Classifica Formula 1/ Mondiale Piloti Costruttori 2019: Hamilton solido in vetta!

- Mauro Mantegazza

Classifica Formula 1, Mondiale Piloti e Costruttori 2019 in vista del Gp Francia che si disputa oggi pomeriggio a Le Castellet (domenica 23 giugno)

wolff mercedes formula 1
Classifica Formula 1: Toto Wolff (LaPresse)

Col trionfo di Lewis Hamilton al Gp di Francia 2019, ben poco accade in vetta alla classifica dei piloti della formula 1: dopo la bella prova a Le Castellet il campione in carica della f1 è sempre leader ma ora con 187 punti. Dietro di lui quindi rimane nella classifica della Formula 1 come pure a podio in terra francese il compagno di squadra Valtteri Bottas che vola a quota 151 punti e quindi registra un gap di 36 punti dal britannico. Terzo gradino del podio poi per Vettel con 111 punti, mentre rimane alla quarta piazza Max Verstappen che con la Redbull va ora a quota 100 punti. Sempre vicino al pilota olandese Charles Leclerc autore di una prova splendida al Gp di Francia 2019 e che ha ora a bilancio ben 87 punti, sufficienti per la top five della classifica di Formula 1. Dietro il monegasco in graduatoria è poi ancora il vuoto: al sesto posto troviamo Gasly con 36 punti, 10 in più di Sainz e 16 di vantaggio su Ricciardo. Chiude la top ten poi l’ottimo Norris che con 18 punti ha superato Kimi Raikkonen, ora a quota 15 punti. (agg Michela Colombo)

IL SALTO DI NORRIS

Ci avviciniamo al via del Gp di Francia e a Le Castellet un nome da tenere d’occhio è quello di Lando Norris, che con la McLaren sta vivendo un grande fine settimana: ma come si sta comportando l’inglese nella classifica della formula 1? In realtà l’alfiere della monoposto arancione non ha raccolto poi così tante soddisfazioni in questa prima parte della stagione della F1 e la classifica piloti della formula 1 ce lo spiega bene con solo la 12^ posizione e 12 punti, questi ottenuti con appena due piazzamenti in zona punti. Ben poco quindi per l’inglese che pure oggi ha maggior chance di accumulare punti preziosi visti i risultati in prove libere e l’ottimo piazzamento in griglia. Per Norris il Gp di Francia 2019 sarebbe quindi il tanto atteso salto di qualità, oltre che in classifica di formula 1, visto che in questa zona i distacchi coi rivali (Raikkonen e Perez in primis) sono minimi. (Agg Michela Colombo)

PER IL 4^ POSTO

Nella classifica Formula 1 c’è un quarto posto che vale moltissimo. Ci riferiamo alla quarta piazza del Mondiale Costruttori, che è l’obiettivo massimo per tutte le scuderie che non si chiamano Mercedes, Ferrari e Red Bull. Non si tratta solamente di una questione di prestigio: la Formula 1 redistribuisce i propri proventi alle scuderie in base ai loro risultati ed ecco dunque che arrivare il più in alto possibile può essere fondamentale per team che non sempre navigano in buone acque economicamente. Al momento il duello sembrerebbe essere tra McLaren e Renault, con la gloriosa scuderia britannica al quarto posto con 30 punti inseguita dai francesi che a Le Castellet sono i padroni di casa e sono quinti con 28 punti. Segue poi un altro gruppetto che va dal sesto al nono posto, guidato dalla Racing Point a quota 19 punti, poi la Toro Rosso con 17 punti, la Haas a quota 16 ed infine l’Alfa Romeo a 13 punti. Solo la Williams è lontana da tutti, perché la scuderia di Sir Frank non ha ancora ottenuto nemmeno un punto in tutto il Campionato di Formula 1. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL MOMENTO DIFFICILE

Parlando della classifica Formula 1, si deve naturalmente fare il punto sulla difficile situazione di Pierre Gasly, che fin dall’inizio del Campionato deve fare i conti con la scomodissima situazione di compagno di squadra di Max Verstappen alla Red Bull, dove il francese ha preso il posto di un certo Daniel Ricciardo. I numeri sono impietosi: nella classifica del Mondiale Piloti infatti Gasly ha meno della metà dei punti conquistati da Verstappen, 36 contro 88. Il quinto posto a Montecarlo è stato finora il risultato migliore di Gasly in questa stagione, seguito dai due sesti posti di Shanghai e Barcellona. Un paio di giri veloci di certo non migliorano la situazione di colui che è sempre il fanalino di coda del sestetto delle tre scuderie di spicco. Vero che Gasly ha già ottenuto più punti di quelli realizzati in tutto il 2018 al volante della Toro Rosso, ma è chiaro che adesso gli obiettivi sono molto più ambiziosi e Gasly dovrà decisamente migliorare il proprio rendimento per non rischiare il taglio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazz

LA GRADUATORIA PILOTI

Quale aspetto assumerà la classifica Formula 1 al termine del Gp Francia 2019 che è in programma oggi pomeriggio a Le Castellet? Di certo, sia nella classifica Piloti sia nella classifica Costruttori è saldo il dominio della Mercedes, a maggior ragione dal momento che è stata definitivamente confermata la vittoria di Lewis Hamilton nella scorsa gara in Canada. Dunque è saldo il primato proprio del pilota inglese, dall’alto dei suoi 162 punti nella classifica del Mondiale Piloti di Formula 1, inseguito a quota 133 dal compagno di squadra Valtteri Bottas, che però nelle ultime gare sembra avere perso il ritmo del più blasonato compagno di squadra. La classifica Formula 1 certamente non sorride a Sebastian Vettel, terzo a quota 100 punti, una cifra tonda che però non piace al pilota tedesco della Ferrari. Quarto posto per Max Verstappen con 88 punti, segue a quota 72 Charles Leclerc in quinta posizione, poi il salto è netto perché Pierre Gasly occupa il sesto posto ma con esattamente la metà dei punti di Leclerc, cioè 36. Curiosamente la quota poi si dimezza di nuovo per arrivare ai 18 punti di Carlos Sainz, che comunque è il migliore tra chi non guida una Mercedes, Ferrari o Red Bull.

CLASSIFICA FORMULA 1: IL MONDIALE COSTRUTTORI

Parlando della classifica Formula 1 dei piloti naturalmente abbiamo già implicitamente delineato anche i valori del Mondiale Costruttori, dove il primato della Mercedes è saldissimo, dal momento che la scuderia di Stoccarda assomma la bellezza di 295 punti e ha un vantaggio già in tripla cifra nei confronti della Ferrari, che è seconda con 172 punti. Il rischio insomma è che i giochi siano già fatti quando siamo solamente a un terzo del cammino, anche perché fra i Costruttori ribaltare la situazione sembra ancora più difficile. Terzo posto per la Red Bull a quota 124 punti, la scuderia anglo-austriaca paga soprattutto il modesto rendimento di Gasly e di conseguenza resta per il momento piuttosto lontana dalla piazza d’onore della Ferrari. Si entra poi in un Mondiale completamente diverso, quello di tutte le altre scuderie che lottano al massimo per il quarto posto, attualmente della McLaren con 30 punti e un vantaggio minimo nei confronti della Renault, che è quinta a quota 28 punti.

CLASSIFICA FORMULA 1, MONDIALE PILOTI 2019

1 Lewis Hamilton 187
2 Valtteri Bottas 151
3 Sebastian Vettel 111
4 Max Verstappen 100
5 Charles Leclerc 87
6 Pierre Gasly 36
7 Carlos Sainz Jr. 26
8 Daniel Ricciardo 22
9 Kimi Raikkonen 17
10 Kevin Magnussen 14
11 Nico Hulkenberg 14
12 Lando Norris 13
13 Sergio Perez 13
14 Daniil Kvyat 10
15 Alexander Albon 7
16 Lance Stroll 6
17 Romain Grosjean 2
18 Antonio Giovinazzi 0
19 George Russell 0
20 Robert Kubica 0

CLASSIFICA FORMULA 1, MONDIALE COSTRUTTORI 2019

1 Mercedes 338
2 Ferrari 198
3 Red Bull 136
4 McLaren 39
5 Renault 36
6 Racing Point 19
7 Alfa Romeo 17
8 Toro rosso 17
9 Haas 16
10 Williams 0

© RIPRODUZIONE RISERVATA