Cristina Parodi “Mia figlia positiva con 2 dosi vaccino”/ “Ma l’ha protetta e ora…”

- Raffaele Graziano Flore

Cristina Parodi, “Mia figlia positiva al Covid in vacanza e con due dosi fatte”. La giornalista e moglie di Giorgio Gori: “Però il vaccino l’ha protetta: per questo dico a tutti che…”

Cristina Parodi col figlio Alessandro Gori
Cristina Parodi col figlio Alessandro Gori (Instagram)

L’esperienza in famiglia con il Covid-19 ma anche un invito personale rivolto a tutti non solo in quanto volto noto della televisione ma pure come compagna del primo cittadino di Bergamo, una delle province maggiormente martoriate dalla prima ondata della pandemia. Cristina Parodi si racconta in un’intervista concessa proprio a “L’Eco di Bergamo” e parla della positività di sua figlia scoperta durante le vacanze estive, oltre che dell’importanza dei vaccini. “A riguardo non ho mai avuto dubbi: ho sempre vaccinato i miei figli nella consapevolezza dell’importanza della scienza e della medicina” ha spiegato la 57enne giornalista e conduttrice televisiva.

“Dopo tutto quello che abbiamo passato a Bergamo, dopo tutta la tragedia, non avrei potuto aspettare un giorno a vaccinarmi” ha raccontato la moglie di Giorgio Gori al quotidiano orobico, aggiungendo di non aver avuto effetti collaterali a seguito della somministrazione della dose unica di Johnson&Johnson. “Prossima dose? L’11 dicembre, senza alcun ripensamento” taglia corto la Parodi che, riguardo all’immunizzazione dei propri figli, spiega che c’è stato un confronto “molto aperto e chiaro in famiglia” a seguito del quale anche loro hanno scelto di vaccinarsi. “Oramai sono adulti, viaggiano e si informano: sono consapevoli dei pericoli” aggiunge nell’intervista la sorella di Benedetta Parodi.

CRISTINA PARODI, “MIA FIGLIA BENEDETTA POSITIVA IN VACANZA MA GRAZIE AL VACCINO…”

A tal proposito, rivela come le due figlie si trovassero In Gran Bretagna nel periodo in cui l’epidemia da virus Sars-COV-2 scoppiava in Italia: “Eravamo preoccupati per quello che stava succedendo in Italia e nel resto del mondo. In quelle settimane la situazione in Inghilterra era opposta alla nostra. Mentre noi vivevamo nella paura, barricati in casa e protetti con mascherine e guanti, mia figlia Benedetta a Londra girava per la città senza restrizioni” ricorda, accennando poi al fatto che in poche settimane la situazione si è capovolta. “Quando sono tornate a casa, le mie figlie hanno visto cosa stava capitando a Bergamo ed erano sotto choc” continua la Parodi che poi spiega pure da dove derivi la loro certezza sul tema. “L’estate trascorsa ci ha messo di fronte a una maggiore consapevolezza: proprio Benedetta, con due dosi di vaccino e mentre si trovava in Corsica (…) è risultata positiva al Covid, è successo mentre eravamo al mare tutti insieme” racconta la compagna di Gori, che per fortuna al pari degli altri famigliari non è stata contagiata.

Il vaccino ha tutelato lei e noi, e se è vero che il virus ritorna è ancora più vero e importante difendersi” spiega, pur ammettendo che la figlia Benedetta aveva contratto il virus in una forma molto leggera. La chiusura dell’intervista è dedicata alle proteste dell’ultimo periodo e alle scelte del Governo in materia di vaccini e Green Pass: “Credo che si possa solo parlare di irresponsabilità (…) Le scelte del nostro Sistema sanitario? L’Italia si è mossa molto bene, in un momento così delicato stiamo tenendo (…) Ma credo che rendere il vaccino obbligatorio sia una mossa complicata. Esiste un diritto di non vaccinarsi ma non esiste il diritto di mettere in pericolo gli altri con questa scelta” conclude, pur accettando l’obbligatorietà dell’immunizzazione per determinate categorie lavorative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA