Claudio Baglioni/ Sorpresa a Fiorella Mannoia, lei: “proprio quello che volevo”

- Emanuele Ambrosio

Claudio Baglioni tra gli ospiti de “La musica che gira intorno”, lo show di Fiorella Mannoia. Il cantautore rivela: “mi piacerebbe comporre per il cinema”

CLAUDIO_BAGLIONI_RAI1_cs2018
Claudio Baglioni

Tra i protagonisti de La Musica che Gira Intorno c’è anche Claudio Baglioni. Il cantante, ospite di Fiorella Mannoia, delizia il pubblico di Raiuno con un fantastico medley. La padrona di casa resta stregata e a bocca aperta per l’esibizione di Baglioni e lo ringrazia per aver preso parte al suo programma. “Quante sorprese stasera. Questo è proprio il programma che volevo”, dice soddisfatta ed emozionata la Mannoia. Intanto sui social fan in delirio per Claudio Baglioni, già eletto showman della serata: “Che gli volete dire ad uno così?”, domanda un fan su Twitter. “Riesce anche a risollevare il ritmo di un programma televisivo iniziato in modo non esattamente scoppiettante. Sempre grande professionista“. E poi c’è anche chi non vede l’ora di rivederlo dal vivo, in un concerto, quando sarà possibile farlo. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Claudio Baglioni ospite a La musica che gira Intorno

Claudio Baglioni è tra gli ospiti de “La musica che gira intorno“, lo show evento di Fiorella Mannoia trasmesso giovedì 14 gennaio 2021 in prima serata su Rai1. . Il cantautore romano torna in tv a distanza di poche settimane dalla pubblicazione del suo ultimo progetto discografico dal titolo “In questa storia che è la mia” balzato immediatamente ai vertici delle classifiche di vendita. Un progetto musicale importante che arriva dopo diversi anni e che Baglioni ha presentato alla stampa lo scorso dicembre. Un disco molto attesa da critica e pubblico che Baglioni ha raccontato dalle pagine dell’Avvenire.it: “80 minuti di musica e parole. Abbiamo suonato con lo stesso spirito di quando i dischi si incidevano come un epitaffio su una pietra, con la speranza poi di incidere un po’ anche nelle vite degli altri, in ascolto”.

Il disco esce in un momento storico particolare: una pandemia mondiale che ha rivoluzionato e sconvolto le vite di tutti noi. Parlando proprio di come è cambiata la nostra vita, Baglioni ha lanciato una riflessione molto arguta e precisa: “penso che una nuova coscienza per costruire un nuovo mondo ci veda tutti impegnati nel ‘restaurare’ quello che di buono nel mondo già c’è, e nel creare quelle cose nuove che serviranno anche alle generazioni future… Io non conosco le medicine per ripartire, ma forse una ricetta può essere quella di curarsi dal personalismo, dal narcisismo disperato e provare a tornare a fare dei sogni collettivi”.

Claudio Baglioni: “ho vissuto per lasciare un segno con le mie canzoni”

Claudio Baglioni è senza alcun dubbio uno degli artisti più amati e di maggior successo della storia della musica italiana. La conferma arriva dall’ultimo disco di inediti che si apre con un incipit che rappresenta a pieno la sua vita: “ho vissuto per lasciare un segno”. Non lo nasconde Baglioni che, ricordando i suoi esordi, ha dichiarato a l’Avvenire.it: “ho cominciato ragazzino non perché avessi discendenze, ma per un caso, e ho proseguito fin qui, con estrema perseveranza, consapevole che tutte le cose che facciamo corrono il rischio di essere respinte. Per pubblicare il mio primo album ci sono voluti più di tre anni, oggi è più facile, non serve neanche un editore, le occasioni che offrono la Rete e i talent- show sono immediate”.

Il cantante però è certo di una cosa: “la musica assolve ancora alla funzione di accompagnamento della nostra vita, e io vorrei continuare a farlo avvertendo sempre quelle emozioni essenziali, e nel rispetto delle parole che hanno percorso chilometri per arrivare fino a noi e dobbiamo coglierne il significato e la loro fisicità per trasmetterle e comunicarle al meglio”. Infine Baglioni non nasconde il suo desiderio di tornare al più presto a cantare dal vivo. I prossimi impegni dovrebbero essere alla Terme di Caracalla a Roma, Covid permettendo: “su quel palco così suggestivo spero di salirci la prossima estate con il concerto delle Dodici note. Non vedo l’ora anche di riaccendere la nostra macchina organizzativa e ridare ossigeno a tutte quelle persone che lavorano nella nostra azienda e nel mondo dello spettacolo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA