con diritto di riscatto. Un’accelerata, quella dei nerazzurri, arrivata in seguito alle incertezze legate ad Erkin, terzino della nazionale turca in forza al Fenerbhace, che sembra destinato a rimanere ad Istanbul: «La mia prima scelta è sempre stata il Fenerbahce – ha detto il giocatore turco -. Io ho fatto la mia parte, penso sia sufficiente. Dopodiché la decisione finale spetterà al club». Erkin è in scadenza ma a breve dovrebbe arrivare il prolungamento tanto desiderato. L’altro nome caldissimo è quello di Xhaka, centrocampista 21enne della nazionale svizzera in forza al Borussia Monchengaldbach. «Giocare in Serie A mi piacerebbe», ha svelato il diretto interessato a La Gazzetta dello Sport. I tedeschi lo valutano 10 milioni e l’Inter ha offerto 5 milioni più il cartellino di Kuzmanovic: proposta rimandata al mittente ma siamo solo a maggio…

L’Inter cerca un mediano: ormai è assodato, lo ha anche detto Walter Mazzarri in conferenza stampa facendo il nome di Luiz Gustavo che però per costo è irraggiungibile. E così secondo una notizia raccolta da TuttoMercatoWeb.com la società nerazzurra starebbe trattando da tempo con il Real Madrid per il cartellino di Casemiro. Arrivato al Santiago Bernabeu la scorsa estate, il giovane centrocampista brasiliano non ha trovato spazio, nemmeno i guai fisici di Xabi Alonso e Khedira gli hanno spalancato le porte della formazione titolare perchè Carlo Ancelotti ha preferito fidarsi di giocatori come Isco e Angel Di Maria. Il suo futuro potrebbe dunque essere lontano dalla capitale spagnola; il Real Madrid preferirebbe comunque confermare il suo cartellino, e quindi da fine aprile si starebbe lavorando sull’ipotesi di un prestito con i contatti che sarebbero proseguiti anche in questo mese. Difficile dire adesso se l’affare potrà andare in porto, ma certamente Casemiro sarebbe un rinforzo giusto per l’Inter e la società proverà a convincerlo a trasferirsi ad Appiano Gentile.

– Non si placano i sondaggi in casa Inter in vista del calciomercato della prossima estate. Il club di corso Vittorio Emanuele cerca rinforzi per ogni reparto, a cominciare dalla difesa. Mazzarri vuole volgere al e di conseguenza bisognerà assicurarsi almeno un paio di innesti, soprattutto sulle fasce. Oltre a Vidic, già ufficializzato, si punterà su un terzino destro di ruolo. Fra i tanti giocatori visionati dal direttore tecnico Piero Ausilio, attenzione a Hugo Mallo, giovane talento dell’Under-21 spagnola in forza al Celta Vigo. Il ragazzo è attualmente fermo ai box per l’infortunio alla spalla, uno stop che comunque non sbiadisce le certezze della dirigenza nerazzurra nei suoi confronti. Il classe 1991 si trova in Galizia dal lontano 2009 e sarebbe pronto a cambiare aria per il salto di qualità. Il problema principale resta il contratto, in scadenza al 30 giugno del 2018, e l’Inter dovrà quindi essere convincente se vorrà assicurarsi il giovane Mallo: serviranno almeno 5 milioni di euro.

– Il presente dell’Inter si chiama Walter Mazzarri, ma il futuro, Diego Simeone. Proprio così, perché in corso Vittorio Emanuele non hanno mai smesso di pensare al Cholo, indubbiamente il miglior allenatore della stagione conclusasi da poco, capace di vincere la Liga contro ogni pronostico, e di fermarsi a 120 secondi dalla conquista della Champions League, un trionfo che sarebbe stato storico quanto clamoroso. Il patron Erick Thohir sarebbe uno dei principali estimatori dell’ex centrocampista e stando a quanto riportato dalla redazione di Sportmediaset il matrimonio fra i nerazzurri e il Cholo potrebbe verificarsi tra circa un anno. L’allenatore argentino avrebbe infatti espresso il desiderio di fare ritorno ad Appiano Gentile, pronto a riportare in alto l’Inter sia in Italia quanto in Europa, e il matrimonio dovrebbe avvenire durante l’estate del 2015. La data non è casuale visto che fra poco più di un anno scadrà il contratto di Walter Mazzarri e l’accordo attuale potrebbe non essere rinnovato se i nerazzurri non convincessero durante la prossima stagione. A quel punto le strade dell’Inter e del tecnico toscano si separerebbero e alla Pinetina rimetterebbe piede Simeone: utopia o realtà? Non ci resta che attendere la prossima estate.

– Il centrocampo sarà con grande probabilità il reparto più rivoluzionato dall’Inter durante il calciomercato della prossima estate. L’unico che sembra destinato a rimanere è Mateo Kovacic, che poco fa è uscito allo scoperto, ribadendo la propria volontà: «Se rimarrò in nerazzurro? Sicuramente, non c’è altra scelta. Voglio solo rimanere all’Inter, credo che l’anno prossimo, con un gruppo rinnovato, questo grande club tornerà sulla strada del successo». L’idea di Walter Mazzarri, e soprattutto di Erick Thohir, è quella di costruire un nuovo reparto di mezzo ad immagine e somiglianza della stella della nazionale croata. Il nome in cima alla lista dei desideri è quello di Luiz Gustavo, stella del Wolfsburg. Costa parecchio, ben 33 milioni di euro, ma tramite accurate cessioni tutto potrebbe succedere. Nei prossimi mesi l’Inter cederà Guarin, Kuzmanovic e Tader, a cui potrebbe aggiungersi Ricky Alvarez. Un poker da cui la società meneghina potrebbe ricavare l’ammontare necessario per portare a termine l’operazione con il club tedesco. A fianco di Kovacic e Luiz Gustavo ci sarà infine Valon Behrami, nazionale svizzero in partenza dal Napoli. Con i nerazzurri vi sarebbe già un accordo di massima ma ora le due società dovranno trovare un’intesa: al San Paolo potrebbe trasferirsi il giovane Taider.

Il quotidiano inglese Daily Express fa il punto sulla situazionedi calciomercato che riguarda Erik Lamela, che ha vissuto una prima stagione in Inghilterra negativa anche perché intervallata da grossi problemi fisici. Per l’argentino si contano 9 presenze in Premier League, 6 con 1 gol in Europa League e 2 in Coppa di Lega. L’Inter sta valutando la trattabili di Lamela che sarebbe rinforzo più che gradito a Walter Mazzarri: secondo il Daily Express il Tottenham sarebbe disposto a cedere l’attaccante a titolo definitivo per 15 milioni di euro, recuperando così circa la metà dei 30 più bonus versati l’estate scorsa alla Roma. D’altra parte il fresco arrivo di un allenatore argentino come Mauricio Pochettino potrebbe rivitalizzare Lamela ed aiutarlo ad esprimersi al meglio. L’Inter potrebbe puntare sul prestito con diritto di riscatto obbligatorio a 15 milioni, oppure fare uno sforzo subito per riportare Lamela in Italia.

Potrebbe essere l’attaccante giusto per l’Inter. Ne è convinto l’agente FIFA Davide Bisignano, che ha parlato del nazionale messicano (58 presenze e 35 reti prima del mondiali brasiliani) nell’intervista rilasciata a ilsussidiario.net dal titolo ‘Chicharito, strada in discesa. Lamela? Con Pochettino è dura…‘ (clicca qui per leggerla integralmente). Secondo Bisignano, che conosce bene il calcio inglese, ci sono le condizioni affinché Hernandez lasci il Manchester United, con cui ha un contratto fino al 2016, per trasferirsi all’Inter. Un altro attaccante che interessa a Walter Mazzarri è Erik Lamela del Tottenham, che in Italia abbiamo conosciuto ed apprezzato con la maglia della Roma. Bisignano ha parlato anche dell’argentino che però ha costi più elevati, sia di cartellino che di ingaggio. 

IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva l’agente FIFA Riccardo Ghisoni per un parere sul calciomercato dell’Inter. Nell’intervista dal titolo ‘Più Mikel che Suarez. Insua superato, Alvarez cedibile‘ ci si è soffermati in particolare sul centrocampo. Walter Mazzarri come noto ha chiesto un mediano; ha fatto il nome di Luiz Gustavo, sapendo che il brasiliano del Wolfsburg è inarrivabile ma tracciando il profilo giusto per la sua squadra. Sono due i profili che piacciono particolarmente al tecnico toscano: Mario Suarez e Obi Mikel. Secondo Ghisoni bisogna puntare sul secondo: Suarez infatti non sembra essere un centrocampista utile per fare il salto di qualità, a differenza del nigeriano che ha tanta esperienza internazionale ed è quasi sempre stato titolare nel Chelsea. Parlando di Atletico Madrid, è stato fatto anche il nome di Emiliano Insua: un acquisto utile per arricchire la rosa, non certo per essere titolare nel nuovo 4-3-3 di Mazzarri. Chi da sacrificare?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori