Classifica Vuelta 2019/ Nicolas Edet è la nuova maglia rossa! (8^ tappa)

- Mauro Mantegazza

Classifica Vuelta 2019: Nicolas Edet nuova maglia rossa grazie alla fuga di oggi, distacchi immutati invece fra i big (8^ tappa).

Lopez Vuelta maglia rossa
Classifica Vuelta 2019: Miguel Angel Lopez (da Facebook Astana)

Cambia ma non cambia la classifica della Vuelta 2019: spieghiamo subito questa apparente contraddizione dicendo che il francese Nicolas Edet è la nuova maglia rossa, regalando una grande gioia alla Cofidis. Edet era il corridore meglio piazzato nella fuga di giornata, che ha avuto molto spazio tanto che nella classifica generale adesso abbiamo Edet leader e al secondo posto con un ritardo di 2’21” il belga Dylan Teuns, che tra l’altro era già stato a sua volta maglia rossa per un giorno in questa Vuelta 2019. La classifica invece non cambia se si intendono i rapporti di forza fra i big in lotta per il successo finale a Madrid, che sono arrivati in gruppo tutti insieme. Per loro oggi è stata una giornata interlocutoria in attesa del tappone di domani ad Andorra, quando è probabile che il leader della classifica Vuelta 2019 cambi di nuovo e che torni in maglia rossa uno dei big… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

MADRAZO IN MAGLIA A POIS

Completando la nostra panoramica sulla classifica Vuelta 2019, spendiamo adesso qualche parola sulla sempre affascinante graduatoria degli scalatori, cioè la classifica GPM identificata dalla maglia a pois per il suo leader. Fin dai primi giorni e con grande forza dopo l’impresa di mercoledì, al primo posto troviamo stabile lo spagnolo Angel Madrazo della Burgos BH, che ha totalizzato nelle prime sette tappe un totale di 29 punti ai Gran Premi della Montagna. La frazione di ieri però ha fatto fare un balzo in avanti a Sergio Henao e Alejandro Valverde. Il colombiano della UAE Team Emirates si è preso i primi Gpm del giorno ed è adesso secondo nella apposita classifica con 17 punti, mentre il successo in cima al Mas de la Costa ha portato al terzo posto con 16 punti il campione del Mondo. Oggi dovrebbe essere una tappa interlocutoria per la maglia a pois, dal momento che ci sarà un solo Gran Premio della Montagna di seconda categoria, il tappone di domani invece potrebbe cambiare completamente il volto della graduatoria riservata agli scalatori. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

QUINTANA IN MAGLIA VERDE

Ne abbiamo già accennato: Nairo Quintana, oltre a essere quarto nella classifica Vuelta 2019, è pure il leader della classifica a punti della corsa a spagnola. Il colombiano è tornato davanti a tutti in questa graduatoria con il piazzamento di ieri a Mas de la Costa: naturalmente non è la maglia verde l’obiettivo di Quintana, ma continuando a lottare nelle migliori posizioni nelle tante tappe dure della Vuelta 2019 ecco che rimanere ai vertici anche della classifica a punti potrebbe diventare una conseguenza. In effetti, considerando che quattro delle sette tappe finora disputate si sono rivelate molto impegnative, non stupisce notare che i big della generale siano ai primi posti anche della graduatoria a punti della Vuelta. Ecco dunque Quintana al comando con 50 punti davanti a Primoz Roglic, secondo a quota 48. I velocisti sono rappresentati da Sam Bennett, terzo con 45 punti, poi però troviamo Alejandro Valverde a quota 44 punti, di conseguenza ecco che per gli sprinter sarà difficile imporsi anche nella classifica a loro da sempre più cara. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA COSTANTE JUMBO VISMA

Primoz Roglic al secondo posto della classifica Vuelta 2019 ci permette di spendere qualche parola in più sullo sloveno ma anche sulla sua squadra, la Jumbo Visma. La formazione olandese infatti anche alla Vuelta sta confermando la sua forza nonostante il prematuro ritiro di Steven Kruijswijk già nel corso della quarta tappa in seguito ai postumi della caduta nella cronosquadre di apertura – senza la quale tra l’altro adesso Roglic sarebbe quasi certamente in maglia rossa. Roglic è stato il protagonista della prima parte della stagione vincendo l’UAE Tour, la Tirreno Adriatico e il Giro di Romandia prima di presentarsi al Giro d’Italia in cui ha vinto le due cronometro di Bologna e di San Marino e ha chiuso al terzo posto nella classifica finale alle spalle di Richard Carapaz e Vincenzo Nibali. Al Tour invece il capitano è stato Kruijswijk che ha imitato il compagno di squadra salendo sul terzo gradino del podio alle spalle della coppia Ineos Bernal-Thomas – senza dimenticare che la Jumbo Visma ha pure vinto ben quattro tappe. Alla Vuelta ecco di nuovo Roglic capitano, dal momento che lo sloveno ha finalizzato sulla Vuelta la seconda parte della preparazione, non avrà purtroppo l’aiuto dell’olandese ma la Jumbo Visma resta una costante ai piani alti dei grandi giri. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LOPEZ DI NUOVO MAGLIA ROSSA ALLA VUELTA 2019

Riserva grandi emozioni la classifica Vuelta 2019: dopo il duro arrivo di ieri a Mas de la Costa, troviamo di nuovo in maglia rossa il colombiano Miguel Angel Lopez, che sembra avere un rapporto di ‘amore e odio’ con questa maglia che prende e cede quasi ogni giorno. Tuttavia adesso le gerarchie cominciano ad essere molto chiare e la classifica generale della Vuelta 2019 ha già assunto un volto molto chiaro, dicendoci che ci sono quattro uomini che appaiono nettamente più forti, destinati dunque salvo imprevisti a giocarsi la vittoria finale e le posizioni sul podio di Madrid. Lopez infatti vede i suoi tre principali inseguitori racchiusi nello spazio di meno di mezzo minuto: in seconda posizione ecco Primoz Roglic, staccato di appena 6” dal capitano della Astana; segue la coppia della Movistar, con Alejandro Valverde salito al terzo posto a 16” grazie alla vittoria di ieri mentre Nairo Quintana chiude il quartetto con 27” di ritardo dal connazionale. Poi si apre un buco, perché al quinto posto troviamo Rafal Majka, staccato però di 1’58”. Appare anche l’Italia nella top 10 grazie a Fabio Aru, adesso proprio decimo a 3’36” da Lopez.

CLASSIFICA VUELTA 2019: LE ALTRE GRADUATORIE

Detto della classifica della Vuelta 2019, si deve dare naturalmente uno sguardo anche alle altre tre graduatorie che caratterizzano il Giro di Spagna. La grande quantità di frazioni di montagna che abbiamo già vissuto comporta che gli sprinter sono stati scalzati anche dal vertice della classifica a punti: ecco dunque Nairo Quintana in maglia verde davanti a Primoz Roglic, anche se per i big naturalmente non è questa classifica la priorità. Il primo posto di Miguel Angel Lopez nella generale porta con sé come conseguenza inevitabile il fatto che il colombiano sia il leader anche della classifica dei giovani, anche se naturalmente Lopez non potrà sfoggiare in corsa la maglia bianca, che sarà dunque sulle spalle di un eccellente Tadej Pogacar, lo sloveno della UAE Team Emirates meritatamente secondo fra gli Under 25. Infine parliamo della classifica GPM, che ha sempre una grande importanza in una corsa ricca di salite come la Vuelta: la maglia a pois è sempre sulle spalle dello spagnolo Angel Madrazo, che però vede avvicinarsi il colombiano Sergio Henao e pure Valverde, che ieri si è preso il GPM collocato al traguardo.

CLASSIFICA VUELTA 2019 DOPO LA 8^ TAPPA

1 Nicolas Edet (Cofidis) in 32h16’24”

2 Dylan Teuns (Bahrain Merida) a 2’21”

3 Miguel Angel Lopez (Astana) a 3’01”

4 Primoz Roglic (Jumbo Visma) a 3’07”

5 Alejandro Valverde (Movistar) a 3’17”

6 Nairo Quintana (Movistar) a 3’28”

7 Carl Fredrik Hagen (Lotto Soudal) a 3’45”

8 Rafal Majka (Bora Hansgrohe) a 4’59”

9 Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) a 5’37”

10 Esteban Chaves (Mitchelton Scott) a 5’53”

© RIPRODUZIONE RISERVATA