Diretta/ Arsenal Manchester City (risultato finale 1-2): Rodri la ribalta al 93′!

- Claudio Franceschini

Diretta Arsenal Manchester City streaming video tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 21^ giornata di Premier League,  classica all’Emirates.

Xhaka Roma
Calciomercato Roma - Xhaka in azione contro il Manchester City (Foto LaPresse)

DIRETTA ARSENAL MANCHESTER CITY (RISULTATO FINALE 1-2)

Arsenal Manchester City 1-2: il risultato finale del big-match di Capodanno in Premier League (ancora alle prese con vari rinvii per Covid) sancisce il colpaccio degli ospiti in extremis all’Emirates Stadium, con il gol di Bukayo Sala al 31’ minuto del primo tempo per il vantaggio dell’Arsenal contro un Manchester City che poi pareggerà con un calcio di rigore di Riyad Mahrez al 57’ ma non saprà approfittare di oltre mezz’ora di superiorità numerica fino al 93’, quando la rete di Rodri sancirà la vittoria degli uomini di Pep Guardiola.

La partita cambia nel giro di pochi minuti: un fallo di Granit Xhaka su Bernardo Silva causa un calcio di rigore per il Manchester City, concesso dopo controllo VAR per verificare se il fallo fosse stato commesso in area o fuori. Dal dischetto si presenta al 57’ minuto Riyad Mahrez, che segno con un tiro di sinistra all’angolino. Al 59’ l’Arsenal resta in dieci uomini a causa della seconda ammonizione comminata a Gabriel, dunque i Gunners subito dopo essere stati raggiunti si ritrovano anche in inferiorità numerica. Va detto che il Manchester City non ha brillato particolarmente e l’Arsenal forse pensava di essersi salvato quando al 93’ ecco il gol di Rodri con un tiro di sinistro all’angolino basso. City non scintillante ma comunque vincente, all’Arsenal resta l’amaro in bocca. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA ARSENAL MANCHESTER CITY (RISULTATO 1-0): INTERVALLO

Arsenal Manchester City 1-0: il risultato sorride ai padroni di casa all’intervallo del big-match di Premier League in questo Capodanno 2022. La prima grande emozione arriva dopo una decina di minuti di gioco all’Emirates Stadium, quando l’arbitro Stuart Attwell ricorre al VAR per giudicare un episodio dubbio in area del Manchester City, ma alla fine decide di non concedere il calcio di rigore in favore dell’Arsenal. In seguito ecco un’occasione per parte, la prima con Gabriel Martinelli per i Gunners, poi risponde De Bruyne per il City ma l’equilibrio almeno per mezz’ora non si spezza.

Il gol del vantaggio dell’Arsenal, che ha sbloccato il big-match contro il Manchester City, è arrivato al 31’ minuto del primo tempo grazie a Bukayo Sala che, sull’assist di Kieran Tierney, ha infilato il pallone nell’angolino basso con un preciso tiro di sinistro. Gabriel Martinelli è in forma e si rende pericoloso in altre due circostanze, legittimando così il vantaggio dell’Arsenal contro un Manchester City che dovrà fare meglio nella ripresa. Ci riuscirà? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DIRETTA ARSENAL MANCHESTER CITY STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Arsenal Manchester City sarà come sempre affidata alla televisione satellitare: i suoi abbonati potranno seguire la partita di Premier League sui canali del decoder, e sappiamo che in assenza di un televisore avranno a disposizione anche il servizio di diretta streaming video, riservato ai clienti (per l’appunto) e attivabile senza costi aggiuntivi con l’applicazione Sky Go, che si può installare su apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone.

DIRETTA ARSENAL MANCHESTER CITY (RISULTATO 0-0): SI COMINCIA!

Finalmente la diretta di Arsenal Manchester City sta per cominciare. Pep Guardiola ha un bilancio di 16 vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte contro i Gunners: ci ha perso due volte da allenatore degli Sky Blues – sempre in FA Cup, sempre in semifinale – mentre altre due volte era caduto come manager di Barcellona (andata degli ottavi di Champions League 2011, ma al ritorno aveva girato tutto) e Bayern Monaco (fase a gironi della stessa competizione, nel 2015). Mikel Arteta, che di Guardiola è stato assistente e dunque è un ex della partita, ha invece una vittoria e cinque sconfitte contro il Manchester City: naturalmente, essendo l’Arsenal la sua prima squadra come manager e avendola presa in mano dopo l’addio agli Sky Blues, queste sei gare sono state tutte disputate contro Guardiola.

Vedremo se finalmente Arteta riuscirà a spezzare la maledizione tornando a battere l’avversaria di oggi in campionato, visto che come già detto non succede da oltre sei anni: mettiamoci comodi e lasciamo che sia il campo a rispondere a questa domanda, finalmente all’Emirates è tutto pronto e dunque la diretta di Arsenal Manchester City può prendere il via! (agg. di Claudio Franceschini)

I TESTA A TESTA

Abbiamo parlato in più occasioni dei testa a testa di Arsenal Manchester City: la semifinale di Fa Cup andata in scena il 18 luglio 2020, dunque a porte chiuse e qualche giorno dopo la ripresa dello sport post-lockdown, i Gunners hanno vinto la semifinale di FA Cup a Wembley, grazie alla doppietta di Pierre-Emerick Aubameyang. Quel successo si inserisce nel mezzo di un quadro pessimo per l’Arsenal: dopo quella partita sono arrivate quattro vittorie del Manchester City che ha segnato 11 gol subendone uno, prima gli Sky Blues avevano sette vittorie consecutive con 20 gol all’attivo e appena 2 al passivo. Insomma: per l’Arsenal il match contro il Manchester City è durissimo.

Ancor di più in Premier League: basti pensare che l’ultima volta in cui i Gunners hanno anche solo fatto punti contro questo avversario risale a un 2-2 nell’aprile 2017, mentre per la vittoria bisogna clamorosamente tornare al dicembre 2015, quando qui all’Emirates avevano deciso Theo Walcott e Oliver Giroud prima della rete di Yaya Touré. Era ancora l’Arsenal di Arsène Wenger, mentre il Manchester City era allenato da Manuel Pellegrini. (agg. di Claudio Franceschini)

ALLIEVO CONTRO MAESTRO!

Arsenal Manchester City è in diretta dall’Emirates Stadium, alle ore 13:30 di sabato 1 gennaio: grande appuntamento, il primo giorno dell’anno, con la Premier League 2021-2022 che come di consueto non si ferma, e vive oggi la sua 21^ giornata. Si gioca una classica: il Manchester City, capolista e rinfrancato dal ko del Liverpool al King Power Stadium, cerca un allungo che potrebbe anche risultare decisivo, avendo preso ritmo e potendo dunque confermare il titolo vinto lo scorso anno, in attesa ovviamente di riprendere la marcia in una Champions League che ormai è una sorta di conto aperto.

L’Arsenal di questo periodo è anni luce lontano da quello che all’inizio della stagione sembrava destinato quasi a retrocedere: si è visto rinviare la partita contro il Wolverhampton, ma intanto aspettando i recuperi delle varie avversarie sarebbe in Champions League e, poiché non ci gioca da molto, già questo sarebbe un grande risultato. Adesso non resta che aspettare la diretta di Arsenal Manchester City; intanto, proviamo a valutare in che modo le due squadre potrebbero essere disposte sul terreno di gioco dell’Emirates.

PROBABILI FORMAZIONI ARSENAL MANCHESTER CITY

È difficile capire a bocce ferme quali possano essere le formazioni di Arsenal Manchester City, visto l’incubo Covid che è sempre presente: Mikel Arteta, il “discepolo” di Pep Guardiola, dovrebbe disporre un 4-2-3-1 con Ramsdale diventato ormai titolare in porta, davanti a lui Holding e Gabriel Paulista sono favoriti su Pablo Marí e sulle corsie potremmo avere Ben White e Tierney. In mezzo al campo è tornato Granit Xhaka, che dovrebbe essere titolare con Thomas Partey; davanti, facile che torni titolare Smith Rowe (cannoniere della squadra in Premier League) con Saka, Pépé e Martinelli a giocarsi le due maglie sugli esterni, mentre Lacazette sarebbe il centravanti.

Sarà invece un 4-3-3 quello di Guardiola, che predispone Rúben Dias e Laporte a protezione di Ederson con João Cancelo e Zinchenko da laterali bassi, in mezzo invece cerca spazio Foden che potrebbe fare la mezzala tattica, alternandosi eventualmente con Bernardo Silva nel ruolo di finto centravanti. Fernandinho, Gündogan e De Bruyne potrebbero comporre il centrocampo, ma è chiaro che uno di questi cinque starebbe fuori a meno che il turnover riguardi invece Mahrez o Sterling, il tutto senza dimenticarsi di gente come Gabriel Jesus e Grealish, quest’ultimo a riposo contro il Leicester ma di fatto titolare semi-inamovibile. Insomma: comunque la si giri, uno squadrone…





© RIPRODUZIONE RISERVATA