PANATHINAIKOS-LAZIO/ Rambaudi: avanti con i titolari, il doppio impegno non è impossibile (esclusiva)

- int. Roberto Rambaudi

L'ex calciatore della Lazio ROBERTO RAMBAUDI fa la sua previsione sulla partita di Europa League che i biancocelesti giocano ad Atene contro il Panathinaikos, terza giornata fase a gironi.

vladimir_petkovic_lazio_r400 Petkovic (Infophoto)

Incontro importante stasera ad Atene (ore 19) per la Lazio contro il Panathinaikos. Dopo la vittoria contro il Milan la formazione allenata da Petkovic vuole continuare il suo momento positivo e essere protagonista anche in Europa. Questo è l’obiettivo che si pone la compagine biancoceleste in questa trasferta di Europa League. Giocare bene e fare risultato, vincere, strappare un pareggio con la formazione ellenica vorrebbe dire fare un passo importante verso la qualificazione al prossimo turno. In questo momento nel girone dopo due giornate comanda proprio la Lazio con 4 punti, seguita dal Maribor con 3, dal Tottenham con 2 e dal Panathinaikos con 1. Certo ci sarà un ambiente caldo, come sempre quando si gioca in Grecia, ma una buona Lazio dovrebbe prevalere sul piano tecnico contro una formazione messa in ginocchio dalla crisi finanziaria e lontana dagli standard alla quale aveva abituato negli ultimi anni. Per parlare di questo match abbiamo contattato Roberto Rambaudi,ex giocatore biancoceleste, attualmente commentatore tv. Ecco le sue parole, nell’intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

Panathinaikos–Lazio: che partita sarà? Combattuta sicuramente, credo che in ogni caso per la Lazio sarà importante trovare una continuità di gioco soprattutto nelle seconde linee che giocheranno, garanzia di buon rendimento di tutta la squadra di Petkovic.
Il pareggio potrebbe andare comunque bene? Penso che la prima cosa non sia guardare al risultato ma esprimere un buon calcio, giocare bene come è nelle possibilità della formazione biancoceleste.

Klose raggiunge i compagni solo oggi: lo vedremo comunque in campo? Non so se questo accadrà, toccherà infatti a Petkovic prendere una decisione in proposito, valutando le condizioni del giocatore. Certo che tutti i giocatori di questa Lazio sono importanti, anche se bisogna ammettere che Klose ne rappresenta il valore aggiunto.

Ad Atene la Lazio troverà un ambiente caldo: questo potrebbe influire sull’incontro? No, anzi: servirà da stimolo per affrontare al meglio questa trasferta e disputare un buon incontro.

Petkovic crede poco nel turnover, ma stasera non sarebbe meglio far riposare i titolari? 

Non sono d’accordo: è meglio mettere in campo sempre la formazione migliore e puntare ad entrambi gli obiettivi, campionato ed Europa League. I giocatori della Lazio sono giovani e hanno tutte le possibilità di affrontare due impegni. Bisogna dare tutto nella partita che si deve giocare, poi pensare alla prossima, Firenze in questo caso per i biancocelesti.

Cosa bisognerà temere della formazione greca? In realtà non conosco a fondo il Panathinaikos, ma credo che prima di tutto bisognerà stare attenti all’aggressività e al carattere dei greci. Poi certo da quelle parti non è mai facile giocare, c’è sempre un pubblico che sostiene la squadra fino in fondo, c’è la voglia dei giocatori che in casa vogliono fareuna bella prestazione.

Il suo pronostico? Credo che la Lazio possa vincere, tornare in Italia con un successo.

 

(Franco Vittadini)







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie