Ornella Muti/ La “scappatella” con Adriano Celentano: lui è pentito?

Ornella Muti tornata in tv con “Wine To Love”, si è raccontata in una lunga intervista a La Stampa parlando del rifiuto a Paolo Sorrentino

05.01.2019, agg. alle 22:41 - Emanuele Ambrosio
ornella-muti_980x571
Naike Rivelli e Ornella Muti a L'Isola dei Famosi 2017

“Farsi donna è più che normale/ma una figlia è una cosa speciale”, canta Celentano ne Il tempo se ne va. Chissà se con Rosita e Rosalinda è andata allo stesso modo. Certo è che il rapporto con Claudia non è stato affatto (p)ossessivo. Non è mancato il tradimento, a dire il vero: Ornella Muti l’ha confessato nel 2014. È proprio con lei che Celentano ha intrattenuto una breve relazione, nel periodo di crisi all’inizio degli anni Ottanta. “Io amo lei/soltanto lei/ma perché mai/l’avrò tradita”. Questi i versi di Sotto le lenzuola, un brano che ricorda vagamente i ritmi del liscio. A C’è Celentano un breve assaggio: a posteriori, si direbbe che racconti proprio quell’episodio. Lo stesso Molleggiato si confessa dispiaciuto: “La donna più bella? Quella che ho sposato”. [agg. di Rossella Pastore]

Il nuovo progetto

Ornella Muti è tornata più bella che mai protagonista nel film “Wine to Love – I Colori dell’Amore” trasmesso con grande successo su Rai1. L’attrice, icona del cinema italiano, prossima a festeggiare i 50 anni di carriera ha accettato di recitare il ruolo di Anna nella prima pellicola di Domenico Fortunato, attore che ha debuttato alla regia. “È la prima regia di Domenico Fortunato – ha raccontato l’attrice a La Stampa – ma visto che è una persona molto serena siamo stati benissimo sul set. Abbiamo girato in Basilicata, in questa terra meravigliosa, e anche lì abbiamo trovato molta pace. Ma se vuole, ecco, è il film stesso a essere basato su una storia molto semplice”. Un ruolo che ha amato particolarmente, anche perché “recitare è bello sempre. L’attore che ama recitare lo ama sempre. È tutto un dare, dare continuamente, senza copertura. E ti dai al pubblico” ha precisato la Muti.

Il no detto a Paolo Sorrentino

Ornella Muti ha poi raccontato di quando ha detto “no” a Paolo Sorrentino. L’attrice era stata contattata per citare il ruolo di Veronica Lario, l’ex moglie di Silvio Berlusconi, nel film “Loro” diretto dal regista napoletano. Un rifiuto degno di nota che l’attrice ha motivato così a La Stampa: “Le cose non sempre vanno a buon fine. Non era un appuntamento che dovevamo avere, Sorrentino ed io”. Chissà che in futuro non possa esserci l’occasione di lavoro insieme e soprattutto che questo “no” non possa precludere una possibile collaborazione tra i due: “speriamo” dice la Muti. Durante l’intervista a La Stampa, l’attrice ha parlato anche di come è cambiato il mondo del cinema e della fruizione dei film. In particolare si è soffermata sull’avvento e sulla rivoluzione apportata dalle piattaforme di tv e cinema streaming, una su tutte Netflix. “Non credo che si possa più parlare di antagonismo” – ha sottolineato l’attrice – “con l’avvento di Netflix puoi vedere film in cui la censura non mette becco. E forse quella a dover essere una competizione per tutti: più libertà”. Sui numeri sempre più al ribasso nei cinema ha detto: “le sale, oramai, non fanno molto e lo hanno dimostrato i numeri. Pensare un’uscita al cinema e poi, secondo i tempi che vengono decisi, andare in televisione è intelligente. È una buonissima formula”.

Jane Alexander: “Ornella Muti non è una diva”

Sul set di “Wine To Love – I colori dell’amore”, Ornella Muti ha condiviso il set con Jane Alexander, ex concorrente del Grande Fratello Vip 2018. Proprio l’attrice britannica ha speso bellissime parole di stima ed affetto per la Muti durante un’intervista rilasciata al settimanale DiPiù: “Il primo giorno di riprese ho subito vissuto una bella emozione: ho conosciuto Ornella Muti, uno dei miei idoli, un mito del cinema italiano”. Jane Alexander ha raccontato l’emozione di aver incontrato uno dei suoi miti, un idolo che le ha dimostrato da subito di essere una persona normalissima: Mi aspettavo di trovarmi di fronte la classica diva scostante e invece il primo giorno sul set si è avvicinata e mi ha stretto la mano”. Nessun atteggiamento da diva, ma solo tanta semplicità. “Piacere, sono Francesca” – ha raccontato la Alexander – “perché dagli amici lei si fa chiamare con il suo vero nome. Con lei si è instaurata subito una bella intesa, ma anche con tutto il resto del cast. Abbiamo trascorso bei momenti tutti insieme a passeggiare per la cittadina di Venosa, in provincia di Potenza, che è piena di bellissime chiese antiche”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA