CAMERON BOYCE, MORTO NEL SONNO ATTORE DISNEY/ Il cast di Jessie: “senza di lui…”

- Valentina Gambino

Cameron Boyce, morto a 20 anni l’attore star della Disney: il cordoglio di fan e colleghi. Le parole dell’attrice Peyton List.

cameron boyce 640x300
Cameron Boyce è morto

Il cast della serie Disney “Jessie” esprime tutto il proprio dolore per la morte di Cameron Boyce che è stato uno dei grandi protagonisti del telefilm. La prima ad esprimere cordoglio per l‘improvvisa scomparsa del collega è stata Peyton List che, in Jessie, interpretava Emma Ross. “Era più giovane di me, ma mi ha insegnate a diffondere amore e generosità più di chiunque altro in tutta la mia vita. Ha sollevato chiunque intorno a lui. Mi ha ispirato e spinto a diventare una persona migliore. Non ce l’avrei mai fatta senza la sua guida, la sua pazienza e il suo affetto. Non riesco più a vedere gli occhi perché ho pianto così tanto. Ti voglio bene con ogni mia piccola parte, e ti ringrazio per il tempo che ho passato insieme a te. Grazie per essere stato nella”, ha scritto su Instagram l’attrice e modella. Cliccate qui per vedere il post (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

ANTONIO SABATO JR: “IL MIO CUORE E’ SPEZZATO”

Non solo fan ma anche tanti colleghi piangono da ore la morte prematura del giovanissimo attore Cameron Boyce, star della Disney. Tutto un futuro davanti, non solo artistico, spezzato all’improvviso da una morte sopraggiunta nel sonno, forse causata da una crisi epilettica. Dopo l’attore Adam Sandler giunge anche il messaggio di cordoglio di Antonio Sabáto Jr che con il giovanissimo Cameron aveva lavorato nella serie General Hospital. L’attore, tramite il social Twitter ha scritto nelle passate ore: “Riposa in pace Cameron Boyce, è stato un onore aver lavorato con te e passare il tempo insieme. Amico, il mio cuore è spezzato, che bel ragazzo con un futuro fantastico. Le mie più sentite condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici. Ci mancherai tutti”. La star della Disney si era fatta amare per i suoi modi gentili, al punto da conquistare indistintamente suoi fan e colleghi anche più grandi di lui. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

SKAI JACKSON: “ERI UNICO…”

Tra i tanti che hanno pianto la morte di Cameron Boyce, star di Disney Descendants, c’è la giovane collega Skai Jackson. I due erano ospiti insieme della serie Jessie di Disney Channel. La giovane ha specificato: “Sam eri una persona davvero unica. Il mio cuore sarà per sempre infranto. Sono davvero molto felice di aver passato quasi ogni giorno sul set con te. I tuoi abbracci sono i migliori. Vorrei averti abbracciato più a lungo quando ti ho visto due mesi fa. Grazie perché sei stato il fratello maggiore che non ho mai avuta. Sono sconvolta che non riesco a smettere di piangere. Ti voglio davvero tanto bene, vola in alto perché sei l’angelo migliore”. Sono parole di una ragazza che aveva avuto la possibilità di conoscerlo sul lavoro, ma che poi vi era diventata amica. Tra i due non ci sono mai state delle voci su un possibile flirt, ma va ricordato come tutti sapevano di un legame fortissimo oche si era formato negli anni. Le parole di Skai sembrano confermare il tutto. (agg. di Matteo Fantozzi)

ADAM SANDLER: “TROPPO GIOVANE PER MORIRE”

Con lui Adam Sandler aveva recitato in “Un weekend da bamboccioni”, con Cameron Boyce che svolgeva un ruolo minore ed era ancora giovanissimo: eppure il famoso attore e regista comico americano quel ragazzino “enfant prodige” se lo ricordava bene e dopo la notizia della sua morte è rimasto sotto choc. «Troppo giovane per morire, troppo dolce. Troppo divertente. Semplicemente il più talentuoso e il più modesto tra i ragazzi che ci sono in giro», scrive su Instagram Sandler riferendosi direttamente alla star della Disney in diverse serie tv e film di successo. Poi ancora l’attore, in un messaggio indirizzato alla famiglia di Cameron, conclude «Lo adoravo, attento alla sua famiglia, al mondo. Grazie Cameron, per tutto quello che ci hai dato. Molto altro avresti potuto darci, tutti i nostri cuori sono spezzati. Un pensiero alla tua famiglia, cui invio le mie più sentite condoglianze». (agg. di Niccolò Magnani)

“STAVO PROVANDO COSA VUOLE DIRE ESSERE ADOLESCENTE”

“Come Carlos anche io sto provando che cosa vuol dire essere un adolescente”, così Cameron Boyce, morto a soli 20 anni forse stroncato da una crisi epilettica, descriveva il personaggio che interpretava nella serie Disney Descendants, dove indossava i panni del figlio di Crudelia De Mon. Così come il personaggio della serie, anche lui stava cercando di “capire chi sei e cosa ne vuoi fare della vita, di quello che ti circonda e cose del genere”. Da bravo ballerino qual era, nel video di Disney Channel aveva definito tutt’altro che facili le coreografie che lo avevano visto protagonista. “Magari sono più facili se uno ha le basi di ballerino”, aveva commentato, “ma restano comunque difficili anche per un professionista”. Cameron aveva dedicato gran parte della sua giovane vita alla carriera ma non per questo aveva perso la semplicità tipica della sua età. Come spiega Gazzetta.it, non è chiaro dove fosse l’attore, nato e cresciuto a Los Angeles, al momento del decesso. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

FAMIGLIA DELL’ATTORE DISNEY: “CHIEDIAMO PRIVACY”

La morte di Cameron Boyce, la star della Disney, ha scosso il mondo dello spettacolo. Una morte improvvisa a soli 20 anni per la star del cinema americano che, stando a quanto trapelato nelle ultime ore da alcuni media americani, è morto nel sonno a causa di una crisi epilettica. Tutti lo ricordano con grande affetto ed ammirazione, a cominciare da Disney Channel fino ai fan che sono letteralmente scossi dalla notizia. Anche la famiglia è profondamente turbata dalla tragedia della scomparsa di Cameron e per questo motivo ha deciso di chiudersi nel dolore. “Siamo molto tristi in questo momento e chiediamo la dovuta privacy per affrontare la perdita del nostro prezioso figlio e fratello” hanno fatto sapere tramite un portavoce. “Il mondo ha perso una delle sue luci più luminose ma il suo spirito continuerà a vivere attraverso la gentilezza e la compassione di tutti coloro che lo hanno conosciuto e amato” hanno detto i familiari. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

CAMERON BOYCE MORTE: NON CHIARE CAUSE DECESSO

Non sono ancora chiare le cause della morte del giovanissimo attore Cameron Boyce, star della Disney, ma pare che alla base del decesso, avvenuto presumibilmente nel sonno, ci sarebbe una violenta crisi epilettica che non gli avrebbe lasciato scampo. Modello sin dall’età di 7 anni, Cameron era diventato famoso indossando i panni di Luke Ross nella serie Jessie e di Carlos in Descendants. Ma la prima serie nella quale ha esordito, nel 2008, fu General Hospital: Night Shift. Un portavoce di Disney Channel, come riferisce Corriere della Sera, lo ha voluto ricordare con estrema tristezza: “Sin da giovane, Cameron Boyce sognava di condividere i suoi straordinari talenti artistici con il mondo ed era alimentato dal forte desiderio di fare la differenza nella vita delle persone attraverso il suo lavoro umanitario”, ha rivelato. “Era un artista incredibilmente talentuoso, una persona premurosa e, soprattutto, un figlio amorevole e devoto, fratello, nipote e amico”, ha chiosato, descrivendo in poche parole non solo il suo straordinario talento artistico ma anche umano. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

MIGLIAIA I MESSAGGI “SEI STATO LA MIA INFANZIA”

Ha lasciato un profondo vuoto la morte di Cameron Boyce, il 20enne attore della Disney, scomparso mentre dormiva forse a causa di una crisi epilettica. Andando sul suo profilo Instagram, l’ultima foto pubblicata nella giornata di ieri, uno scatto di profilo in bianco e nero, ha già superato quota due milioni di like, e nel contempo sono migliaia i commenti di addio, quasi tutti dei fan del giovane talento della recitazione e delle passerelle, che hanno voluto dedicare qualche istante della loro vita al loro idolo. «Non posso crederci – scrive uno – sei stato tutto la mia infanzia. Ti amo Cameron». E ancora: «Quando guarderò Descendent (la serie tv Disney in cui recitava Boyce ndr) – penserò solamente a te, a come sorridi. Non credo in Dio ma penso che ora tu sia in un posto migliore. Ti amo RIP». Un’altra invece si domanda semplicemente: «Qualcuno, per favore, può spiegarmi perché?». Mentre un altro fan scrive un semplice: «Riposa in pace, grazie per avermi regalato tanti ricordi d’infanzia». Così quest’altro: «R.i.p. Cam, quando ero più giovane guardavo Jessie in tv tutto il tempo e Luke era il mio personaggio preferito. Non posso credere che te ne sei andato, non ho avuto la possibilità di incontrarti ma sarai sempre nel mio cuore». Infine questo messaggio: «Sto singhiozzando. fai parte della mia infanzia, non riesco a capirlo. Sei stato d’ispirazione per me. riposa in pace». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CAMERON BOYCE, MORTO L’ATTORE DISNEY

Choc nel mondo del cinema: il giovane attore Cameron Boyce è morto nelle scorse ore. Famoso in particolare per i suoi ruoli interpretati nelle serie tv per ragazzi della Disney, in particolare “Jessie e The Descendants”, è scomparso a soli 20 anni mentre stava dormendo. Le cause ufficiali del suo decesso non sono state ancora rese note, ma la famiglia ha fatto sapere che si è trattato di un attacco provocato da una patologia per cui era in cura, molto probabilmente una crisi epilettica. Numerosi i post social dedicati questa mattina al compianto attore, la cui carriera sembrava destinata ad un grande successo, con i fan in lacrime, soprattutto i più piccoli. Kenny Ortega, regista di “Descendants”, ha voluto esprimere il proprio dolore attraverso la propria pagina Instagram, scrivendo: «Cameron portava amore, risate e solidarietà ogni giorno in sua presenza. Il suo talento sconfinato. La sua gentilezza e generosità erano infinite. È stato un indescrivibile onore e un piacere conoscerlo e lavorare con lui. Ti rivedrò in tutte le cose mio amato e meraviglioso amico. Cercherò nelle stelle la tua luce. Sarai il mio ragazzo per sempre! Cameron vivrai per sempre nei nostri cuori». Boyce tornerà in televisione a breve, a partire dal prossimo 3 agosto negli Usa, con l’ultima serie girata di Descendants, e con Paradise City, un’altra serie ambientata nel mondo delle rockstar, le cui riprese erano terminate nelle scorse settimane. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

CAMERON BOYCE, MORTO IL 20ENNE ATTORE DISNEY

L’attore americano Cameron Boyce è morto a 20 anni nelle prime ore di ieri, sabato 6 luglio 2019, nella sua casa di Los Angeles, la notizia è stata diffusa ufficialmente da ABC News. Boyce era famoso per i suoi ruoli nelle serie Disney Channel “Jessie” e “The Descendants”. Secondo l’ABC, che cita fonti familiari, la morte di Boyce è avvenuta a causa di un attacco relativo a una malattia dell’attore e per la quale era in cura. La giovane star, oltre alla passione per la recitazione, era anche un validissimo ballerino. Nato a Los Angeles, ha iniziato la sua carriera di attore a 9 anni e a 11 ha recitato con Adam Sandler nella commedia Big Boys. Ma la fama mondiale è stata raggiunta con la serie Disney “Jessie”, dove interpretò il personaggio di Luke Ross al fianco dell’attrice Debby Ryan. Jessie ha partecipato a quattro stagioni per un totale di 98 episodi. Successivamente, la sua straordinaria carriera era proseguita partecipando “Los Descenientes”, una serie in cui ha interpretato Carlos e che ha avuto così tanto successo da generare tre film, il terzo dei quali non è ancora stato pubblicato.

Cameron Boyce è morto

Oltre al suo lavoro come attore, Cameron Boyce era noto per il suo coinvolgimento in numerose cause sociali. “Siamo molto tristi in questo momento e chiediamo la dovuta privacy per affrontare la perdita del nostro prezioso figlio e fratello”, ha confidato un portavoce. Secondo diversi media americani, l’attore sarebbe morto a causa di una crisi epilettica. “Con il cuore in mano vi dobbiamo annunciare che questa mattina abbiamo perso Cameron. È morto nel sonno a causa di un attacco provocato da una patologia per la quale era in cura. Il mondo ha perso una delle sue luci più luminose, ma il suo spirito continuerà a vivere attraverso la gentilezza e la compassione di tutti coloro che lo hanno conosciuto e amato”, ha dichiarato un rappresentante della sua famiglia. Modello da quando aveva 7 anni, ha preso parte a numerosissime campagne pubblicitarie. Nel giugno del 2008 cominciò in televisione nella serie “General Hospital: Night Shift”. Boyce viveva vicino Los Angeles con i suoi genitori, la sorella minore e un cane di nome Cienna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA