Diretta/ Cantù Treviso (risultato finale 83-76): rimonta e vittoria per i brianzoli!

- Claudio Franceschini

Diretta Cantù Treviso, risultato finale 83-76: l’Acqua San Bernardo trascinata da Frank Gaines (22 punti e 6 rimbalzi) rimonta e batte i veneti in Serie A1, un importante colpo salvezza.

Treviso gruppo vittoria facebook 2020 640x300
Diretta Treviso Varese, basket Serie A1 28^ giornata (da facebook.com/trevisobasket)

DIRETTA CANTÙ TREVISO (RISULTATO FINALE 83-76)

Cantù Treviso 83-76: finisce la partita del PalaBancoDesio, e l’Acqua San Bernardo ottiene una vittoria fondamentale per la salvezza. Nel terzo periodo arriva la riscossa brianzola: Frank Gaines fa finalmente il Frank Gaines (alla fine sono 22 punti e 6 rimbalzi) e sopperisce alle mani fredde di alcuni compagni con il consueto aiuto di Jaime Smith (14 punti e 6 assist). Sono sempre loro a fare le fortune di Cantù, che trova un +11 in questo quarto e così mette il naso avanti costringendo Treviso a inseguire. La De’ Longhi improvvisamente perde il contributo di Michal Sokolowski: 6/8 e 18 punti nel primo tempo, nella ripresa timbra appena 2 punti che arrivano dalla lunetta (0/5 dal campo) ma anche David Logan scompare sporcando le sue percentuali, tanto che il referto dice 14 punti (gli stessi del primo tempo) con 5/15. I veneti provano a stimolare altri giocatori, tra cui Matteo Chillo e il sempre presente DeWayne Russell, ma il tiro dall’arco va a singhiozzo e senza quell’arma la squadra di Max Menetti risulta più prevedibile; ne approfitta Cantù che trova anche i punti di Andrea Pecchia e allunga le mani sulla partita, che alla fine va a vincere con grande rammarico di Treviso, che sa di aver sprecato una bella occasione in chiave playoff. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA CANTÙ TREVISO STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Cantù Treviso non sarà tra quelle che per questa giornata di campionato verranno trasmesse sui canali della nostra televisione; di conseguenza l’unico modo per seguire questo match di Serie A1 è quello di sottoscrivere un abbonamento con la piattaforma Eurosport Player, che fornisce tutte le partite di basket in diretta streaming video. Ricordiamo anche la possibilità di consultare liberamente il sito ufficiale www.legabasket.it per tutte le informazioni utili, come il tabellino play-by-play e il boxscore del match.

CANTÙ TREVISO (RISULTATO 43-48): INTERVALLO

Cantù Treviso 43-48: è una partita abbastanza equilibrata quella del PalaBancoDesio. Il primo quarto è di marca De’ Longhi: David Logan fa quello che gli riesce meglio ovvero portare punti alla causa, e così la squadra di Max Menetti prova subito a prendere il largo chiudendo i 10 minuti con un vantaggio di 9 punti. Il secondo periodo però si apre con la riscossa di Cantù, guidata da Frank Gaines e dal sempre più concreto Gabriele Procida; i brianzoli arrivano ad un certo punto a 2 punti da recuperare ma arriva ancora Logan con la tripla che ripristina le distanze. Soprattutto, si sveglia Michal Sokolowski che impiega poco per diventare il miglior marcatore della squadra veneta con un sontuoso 6/8 dal campo; sotto canestro lotta come una furia Nathan Akele ma Treviso fatica a costruire canestri assistiti, si affida più che altro a iniziative personali e anche estemporanee e questo ci dice che nel secondo tempo la De’ Longhi avrà bisogno di ritrovare la propria fluidità offensiva. Anche perché, appunto, l’Acqua San Bernardo è più viva che mai e vuole approfittare delle sconfitte di praticamente tutte le rivali per la salvezza; vedremo allora come andranno le cose qui al PalaBancoDesio… (agg. di Claudio Franceschini)

CANTÙ TREVISO (RISULTATO 0-0): PALLA A DUE!

Mancano pochi minuti alla diretta di Cantù Treviso. La De’ Longhi come detto sta dimostrando di potersi andare a prendere un posto nei playoff, traguardo francamente impensabile oggi per l’Acqua San Bernardo. Che non gioca una post season dal 2018, dunque da non troppo tempo: storie strane in panchina perché la società aveva affidato l’incarico a Kyryll Bolshakov, destituito all’inizio di ottobre in favore di Marco Sodini che era il suo assistente, e di cui l’ucraino era diventato vice. Ad ogni modo a roster c’era già Jaime Smith (poi tornato) e con lui capitan Jeremy Chappell, Christian Burns, Randy Culpepper e David Cournooh tra gli altri; Cantù si era classificata settima con 16 vittorie e 14 sconfitte e aveva incrociato Milano, che poi avrebbe vinto lo scudetto. L’Olimpia si era rivelata troppo forte: dopo una gara-1 persa di 22, i brianzoli avrebbero contenuto i danni ma comunque perdendo di 12 e 9 gli altri due episodi. Ora il contesto è totalmente diverso e i biancoblu dovranno essere bravi a uscire da questa situazione spiacevole, sempre che ce la facciano; intanto noi ci mettiamo comodi e lasciamo che a parlare sia il parquet del PalaBancodesio, dove è tutto pronto e la palla a due di Cantù Treviso sta per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

CANTÙ TREVISO: IL MOMENTO STORICO

La storia di Cantù Treviso ci parla di due squadre che all’inizio degli anni Duemila competevano per i grandi titoli: la famiglia Benetton aveva aperto una grande era in Veneto, ma i brianzoli avevano dimostrato di poter tornare ai fasti del passato con la panchina affidata ad Andrea Trinchieri, capace di far vivere una nuova età dell’oro alla società. Qui però siamo già qualche anno dopo, mentre l’episodio che raccontiamo è del 2003: al PalaGalassi di Forlì Cantù e Treviso arrivarono a giocarsi la finale di Coppa Italia. Era lo scontro tra Ettore Messina e Stefano Sacripanti; purtroppo per i brianzoli quella Treviso era una squadra devastante, che aveva già vinto la Coppa Italia e poi avrebbe messo le mani sullo scudetto e la finale di Eurolega. Cantù ci aveva provato, ma la Benetton aveva vinto 86-77 portando a casa la vittoria e il primo di quelli che sarebbero diventati tre trofei consecutivi in questa competizione; il premio di MVP sarebbe andato a Tyus Edney, mentre nella altre due edizioni lo avrebbero vinto Jorge Garbajosa e Massimo Bulleri, quest’ultimo allenatore oggi di Varese che proprio con Cantù lotta per evitare la retrocessione. (agg. di Claudio Franceschini)

CANTÙ TREVISO: LA DE’ LONGHI PROVA A SPICCARE IL VOLO

Cantù Treviso, che viene diretta dagli arbitri Michele Rossi, Gianluca Sardella e Andrea Bongiorni, si gioca alle ore 18:30 di domenica 28 febbraio per la 20^ giornata nel campionato di basket Serie A1 2020-2021. Al netto dell’ultima sconfitta, maturata in casa contro Brindisi, la De’ Longhi sta disputando un campionato più che positivo: è stata agganciata da Brescia ma resta comunque ancorata alla possibilità di tornare ai playoff.

Una situazione un po’ più complessa per l’Acqua San Bernardo che, dopo il ko in volata di Venezia, è rimasta ultima in classifica in compagnia di Varese: la retrocessione è una possibilità concreta ma i brianzoli potrebbero essere salvati dalla decisione di congelare la discesa in Serie A2 e riformulare il campionato. Vedremo comunque in che modo andranno le cose nella diretta di Cantù Treviso, aspettandone la palla a due possiamo provare a fare qualche valutazione circa i temi principali della partita.

DIRETTA CANTÙ TREVISO: RISULTATI E CONTESTO

In Cantù Treviso avremo ancora una volta un’Acqua San Bernardo impegnata nel tentativo di risollevare la sua situazione: ultima in classifica, la squadra non ha mai saputo trovare ritmo e per il momento l’unica nota positiva, se così si può chiamare, è quella di avere il doppio confronto diretto con Varese a favore. Tuttavia per i brianzoli sembra che la possibilità più concreta per evitare la retrocessione sia quella del blocco, come era già avvenuto lo scorso anno per la pandemia; Treviso invece ha trovato la quadratura del cerchio e, pur non essendo riuscita a qualificarsi per la Final Eight di Coppa Italia, ha comunque cambiato passo confermando una crescita che avevamo adocchiato già nella stagione passata, quella che aveva segnato il ritorno in A1. Una partita quindi che si prospetta delicata per Cantù e potrebbe essere un’occasione per la De’ Longhi, tra poco si gioca e noi ci mettiamo in attesa della palla a due…

© RIPRODUZIONE RISERVATA