MILAN/ Boateng, Abbiati e Nesta rientrano contro l’Arsenal

- La Redazione

Il Milan ha ritrovato il sorriso in campionato, ma ora torna la Champions League. Contro l’Arsenal rientrano Boateng, Abbiati e Nesta per sfatare la maledizione inglese.

boateng_r400
Kevin Prince Boateng (Infophoto)

Si sa che l’umore dei tifosi è molto volubile: a un quarto d’ora dalla fine di Udinese-Milan la stagione dei rossoneri sembrava essere a un passo dal fallimento. Poi Maxi Lopez ed El Shaarawy hanno ribaltato la situazione regalando ad Allegri una vittoria molto preziosa su un campo difficilissimo e fin qui ancora inviolato, il Milan è tornato da solo in testa alla classifica (anche se bisognerà aspettare i recuperi della Juventus per avere una classifica definitiva) e lo scudetto è tornato ad essere un obiettivo fattibile, anche se di certo non facilissimo. Ora però bisogna mettere da parte la serie A per qualche giorno, perchè è in vista il ritorno della Champions League, che a Milanello e dintorni ha sempre un significato speciale (anche se negli ultimi due anni lo scudetto ha recuperato molto fascino per i rossoneri). La sfida contro l’Arsenal è molto importante per il Milan anche per un motivo “storico”: dopo il trionfo del 2007 contro il Liverpool, i rossoneri sono sempre stati eliminati da squadre inglesi. In questo momento il ricordo peggiore è quello del 2008, perchè quell’anno il Milan campione in carica fu eliminato proprio dall’Arsenal agli ottavi di finale e con un devastante 0-2 al “Meazza”. Nel 2009 ci fu l’infelice parentesi in Coppa Uefa, poi nel 2010 la maledizione ricominciò: il Milan di Leonardo fu letteralmente travolto, sempre agli ottavi di finale, dal Manchester United (2-3 e 0-4). L’anno passato toccò al Tottenham, e come già nelle due occasioni precedenti si era agli ottavi ed è stata decisiva la sconfitta in casa, uno 0-1 irrecuperabile al ritorno (che finì 0-0). Oggi, per l’ennesima volta, ottavi contro una squadra inglese. Allegri vuole naturalmente invertire il trend, e può avere speranze grazie all’iniezione di fiducia di Udine e ai rientri importanti. Innanzitutto ritrova gli squalificati di Udine Van Bommel e Ibrahimovic, ma  soprattutto tornano a disposizione Boateng, Nesta, Abbiati e Yepes. Ovviamente, i recuperi più importanti sono i primi tre, e quello del Boa assesterà sicuramente il gioco rossonero. Potrebbe recuperare anche Pato, anche se per il Papero è difficile ipotizzare qualcosa di più di una panchina. Allegri dovrà dunque decidere come schierare l’attacco oltre a Ibrahimovic: la spalla favorita è Robinho, Boateng probabile trequartista e naturalmente El Shaarawy vorrà fare bene anche in Europa.

Potrebbe esserci qualche problema d’abbondanza, addirittura, ma di certo Allegri non si lamenterà per questo dopo un mese difficilissimo: con molte frecce al suo arco il tabù inglese non appare più così insormontabile. Sarà una partita memorabile per l’addio all’Arsenal di Thierry Henry, ma il Milan non vuole lasciare la festa ai Gunners. 

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori