Calciomercato Juventus/ Villas-Boas rischia la panchina: piaceva ai bianconeri, poi… Notizie del 2 dicembre (aggiornamenti in diretta)

André Villas-Boas rischia la panchina: il suo Tottenham è nono in classifica e già si parla del possibile successore a White Hart Lane. Il tecnico portoghese piaceva molto alla Juventus

02.12.2013 - La Redazione
andre_villas_boas_tottenham_r400
Andre Villas Boas (Infophoto)

E la Juventus, un amore sbocciato ma presto appassito. Che potrebbe rinascere? Chissà: per il momento i soliti rumors di calciomercato d’oltre Manica si limitano a riferire che il tecnico portoghese potrebbe presto arrivare al termine della sua avventura a White Hart Lane. Non solo, perchè dalla Spagna rincarano la dose, e si dichiarano certi della presenza di tre nomi che si giocano la panchina del Tottenham, con ingresso entro Natale o appena dopo. Con ordine: Villas-Boas, 36 anni, è stato un pallino della Juventus nell’estate del 2011. Allora era sulla breccia: aveva vinto tutto con il Porto, esattamente come il suo ex “capo” José Mourinho otto anni prima di lui. I bianconeri si erano appena separati da Gigi Delneri dopo una stagione chiusa – ancora – al settimo posto ed erano in cerca di un allenatore vincente e dalla grande personalità. Villas-Boas era in cima alla lista; non solo dei piemontesi, anche dell’Inter che aveva detto addio a Leonardo. Alla fine per la Juventus spuntò fuori quella che era la prima opzione: Antonio Conte, che si liberò dal Siena dopo averlo portato in Serie A. Villas-Boas finì al Tottenham: inizialmente qualche rimpianto, poi la storia è andata in un altro modo e del portoghese nessuno parla più, anche perchè nel frattempo ha subito un esonero al Chelsea, la stessa squadra che tre mesi più tardi ha sollevato la Champions League. Oggi l’ex assistente di Mourinho è alla guida degli Spurs; lo scorso anno ha guidato la squadra al quinto posto in Premier League (a un punto dalla qualificazione al playoff di Champions) e ai quarti di finale di Europa League; ma ora le cose non vanno decisamente bene, perchè nonostante i grandi investimenti estivi, possibili grazie alla cessione di Gareth Bale, il Tottenham è solo nono in classifica. Così, si dice che la sua panchina traballi, e che la successione sia una corsa a tre tra Guus Hiddink (forse il nome più appetito), Michael Laudrup (sotto contratto con lo Swansea) e Gustavo Poyet (una scelta “alla Conte”: l’ruguayano ha giocato tre anni con il Tottenham diventando un idolo dei tifosi). Un Villas-Boas che torna disponibile può fare comodo, anche se forse oggi non ha più l’appeal di un paio di estati fa; la Juventus convive ancora con qualche dubbio legato al futuro di Antonio Conte e chissà, potrebbe decidere di inserire il portoghese nella lista dei papabili, se e quando il salentino lascerà.

Era un’operazione decisamente difficile, ma adesso è definitivamente sfumata: David Alaba ha appena rinnovato il contratto con il Bayern Monaco, legandosi al club bavarese fino al . Il club tedesco non ha comunicato la cifra dell’ingaggio: sapevamo che c’erano in ballo due milioni di euro tra la richiesta del terzino sinistro austriaco e l’offerta della società; alla fine ha prevalso l’interesse comune, e quindi le strade di Alaba e del Bayern proseguono ancora. Niente da fare dunque per la Juventus che aveva messo gli occhi sul giocatore; l’elevata richiesta di ingaggio però (8 milioni di euro) rendeva come detto molto complicato per i campioni d’Italia riuscire a mettere le mani sul calciatore. Anche il Barcellona resta dunque scottato: i blaugrana avevano individuato in Alaba uno dei principali obiettivi per la prossima stagione. 

Non si placano le voci che vogliono al centro delle attenzioni di mezza Europa Arturo Vidal. Oggi infoticker.ch, portale svizzero, riporta che il centrocampista continua a essere l’oggetto dei desideri delle grandi squadre del Vecchio Continente. Sarebbero pronti 35 milioni di euro per strappare il cileno alla Juventus: ci pensa il Bayern Monaco che lo aveva conteso ai bianconeri nell’estate del 2011, perdendo la battaglia e arrabbiandosi, ma ci starebbe pensando anche il cui i soldi certo non mancano, mentre forse fa difetto alla formazione transalpina un mastino in mediana che sa anche fare gol. I campioni d’Italia sono sotto un vero e proprio fuoco di fila, ma non tentennano: per loro Vidal è incedibile in questo momento, tanto che ormai dovrebbe essere fatta per il rinnovo del contratto come abbiamo precedentemente riportato. Antonio Conte non ha la minima intenzione di privarsi dell’altra punta del trio, casomai intorno a questo terzetto da favola vuole costruire il proprio futuro, partendo da un presente già luminoso.

Perciò, occhi aperti da parte della dirigenza per le operazioni in entrata: le ultime notizie di radiomercato danno un Victor Ibarbo costantemente monitorato. In questo momento alla Juventus non serve uno sfondareti: Tevez e Llorente hanno 11 gol in coppia (14, contando le reti stagionali) e lo stesso Vidal, insieme a Paul Pogba, garantisce un sufficiente bottino dalla mediana. Serve invece un giocatore che faccia saltare il banco con rapidità e inventiva, un giocatore da progressione e che sappia sfruttare le ripartenze, un calciatore che apra all’utilizzo del 4-3-3. Sul colombiano del Cagliari c’è ancora qualche riserva circa l’eventuale ambientamento in una grande squadra, ma sembra che sia il suo nome resti sulla lista di Marotta e Paratici, anche se forse un gradino sotto quelli di Jonathan Biabiany e Jeremy Menez, forse il principale candidato a vestire la maglia bianconera (almeno seguendo i desideri della dirigenza e di Antonio Conte). 

Non si placa la ricerca di un esterno in casa Juventus. La dirigenza di corso Galileo Ferraris sta scandagliando in lungo e in largo i vari campionati in cerca di un possibile innesto da inserire sulla corsia destra. In cima alla lista dei desideri continua ad esservi Juan Cuadrado, nazionale colombiano in forza alla Fiorentina ma in comproprietà con l’Udinese. La Vecchia Signora vorrebbe sfruttare la sua forte amicizia con i friulani derivante da anni di operazioni, e l’idea sarebbe appunto quella di trattare il 50% bianconero del cartellino di Cuadrado per poi presentarsi a cospetto della Viola. La Juventus potrebbe sfruttare a riguardo l’interesse dell’Udinese per il giovane Berardi, attaccante di proprietà bianconera ma attualmente in prestito al Sassuolo, e reduce da un inizio di stagione sicuramente di livello e qualità. Un’idea che sembra però fattibile solamente in ottica estiva, visto che la Fiorentina non sembra assolutamente intenzionata a privarsi di uno dei suoi uomini di punta nel corso della stagione. La principale alternativa a Cuadrado si chiama Ludovic Biabiany, esterno d’attacco francese in forza al Parma.

La Juventus lo segue da tempo e lo stesso pare abbia già dato il suo assenso all’eventuale trasferimento. Gli emiliani potrebbero anche cedere il classe 1988 ai campioni d’Italia in carica ma in cambio vorrebbero ottenere un giocatore, e tutte le strade portano ad uno fra Padoin, De Ceglie e Peluso, un po’ in disuso in quel di Vinovo. Fra i candidati per la corsia bianconera continua ad esservi anche Jeremy Menez, in scadenza di contratto con il Paris Saint Germain e in partenza dal Parco dei Principi di Parigi, e occhio anche a Victor Ibarbo, attaccante del Cagliari in rampa di lancio. Dei rossoblu piace moltissimo anche Radja Nainggolan, centrocampista tuttofare della nazionale belga per il quale però l’Inter sembrerebbe in vantaggio: la Juventus preferisce infatti puntare su un esterno puro mentre i nerazzurri cercano quantità e qualità in mezzo al campo, quello che può offrire loro proprio Nainggolan.

Buffon e Pogba resteranno a vita bianconeri. Lo afferma con certezza Fortunato, agente Fifa, che abbiamo intervistato in esclusiva.

Inizia il conto alla rovescia per il rinnovo del contratto di Arturo Vidal. Dopo le dichiarazioni dello stesso centrocampista della Juventus post-Copenaghen, sono arrivate anche le parole dell’amministratore delegato Beppe Marotta, che prima della gara contro l’Udinese (vinta dalla Signora per 1 a 0), ha confessato: «Per quanto riguarda il rinnovo di contratto con Vidal siamo ai titoli di coda. Sicuramente nel corso della prossima settimana metteremo nero su bianco. Arturo si legherà a noi in modo ancora più solido». Confermate quindi le anticipazioni degli scorsi giorni, con il prolungamento del nazionale cileno ormai in dirittura d’arrivo. Manca solo la fatidica firma e poi l’annuncio, poi il tutto sarà ufficiale. Se le cifre delle scorse settimane verranno confermate Vidal prolungherà l’attuale accordo fino al 30 giugno del 2017 con un aumento dell’ingaggio fino a 4,5 milioni di euro netti annui con l’aggiunta di bonus che potrebbero fare lievitare il tutto fino a quasi 6 milioni di euro.

Altro rinnovo caldo è quello di Paul Pogba, che la Juventus vorrebbe blindare offrendogli un ingaggio super, da ben 4,5 milioni di euro, il tetto massimo fra le fila dei campioni d’Italia. «Pogba sta facendo bene – ha commentato l’ad Marotta – è molto contento di stare con noi e ritengo che quello bianconero per lui sia un habitat congeniale: non vedo sirene che possano richiamare la sua attenzione per portarlo via». Da più parti, in realtà, si parla di un interesse realmente concreto del PSG, pronto a mettere sul piatto ben 60 milioni di euro pur di assicurarsi l’astro nascente della nazionale francese. Altro centrocampista juventino nel mirino delle big è Claudio Marchisio, giocatore che a fine stagione potrebbe realmente fare le valigie e lasciare per sempre Vinovo. Sulle sue tracce vi sono Chelsea, Liverpool e Manchester United, e attenzione anche alle spagnole Real Madrid e Barcellona, nonché al Bayern Monaco. Per la Juve sarebbe già pronto un bell’assegno da 25 milioni di euro: la Signora cederà?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori