Emma Marrone/ Espulso consigliere Lega per frase sessista, lei: “Non vi mollo mai!”

- Hedda Hopper

Emma Marrone continua il suo tour al grido di “Aprire i porti” e questo le mette contro il popolo dei social e il web, la salentina risponderà alle critiche?

Emma Marrone in tour
Emma Marrone in tour (foto di Kimberley Ross)

Le polemiche continuano e mentre Emma ribadisce ai suoi concerti di essere una cittadina italiana, prima che una cantante, e di essere quindi libera di dire quello che vuole, oggi e per sempre, sui social sono in molti quelli che si sono schierati dalla sua parte. Anche nel suo ultimo concerto il pubblico si è schierato con lei e ha ribadito il concetto che la ama così come è ma alla fine anche lei non ha potuto fare altro che confermare che si tratta di un affetto reciproco. Proprio ieri sera, dopo il concerto, Emma ha condiviso una serie di storie e, in particolare, ha scritto: “Io ci sono sempre stata e ci sarò. Non vi mollo. Vi tengo per mano e ci sosteniamo a vicenda. Come una famiglia. Grazie davvero a tutti. Siete l’amore… quello vero”. Tutto è bene quel che finisce bene e mentre il rappresentante della Lega è finito sul graticolo, Emma andrà avanti per la sua strada insieme al suo popolo di Bestie. (Hedda Hopper)

LE PAROLE DI LAURA BOLDRINI

Se a livello politico il caso pare oramai già chiuso, con l’espulsione immediata di Massimiliano Galli dalla Lega, come annunciato dal deputato del Carroccio Virginio Caparvi, per via della frase sessista rivolta ad Emma Marrone, continuano ad arrivare all’artista gli attestati di stima da parte del resto del mondo politico. Infatti, dopo che Nicola Zingaretti, governatore della Regione Lazio e candidato alla segreteria del Pd, aveva parlato di frasi “indegne”, nelle ultime ore si sono fatti sentire anche da sinistra Nicola Fratoianni e Laura Boldrini. L’ex presidentessa della Camera su Twitter ha detto alla cantautrice che lei “è infinitamente migliore di questi squallidi personaggi” mentre l’esponente di Sinistra Italiana le ha mandato un “un forte abbraccio” invitandola a dire sempre quello che pensa nonostante “quei trogloditi seguaci di Salvini”. (agg. di R.G. Flore)

LE REAZIONI SUI SOCIAL

Emma Marrone in trend topic e non per via della sua frase sull’apertura dei porti durante i suoi concerti ma per via di quello che il consigliere leghista Massimiliano Galli le ha risposto tra i commenti. A quanto pare la sua grave frase sessista non è passata inosservata e lui, si spera, pagherà per quello che ha detto, Emma sui social “risponde con l’amore” e non si lascia andare a repliche e polemiche. A parlare per lei ci hanno pensato colleghi e amici che in queste ore si sono stretti e se Salvo Sottile si limite ad una sorta di “forza” con tanto di braccio e muscoli in bella vista, Paola Turci non fa altro che ribadire che lei è stessa è l’amore. Stesso discorso su Twitter dove in queste ore il suo nome è in trend topic e su cui Paolo Giordano, il noto giornalista musicale, ha voluto dire la sua scrivendo: “Più dell’orrenda offesa gratuita del consigliere della Lega (espulso), fa schifo chi gli dà ragione. I social non possono trasformarsi in una latrina di intolleranza e volgarità”. Ci sono tanti messaggi come quelli del giornalista e tanta indignazione per chi usa frasi sessiste per colpire una donna che ha l’unico difetto di voler pensare e dire quello che pensa. (Hedda Hopper)

MILITANTE DELLA LEGA ESPULSO

Il consigliere leghista contro Emma Marrone. Massimiliano Galli, militante della Lega e consigliere comunale ad Amelia, in Umbria, su Facebook, punta il dito contro la cantante salentina, rea di aver pronunciate la frase “aprite i porti”. La reazione del leghista è arrivata sui social network. «Faresti bene ad aprire le tue c… facendoti pagare per esempio», ha scritto il consigliere leghista dal quale il partito ha preso le distanze. «La Lega Umbria si dissocia dal commento sessista espresso dal consigliere comunale di Amelia» ha sottolineato il segretario regionale, l’onorevole Virginio Caparvi. «Anche il dissenso più forte non può mai scadere in simili commenti. Le affermazioni del consigliere non solo sono inaccettabili, ma assolutamente distanti dallo spirito e dai valori espressi dalla Lega e dunque chiunque utilizzi questo linguaggio non può rappresentare il nostro movimento», ha aggiunto Caparvi (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

EMMA MARRONE: “APRITE I PORTI”

Emma Marrone di nuovo travolta dalle polemiche e questa volta non per via del fisico o per altro ma per la sua posizione politica che la accomuna a molte persone e vip italiani. Questo però sembra non essere bastato per tenerla al sicuro da offese, polemiche e commenti poco gradevoli, ma a cosa è dovuto tutto questo? Chi è andato ai concerti di Emma Marrone partiti proprio la scorsa settimana da Bari, sa bene che la salentina, tra le tante cose, ha lanciato anche un messaggio a lei molto caro ovvero “Porti aperti” in contrapposizione con le idee dell’attuale Governo e del suo rappresentate, il Ministero dell’Interno Matteo Salvini. Non è la prima volta che un cantante, un ben pensante o una persona dello spettacolo si lanci in un messaggio di questo tipo ma questa volta il web non ha davvero preso bene la cosa e ha attaccato Emma Marrone sui social.

GLI SLOGAN DI EMMA MARRONE

Il pubblico ha applaudito e si è commossa ai concerti di Emma Marrone ma sui social c’è chi non ha gradito il suo messaggio e così, tra dichiarazioni d’amore e cuoricini, alla fine sono arrivati anche attacchi e insulti al grido di “Ma cosa vuoi saperne tu” o “Stai zitta” e “Apri la porta di casa tua”, “Stai zitta”. L’impegno di Emma Marrone per il sociale non è di certo una novità ma questa volta sembra proprio che la cosa abbia avuto una cassa di risonanza ancora maggiore. Come se non bastasse, prima di lasciare il palco, Emma Marrone lancia il suo ultimo messaggio : “Fai bene e dimentica, fai male e pensa”. Sui social non hanno risposto alla polemica né Matteo Salvini, sempre attento a queste cose, e né la stessa Emma che adesso pensa al suo tour e al nuovo pezzo che la vede collaborare con Thirty Seconds to Mars ovvero “Love is madness”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA