NINA ZILLI/ Video, “Da piccola ero una nerd bullizzata per via dell’apparecchio ai denti” (Grazie dei fiori)

- Emanuele Ambrosio

Nina Zilli torna in tv ospite del programma "Grazie dei fiori" dedicato alla storia del Festival di Sanremo e condotto da Pino Strabioli su Rai3

nina-zilli_R439 Nina Zilli

Nina Zilli è una delle protagoniste della nuova puntata di “Grazie dei fiori“, il programma dedicato al Festival della Canzone Italiana di Sanremo, ai personaggi e alle canzoni della kermesse condotto da Pino Strabioli su Rai3. Quest’anno nel cast presenza speciale anche quella di Renzo Arbore. Tra i vari ospiti della nuova puntata c’è anche Nina Zilli, la cantante di “Per Sempre” pronta a condividere retroscena sulla sua esperienza a Sanremo. All’anagrafe Maria Chiara Fraschetta è reduce da un trionfale anno che l’ha vista portare in giro per l’Italia il suo ultimo album di inediti. Durante un’intervista rilasciata al Quotidiano.net, la cantante ha fatto il punto della situazione dicendo: “Tirando il freno a mano alla vita di tutti i giorni, la vacanza restituisce l’artista al suo lavoro di pensatore mettendolo in una condizione creativa ottimale”. Un chiaro riferimento alla decisione di fermarsi un pò e prendere un pò di tempo per organizzare le idee per il prossimo album.

“Sono una figlia unica che ha passato tanto tempo da sola”

Artista a 360 gradi, Nina Zilli parlando del concetto di arte ha dichiarato: “Sono una figlia unica che ha passato tanto tempo da sola, riempiendolo di disegni, di canzoni, e di partite di basket. Poi il rock’n’roll ha preso il sopravvento, ma ancora oggi, se non imbraccio una chitarra o suono il pianoforte, amo rigirare la matita tra le dita per illustrare quel che mi passa per la mente, anzi fare ‘disegnini’, come li chiamo per non prendermi troppo sul serio”. La cantante oggi non disegna più, ma non disdegna di entrare spesso nello studio del fidanzato Omar Hassan, artista pittore che prende a pugni la tela per realizzare le sue opere. Parlando proprio del compagno e dell’arte, Nina Zilli è convinta di una cosa: “il continuo bisogno di rigenerarsi è l’essenza dell’arte. Pure io incido ogni mio nuovo disco come se fosse il primo, provando a dargli connotati diversi dal precedente; inizio con la scrittura, con la ricerca dei suoni, lasciando poi che tutto prenda via via forma”.

“La tv? E’ una divertente scatola magica”

Nina Zilli ha anche parlato della televisione che più volte l’ha vista protagonista. “Quella del piccolo schermo è tutta un’altra esperienza, molto più goliardica del cantare, del disegnare o del dipingere. La tv è una divertente scatola magica che, se usata bene, può diventare un contenitore importantissimo. Soprattutto per una come me che passa la vita a comunicare”. Poi racconta della sua ultima partecipazione al Festival di Sanremo dove ha portato in gara il brano “Senza appartenere”, una canzone importante in cui ha parlato delle donne: “con quel pezzo volevo raccontare la bellezza, la forza, la resilienza della femmina, nel bene e nel male. Essendo una donna cresciuta da donne, mamma Mara a nonna Anna, ho una spiccato senso di appartenenza. Da piccola ero una nerd bullizzata per via dell’apparecchio ai denti e dell’aspetto un po’ cicciotto; quindi bisognosa di protezione più di tante amichette. La cosa ha finito col mettermi dentro una voglia di riscatto che, davanti all’ingiustizia, tira fuori tutto il mio spirito guerriero”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cinema e Tv

Ultime notizie