Diretta/ Brindisi Roma (risultato finale 88-81 dts): sorpasso e controsorpasso!

- Claudio Franceschini

Diretta Brindisi Roma streaming video e tv: risultato finale 88-81 dts: sorpasso e controsorpasso! I padroni di casa alla fine hanno la meglio sui loro avversari!

Brindisi basket Banks
Adrian Banks, Brindisi basket (Foto LaPresse)

DIRETTA BRINDISI ROMA (RISULTATO FINALE 88-81 DTS): SORPASSO E CONTROSORPASSO

La diretta di Brindisi Roma termina col risultato finale di 88-81 dopo il tempo supplementare. Un match che ha vissuto del motivetto del sorpasso e controsorpasso. I padroni di casa avevano aperto il match con un primo quarto terminato avanti di cinque punti, 20-15. Era arrivato il sorpasso nella seconda frazione di gioco con un 12-20 che aveva permesso non solo di appianare lo svantaggio ma anche di andare avanti ai capitolini. Dopo un 23-23 del terzo, nel quarto Brindisi con un 21-18 aveva trascinato il match al quinto. Qui il 12-5 aveva sancito il risultato definitivo. In classifica sono tre punti importanti per brindisi che è quinto in piena zona playoff. Continua il momento terribile per i capitolini che erano reduci da ben quattro sconfitte di fila. (agg. di Matteo Fantozzi)

SI VA AL QUINTO

Per decidere la diretta di Brindisi Roma servirà il quinto quarto, visto che la gara regolamentare è terminata col risultato di 76-76. La quarta frazione di gioco ci ha mostrato un Brindisi agguerrito che ha trovato la forza per vincere 21-18 e trovare dunque gli spunti per portare a compimento una rimonta che durava dal sorpasso dei capitolini nel secondo. Ora c’è voglia di portare a casa un risultato veramente molto importante che potrebbe permettere di fare un balzo interessante in classifica. Nel corso della partita ha dominato l’equilibrio ed è dunque difficile immaginare chi possa essere a oggi considerata la squadra favorita in attesa che questa si protragga al suo naturale compimento. (agg. di Matteo Fantozzi)

CHE EQUILIBRIO

La diretta di Brindisi Roma è giunta al quarto quarto con il risultato che è di 55-58. C’è grandissimo equilibrio con i capitolini che mantengono il vantaggio contro una squadra che di certo non vuole arrendersi. La terza frazione di gioco è terminata col parziale di 23-23, dimostrando come al momento non ci sia una delle due compagini ad essere salita in cattedra, ma come l’equilibrio regni sovrano. C’è ancora una frazione di gioco da disputare e sarà interessante vedere chi ci arriverà più carico dal punto di vista psicologico, perché in questi momenti forse conta più quello che la tecnica schierata in campo. Arrivate punto a punto le due squadre hanno ora la chance di portare a casa una vittoria che sarebbe davvero molto importante per entrambe. (agg. di Matteo Fantozzi)

SORPASSO E INTERVALLO

Siamo all’intervallo della diretta di Brindisi Roma col risultato che è di 32-35. Gli ospiti sono stati protagonisti di un grande sorpasso dopo che avevano chiuso la prima frazione di gioco col risultato di 20-15. Il secondo quarto è terminato infatti 12-20 con la sensazione che i capitolini abbiano acceso il turbo, ingranando la marcia tardi come capita spesso ai motori diesel. Come sempre a salire in cattedra c’è un White al di sopra delle righe e in grado di dare ai suoi coraggio per cercare di recuperare. Ora c’è la seconda metà della partita da giocare aperta a qualsiasi tipo di risultato. Vedremo se Brindisi proverà a compiere il controsorpasso oppure se sarà la Roma a incrementare il già buon vantaggio per come si erano messe le cose. (agg. di Matteo Fantozzi)

SUBITO SHOW

La diretta di Brindisi Roma ci regala subito show, con il primo quarto che si chiude col risultato di 20-15. Tra i migliori c’è sicuramente Jefferson, praticamente impeccabile quando prova a tirare a canestro e bravo a tenere palla quando è necessario attendere il piazzamento dei suoi compagni. L’unica pecca della sua gara fino a questo momento è l’aver realizzato solo la metà dei tiri liberi a sua disposizione. Lo svantaggio della squadra ospite non rimane comunque un limite invalicabile, vedremo cosa accadrà da qui alla fine intanto diamo uno sguardo agli schieramenti iniziali: BRINDISI – 0 Banks, 00 Brown, 1 Martin, 33 Stone, 15 Thompson. A disposizione: 8 Epifania, 12 Campogrande, 18 Cattapan, 10 Gaspardo, 35 Ikangi, 2 Sutton, 6 Zanelli. All. Vitucci. ROMA – 7 Alibegovic, 44 Buford, 11 Dyson, 41 Jefferson, 77 Kyzlink. A disposizione: 13 Baldasso, 2 Cusenza, 25 Farley, 22 Pini, 10 Rullo, 34 Spinosa, 21 White. All. Bucchi. (agg. di Matteo Fantozzi)

PALLA A DUE!

Eccoci alla palla a due di Brindisi Roma. La scorsa settimana la Happy Casa è andata a vincere a Cantù una partita incredibile e chiusa da un canestro di Darius Thompson praticamente allo scadere. Grande tensione in campo e sugli spalti del PalaBancoDesio: a fine partita Adrian Banks ha esultato nei pressi della curva degli Eagles e questi hanno risposto per le rime. Nel post gara, Frank Vitucci ha parlato di rispetto in conferenza stampa e la guardia Usa ha rincarato la dose affidandosi ai social network, accusando i tifosi avversari di avergli sputato addosso. La pronta risposta degli Eagles non si è fatta attendere: attraverso un comunicato i sostenitori brianzoli hanno sostenuto che la distanza tra curva e campo avrebbe impedito di far arrivare degli sputi direttamente a Banks e che il giocatore ha ricevuto solo qualche “mezzo bicchiere di birra”, tra l’altro dopo aver provocato con l’esultanza sotto la curva. Una brutta pagina che speriamo non si debba ripetere in altri contesti; intanto noi siamo pronti a metterci comodi e lasciare che a parlare sia il parquet del PalaPentassuglia, dove finalmente la diretta di Brindisi Roma prende il via! (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

Salvo variazioni di palinsesto non sarà possibile assistere alla diretta tv di Brindisi Roma, che non viene trasmessa sui canali del nostro Paese; resta comunque valido l’appuntamento con dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone perché tutti gli abbonati alla piattaforma Eurosport Player potranno seguire in diretta streaming video questa partita, così come tutte le altre del campionato. Ricordiamo poi il sito www.legabasket.it, sul quale potrete trovare tutte le informazioni utili come la classifica, il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori sul parquet.

IL GRANDE EX PIERO BUCCHI

Naturalmente, e come abbiamo già accennato, il grande ex di Brindisi Roma è Piero Bucchi: il coach bolognese torna al PalaPentassuglia da avversario, pronto a ricevere un’ovazione dai suoi vecchi tifosi. Se la Happy Casa lotta per le prime posizioni della classifica lo deve anche e soprattutto al suo lavoro: arrivato nel 2011 dopo l’esperienza a Milano, Bucchi ha riportato subito la New Basket in Serie A1 (vincendo anche la Final Four di Coppa Italia LegaDue) e poi ha ottenuto la prima salvezza di sempre, la qualificazione alla Coppa Italia e per due volte i quarti di finale dei playoff. Un lustro straordinario per Bucchi e per la squadra di Brindisi, che l’anno scorso ha ottenuto il quinto posto in regular season: un ottimo risultato, ma che ha “solo” eguagliato quello che l’attuale allenatore della Virtus Roma aveva fatto nel 2014. Oggi Bucchi cerca di fare lo stesso a Roma: non sarà facile ma l’esperienza c’è eccome… (agg. di Claudio Franceschini)

LA PARTITA DI ANDATA

Avvicinandoci alla diretta di Brindisi Roma, bisogna ricordare che la partita di andata al Palazzo dello Sport (29 settembre) era stata dominata dalla Happy Casa, che aveva vinto 63-87 facendo fruttare un primo quarto da 14-27 che aveva creato il primo strappo, risultato poi decisivo visto che la Virtus non era più riuscita a rimarginarlo e anzi aveva costantemente perso terreno. La squadra di Frank Vitucci aveva cavalcato in particolar modo tre giocatori: un clamoroso Kelvin Martin che aveva chiuso con 14 punti, 7 rimbalzi, 4 assist e 6 recuperi a fronte di una sola palla persa, poi John Brown (14 punti e 8 rimbalzi, 6/10 dal campo) e infine Darius Thompson, autore di 21 punti con un ottimo 8/11. Adrian Banks ci aveva aggiunto il solito corredo di punti (17) pur tirando con il 25% dall’arco; la Virtus Roma aveva mandato soltanto due giocatori in doppia cifra, ovvero William Buford (17) e Davon Jefferson che aveva sfiorato la doppia doppia (9 rimbalzi) ma si era limitato a 10 punti con 3/7 al tiro, ben contenuto dalla difesa avversaria che gli aveva tagliato i rifornimenti. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Brindisi Roma, in diretta dal PalaPentassuglia, si gioca alle ore 17:15 di domenica 19 gennaio: siamo nella 19^ giornata del campionato di basket Serie A1 2019-2020, e si tratta di una sfida tra due squadre che puntano ad un posto nei playoff partendo però da situazioni diverse. La Happy Casa, reduce dalla vittoria con polemica centrata a Cantù, spera di arrivare a una delle primissime posizioni della classifica avendo dimostrato di potersela giocare con le big; una leggera flessione al termine del girone di andata non ha inficiato quanto di buono fatto dai pugliesi che sono ormai una realtà concreta del nostro campionato. Diverso il discorso per la Virtus, che innanzitutto deve guardarsi alle spalle: domenica scorsa Piero Bucchi – grande ex della sfida – ha perso nettamente in casa contro la Virtus Bologna, e dunque vuole immediatamente riprendere la marcia. Non resta allora che aspettare la diretta di Brindisi Roma, nel frattempo noi possiamo fare qualche valutazione sui temi principali legati a questa partita.

DIRETTA BRINDISI ROMA: RISULTATI E CONTESTO

Brindisi Roma rappresenta per la Happy Casa, che in settimana ha perso nettamente sul parquet del Besiktas la sua sfida di Champions League, la possibilità di fare un altro bel salto in classifica: in questo momento i pugliesi puntano il quarto posto di Milano che, impegnata a Brescia e reduce dal doppio impegno di Eurolega, potrebbe pagare la stanchezza ed essere agganciata. Campionato di livello quello di Brindisi, che nelle ultime stagioni ha dimostrato di poter essere costantemente in zona playoff; adesso però Frank Vitucci e la società si augurano che sia finalmente arrivato il momento di fare il grande salto, ovvero proporsi come una delle candidate se non altro alla finale per lo scudetto. Nel mezzo ci sarà l’impegno di Coppa Italia, che Roma ha mancato; da neopromossa la Virtus non sta facendo malissimo, ma dopo una partenza positiva ha perso qualche partita di troppo e adesso, con un record di 7 vittorie e 10 sconfitte, si trova a sole due partite di margine sulla zona retrocessione. Per questo motivo i capitolini hanno l’obbligo di non perdere contatto con quanto succede dietro di loro, e sempre per questo devono provare a fare qualche colpo esterno, a cominciare dalla partita del PalaPentassuglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA