Calciomercato Juventus/ Torna di moda Saul Niguez: Morata e McKennie nel quadro?

- Claudio Franceschini

Calciomercato Juventus: torna di moda Saul Niguez, che gioca pochissimo nel Chelsea e potrebbe cambiare aria. Intreccio con Atletico Madrid e Barcellona, nello scenario può rientrare Morata.

Saul Niguez Chelsea Aston Villa lapresse 2021 640x300
Calciomercato Juventus: torna di moda Saul Niguez (Foto LaPresse)

CALCIOMERCATO JUVENTUS: SAUL NIGUEZ TORNA NEL MIRINO

Il calciomercato Juventus in questo momento ammicca soprattutto alla Spagna, in particolar modo a Barcellona: abbiamo già riportato le notizie più calde sul fronte catalano, vale a dire l’assalto a Matthijs De Ligt, con i blaugrana che sarebbero forti di una presunta clausola a loro vantaggio posta nel contratto dell’olandese (e che riguarda una cifra per la rescissione più bassa rispetto agli altri club) ma anche un potenziale accordo che i bianconeri avrebbero trovato con l’entourage di Ousmane Dembélé, che a giugno potrebbe arrivare a parametro zero. Non solo: Xavi avrebbe individuato in Alvaro Morata l’attaccante ideale da cui ripartire anche subito, ma qui bisogna inserire una terza squadra che è l’Atletico Madrid.

Sono i Colchoneros infatti i proprietari del cartellino di Morata, e allora nel quadro può tornare di moda quel Saul Niguez che la Juventus non ha mai davvero perso di vista. Massimiliano Allegri lo sognava quando era al primo ciclo come allenatore della Vecchia Signora; per l’Atletico è sempre stato incedibile ma poi in estate i rojiblancos hanno aperto al prestito al Chelsea. Come sono andate, o meglio stanno andando le cose lo sappiamo bene: Saul Niguez ha giocato la miseria di 11 partite stagionali con i Blues, appena 6 da titolare con la metà di queste in Coppa di Lega. Emergere in un centrocampo che può contare su N’Golo Kanté, Jorginho e Mateo Kovacic non è semplice: per questo il futuro a breve termine di Saul Niguez potrebbe essere lontano da Stamford Bridge.

MORATA NELL’AFFARE SAUL NIGUEZ?

Ora, gli scenari di calciomercato si fanno complessi. Il riscatto per Saul Niguez è di 40 milioni di euro ed è abbastanza improbabile pensare che il Chelsea sborserà tale cifra, di conseguenza l’Atletico Madrid si ritroverà il giocatore nella rosa senza aver incassato – se non i 5 milioni del prestito – ma d’altro canto rischia anche di non vedere i 35 milioni per Morata, perché se l’attaccante partisse a gennaio (da Barcellona è in uscita Luuk De Jong) difficilmente la Juventus eserciterebbe poi il riscatto a giugno. Ora, potenzialmente per i Colchoneros sfumerebbero 75 milioni di euro e viste le spese (per Rodrigo De Paul e Matheus Cunha, 71 milioni complessivi) è chiaro che incassare qualcosa non guasterebbe.

Da qui allora la possibilità di accordarsi con la Juventus: l’Atletico Madrid chiederebbe ai bianconeri, eventualmente, di chiudere subito il prestito di Morata ed esigere una parte cash dal Barcellona – o comunque farlo a giugno, con i blaugrana eventualmente più propensi a riscattare l’attaccante anche in virtù dell’operazione Griezmann andata in scena in estate – e darebbero semaforo verde per Saul Niguez, con formula anche in questo caso da definire. Nel campo delle ipotesi possiamo aggiungere un’altra variabile: quella che riguarda Weston McKennie, che la Juventus non considera incedibile e cui ammicca il mondo della Premier League. Il Chelsea, eventualmente, potrebbe farci un pensiero come sostituto numerico di Saul Niguez, i bianconeri nel caso non si opporrebbero a questa sorta di indennizzo…





© RIPRODUZIONE RISERVATA