CALCIOMERCATO JUVENTUS / News, il futuro di Vidal tra la Liga e la Premier League. Notizie al 22 e 23 luglio (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Juventus news: il punto sulla situazione di Sebastian Giovinco. L’attaccante bianconero ha ancora un anno di contratto ma più di una squadra si è interessata a lui…

baselli_giovinco
(INFOPHOTO)

Si allontana dalla Juventus. Il centrocampista tuttofare cileno, con tutta probabilità, non sarà a dispozione di Massimiliano Allegri per la stagione 2014-2015. Reduce da un buon Mondiale, che lo ha messo ancor di più in vetrina, il Real Madrid e il Manchester United sono pronte e pagarlo a peso d’oro. Ma occhio a non sottovalutare l’interesse del Liverpool. In leggero vantaggio paiono esserci i Red Devils, sembrano pronto a blindarlo con un contratto da top player europeo.

Il quotidiano torinese Tuttosport ha fatto il punto sulla situazione di Sebastian Giovinco. Il contratto dell’attaccante scade tra un anno, a giugno 2015, e al momento il rinnovo non sembra imminente. L’attaccante della Juventus potrebbe anche restare per giocarsi le sue carte, come ha fatto nelle ultime due stagioni, però per lui si registrano diversi interessamenti. Dalla Turchia ad esempio si parla del Galatasaray dell’ex ct azzurro Cesare Prandelli, mentre più recente è l’ipotesi Bundesliga (anche se non è chiaro quali squadre in particolare possano presentare un’offerta). In Italia invece Giovinco interessa a Sampdoria e Atalanta, che però non potrebbero permettersi il suo intero ingaggio. La situazione resta dunque aperta: da capire anche la volontà di Massimiliano Allegri che potrebbe cambiare modulo alla Juventus, passando al 4-3-1-2 e coinvolgendo maggiormente Giovinco nelle rotazioni offensive.

Secondo il quotidiano El Mercurio il cileno Mauricio Isla avrebbe già preparato le valigie per l’Inghilterra. Il giocatore infatti sarebbe in trattative avanzate col il Newcastle, che sempre secondo il giornale cileno, sarebbe disposto a sborsare nelle casse della Juventus ben 10 milioni di euro. Le indiscrezioni parlano di un contratto triennale in via di definizione nel quale il club inglese sarebbe disposto ad acquistare immediatamente il giocatore, che avrebbe già un piede fuori dalla Vecchia Signora. Isla non sembra quindi rientrare affatto nei progetti tecnico del nuovo allenatore bianconero Allegri, pronto a far pulizia nella rosa, dopo i recenti acquisti di Morata, Evra e Pereyra. Secondo El Mercurio l’accordo sarebbe stato già approvato dalle parti almeno a grandi linee: rimarrebbe il dubbio sulle richieste del giocatore, che avrebbe chiesto al club inglese 2,5 milioni a stagione come compenso. I termini dell’affare sembrano comunque piuttosto rapidi: entro il 28 luglio il centrocampista dovrebbe chiudere ufficialmente i rapporti con la Juventus che, se le voci sono confermate, potrebbe reinvestire il tesoretto investito dai Gunners in nuovi colpi di mercato.

Nei piani di calciomercato dell’ad della Juventus Marotta, vi è anche la ricerca di un esterno d’attacco. Il numero due di corso Galileo Ferraris sta infatti portando avanti una pista parallela all’acquisto di una prima punta. Vanno letti in tale ottica i sondaggi approfonditi delle ultime ore, a cominciare da quelli effettuati per Xherdan Shaqiri. Il ds Paratici ha incontrato gli intermediari dell’operazione, un primo colloquio positivo, e a breve si potrebbe tenere un vis-a-vis con l’agente del rossocrociato. Nel frattempo lo stesso svizzero del Bayern Monaco è uscito allo scoperto, ammiccando così alla Signora: «Non so ancora cosa accadrà, del mio futuro si occupa mio fratello. L’unica cosa certa è che ho un contratto con il Bayern Monaco fino al 2016. Vedremo a breve. La Juventus? Non so se ci siano dei contatti con i bianconeri e non sono informato nemmeno su Liverpool e Monaco. Sicuramente la Juve potrebbe essere una buona opzione e lo stesso vale per Monaco e Liverpool. La Juve è un grande club, a chi non piacerebbe giocarci? Sono del Bayern, ma non vedrei i bianconeri come un passo indietro per la mia carriera». Il problema principale resta di natura economica, visto che il giocatore costa fra i 18 e i 20 milioni di euro. Decisamente meno caro Nani, esterno dello United che la Juventus ha bloccato da tempo ma che non convinceva Antonio Conte: costa attorno agli 8 milioni di euro. Infine, attenzione alla novità Gaston Ramirez, 23enne trequartista uruguagio del Southampton, esploso fra le fila del Bologna.

La Juventus è vicina alla chiusura di un nuovo colpo di calciomercato. Il diretto interessato è naturalmente Roberto Pereyra, centrocampista tuttofare di proprietà dell’Udinese, di origini argentine. In questi istanti il calciatore si sta sottoponendo alle riturali visite mediche in quel di Torino, poi arriveranno le firme e quindi l’ufficialità. L’accordo è stato raggiunto nella giornata di ieri, con i campioni d’Italia che verseranno un milione di euro nelle casse dei friulani come oneri per il prestito, con l’aggiunta di 11 milioni di euro per il riscatto al prossimo luglio e nel contempo il cartellino del danese Sorensen (valutato circa 3,5 milioni). Pereyra sottoscriverà un contratto quadriennale da 1,5 milioni di euro netti annui bonus esclusi.

Il calciomercato della Juventus prosegue con la caccia ad una nuova prima punta. Il nome in cima alla lista dell’ad Beppe Marotta è quello di Romelo Lukaku, centravanti della nazionale belga di proprietà del Chelsea. L’operazione non è delle più semplici, a cominciare dalle richieste di Abramovich, circa 40 milioni di euro, arrivando fino alla concorrenza capitanata da Everton e Atletico Madrid. C’è però da registrare la volontà dello stesso belga che più volte ha ribadito di non voler rimanere a Londra per fare panchina. Ecco perché la Juventus spera che alla fine la posizione dei Blues si ammorbidisca, puntando su un prestito con con un riscatto molto elevato. In alternativa continua a piacere Samuel Eto’o, svincolatosi dal Chelsea e in cerca di una nuova sistemazione: ieri c’è stato un sondaggio preliminare per capire le richieste economiche dello stesso camerunese. Infine, attenzione al possibile ritorno a Torino di Marco Borriello della Roma, che pare che ieri abbia contattato Marotta.

I bianconeri cercano da vicino l’attaccante del Chelsea, Romelu Lukaku. I bianconeri lo vorrebbero in prestito con diritto di riscatto. La Juventus deve però stare attenti al ritorno di fiamma dell’Atletico Madrid che ha già preso Mario Mandzukic, ma vuole completare il suo attacco con il generoso attaccante. A riferire la notizia è l’esperto di mercato Alfredo Pedullà, che parla di interessi veramente concreto di entrambe le società. Lukaku è un attaccante fisico, ma anche di grande velocità, che ha giocato un Mondiale a luci alterne nel Belgio.

Secondo la redazione di TuttoJuve.it domani potrebbe essere il giorno giusto per il passaggio di Hörður Magnusson al Cesena. Oggi a Milano c’è stato l’incontro decisivo con l’agente del giocatore Fabio Algeri, Fabio Paratici e Rino Foschi. Il ragazzo potrebbe così andare a giocare con continuità anche in Serie A, in prestito. La settimana prossima Magnusson si ritroverebbe subito ad affrontare la Juventus nell’amichevole in vista tra Cesena e Juventus. Il ragazzo ha fino a oggi collezionato buone apparizioni nel campionato cadetto, sarebbe questo il suo primo impegno nella massima categoria.

La Juventus ha finalizzato l’acquisto di Roberto Pereyra. Secondo la redazione di Sky Sport 24 i bianconeri avrebbero trovato l’accordo con l’Udinese per il centrocampista argentino, che nella prossima stagione sarà un vero jolly nello scacchiere tattico di Massimiliano Allegri. Il ragazzo arriva in prestito e la Juve verserà nelle casse subito un milione di euro e il prossimo anno. Nell’affare entrerà anche il terzino Sorensen che nelle ultime due stagioni e mezzo ha giocato nel Bologna. L’argentino dovrebbe effettuare le visite mediche nel pomeriggio e stasera dovrebbe arrivare invece l’ufficialità.

Il nome di Didier Drogba è stato a lungo al centro del mercato della Juventus almeno fino a quando quello di Alvaro Morata ne ha preso il posto. Da diverso tempo non ne sentivamo parlare e ora torna prepotente, ma per uscire dai sogni della Juventus e delle italiane. L’ivoriano infatti sarebbe a un passo da un clamoroso ritorno al Chelsea, dove ritroverebbe il suo mentore Josè Mourinho. I blues starebbero pensando di offrirgli anche un ruolo dirigenziale.

Prosegue il calciomercato in entrata di casa Juventus ma nel contempo si registrano novità anche per le trattative in uscita. Fra i bianconeri con le valigie in mano vi è Mauricio Isla, esterno d’attacco della nazionale cilena. Sulle tracce dell’ex Udinese vi è da giorni la Fiorentina, con cui la Juventus sta lavorando ad uno scambio alla pari con Savic. La trattativa però non si sblocca e nel contempo altre squadre stanno chiedendo informazioni circa il futuro del calciatore sudamericano. E’ il caso ad esempio dell’Atletico Madrid di Simeone, nonché del Southampton, squadra che detiene la proprietà del cartellino di Osvaldo. In uscita, a sorpresa, potrebbe esserci anche Simone Pepe. L’ala destra sembra aver superato il lungo infortunio ma stando a quanto sottolineato da Tuttosport nelle ultime ore si sarebbe avvicinato tantissimo al Cesena, che lo accoglierebbe in prestito fino al 30 giugno dell’anno prossimo, quando lo stesso Pepe con grande probabilità si svincolerà. Infine attenzione a Motta, che piace molto agli inglesi del .

Non cambia il calciomercato della Juventus dopo l’infortunio di Alvaro Morata (clicca qui per la diagnosi ufficiale). Il club bianconero stava comunque scandagliando i vari campionati con l’obiettivo di individuare una prima punta di peso e i nomi in cima alla lista dei desideri sono quelli di Romelo Lukaku e Samuel Eto’o. Per l’attaccante del Chelsea Marotta starebbe puntando sul prestito oneroso con diritto/obbligo di riscatto, visto che i Blues pretendono fra i 25 e i 30 milioni di euro. Eto’o è invece più fattibile visto che il giocatore è svincolato, ma ci sono dubbi per via dell’età (già oltre i trent’anni), e l’ingaggio richiesto, circa 3,5/4 milioni di euro netti annui. Attenzione infine anche all’idea Borini, ex Roma attualmente al Liverpool, accostato negli scorsi giorni anche all’Inter. A riguardo il suo agente, Marco De Marchi, ha parlato così a Calciomercato.com: «I nerazzurri non mi hanno contattato. In passato ho avuto più volte colloqui con il direttore sportivo Piero Ausilio, ma sono mesi che non ci sentiamo. Fabio vuole restare al Liverpool e al momento è questa la sua volontà. Inutile fare discorsi ipotetici su eventuali offerte dell’Inter che, allo stato attuale, non sono pervenute».

La Juventus prosegue come un treno il suo calciomercato estivo. L’ad Beppe Marotta intende assicurarsi altri rinforzi nelle prossime settimane, a cominciare da un nuovo terzino destro. Con Isla in partenza verso la Fiorentina e le incertezze legate al rinnovo del contratto di Lichtsteiner, è tornato di moda il nome di Ignazio Abate, terzino destro del Milan col contratto in scadenza nel 2015. La trattativa non è delle più semplici ma il rossonero sembra intenzionato a lasciare Milanello. Rimanendo in difesa, continuano i sondaggi per un centrale, e i nomi caldi sono sempre gli stessi: da Nastasic a Savic passando per Astori, Balanta e Zapata. Infine, si cercherà di innestare ulteriormente l’attacco con un giocatore di qualità. Il prescelto è Lukaku del Chelsea ma servono circa 30 milioni di euro e di conseguenza sarà obbligatorio cedere Vidal. L’alternativa è Samuel Eto’o, attaccante d’esperienza che è in cerca di una sistemazione dopo l’addio al Chelsea: negli scorsi giorni si è tenuto un incontro con l’entourage del camerunese per sondare concretamente il terreno.

Per la difesa della Juventus è corsa a tre. Massimiliano Allegri vuole un centrale: era già nella lista della spesa di Antonio Conte, ma è diventato quasi una necessità con il cambio in panchina. Al di là dei proclami in sede di presentazione, la storia del toscano dice che lo schema prevederà quattro giocatori in linea davanti a Buffon; cosa che anche il tecnico salentino stava prendendo in considerazione. E allora si sfoglia la margherita, anche perchè Andrea Barzagli sarà fuori causa almeno fino a inizio ottobre; per ragioni di “cuore” – Allegri l’ha allenato a Cagliari – il primo della lista sarebbe Davide Astori, ma l’alta valutazione che ne fa il club isolano (15 milioni di euro) scoraggia i bianconeri che non vorrebbero spendere una cifra così elevata (stanno per chiudere anche Roberto Pereyra). L’alternativa sarebbe allora Stefan Savic: il montenegrino è cresciuto molto nei due anni che ha passato sotto le cure di Vincenzo Montella, ma qui ci si potrebbe andare a scontrare con i pessimi rapporti che intercorrono con la Fiorentina, per nulla appianati nel corso degli anni e anzi inaspriti dalla querelle Berbatov e dai tentativi dei campioni d’Italia di convincere Jovetic a spostarsi a Torino. Tra i due litiganti potrebbe quindi godere il terzo: vale a dire Matija Nastasic. Che ha dalla sua la carta d’identità (21 anni), gli ampi margini di miglioramento e la fiducia di Allegri, che lo avrebbe indicato come adatto a rinforzare il reparto. Peccato che il serbo abbia giocato poco da quando si è trasferito in Inghilterra (34 presenze in due campionati di Premier League) e che il Manchester City non sia troppo disposto a svenderlo. Dunque la situazione è ancora in bilico; la sensazione è che qualcuno arriverà, ma la Juventus dovrà ben ponderare la sua scelta. 

Intervenuto in esclusiva a IlSussidiario.net (clicca qui per leggere l’intervista completa), l’agente FIFA Graziano Battistini ha fatto il punto su alcune scelte di calciomercato della Juventus; si è riferito agli affari con il Real Madrid, quello già concluso riguardante Alvaro Morata e quello di cui si chiacchiera in questi giorni, ovvero il possibile acquisto di Isco. Due giocatori che secondo l’opinione dell’ex portiere potrebbero fare le fortune dei bianconeri; che non devono farsi spaventare dalle parole ironiche di Mundo Deportivo, che da buon quotidiano catalano ha provato a sminuire le potenzialità di Morata, uscito dal vivaio merengue. Per quanto riguarda Isco, il sistema di gioco di Massimiliano Allegri potrebbe esaltarne le caratteristiche; certamente però non è scontato che il fantasista acquistato un’estate fa dal Malaga farà le valigie per trasferirsi a Torino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori