DIRETTA/ Cantù Varese (risultato finale 74-67) Wilson e Pecchia trascinatori!

- Mauro Mantegazza

Diretta Cantù Varese streaming video tv: orario e risultato live della partita di basket valida per la 12^ giornata del campionato di Serie A

Il Sussidiario.net
Diretta Cantu Varese: un precedente (Foto LaPresse)

Vince Cantù nella gara valida per la Lega A1 di basket contro Varese: 74-67 il risultato finale che ha regalato i due punti alla formazione allenata da coach Cesare Pancotto. Una gara condotta con intelligenza dal primo all’ultimo minuto per quanto riguarda la formazione di casa, che a differenza di Varese non si sono resi protagonisti di passaggi a vuoto come quello che nel terzo quarto ha consentito all’Acqua San Bernardo di imbastire il sorpasso che si sarebbe poi rivelato decisivo ai fini del successo. Mvp della gara un fantastico Jeremiah Wilson, autore di 16 punti nei 20 minuti in cui è rimasto sul parquet. Ma non si possono non menzionare anche Pecchia (14 punti) e Clark (12). Con questa vittoria Cantù si porta a quota 8 punti in classifica, a sole due lunghezze da quella zona play-off occupata proprio da Varese, ottava in graduatoria dopo il passo falso al Pianella. (agg. di Dario D’Angelo)

DIRETTA CANTU’ VARESE (54-47): BURNELL INCONTENIBILE

Cantù allunga nel terzo quarto della sfida contro Varese. L’Acqua San Bernardo fa valere il proprio strapotere fisico e gli ospiti si ritrovano a dover incassare uno svantaggio di 7 punti alla fine del quarto. 54-47 il risultato da cui si ripartirà nell’ultimo parziale, ma non sarà facile per i rossoneri riuscire a ribaltare più che il punteggio la tendenza che si è andata dipanando dal 20′ al 30′. Per essere precisi dal 41-42 è stato di 10 a 0 in favore di Cantù il parziale aperto che soltanto una tripla di Clark è riuscita a chiudere riportando a galla la Openjobmetis. Da punto esclamativo, oltre ai soliti Pecchia e Wilson, il terzo quarto di Burnell, autore finora di 8 punti ma soprattutto capace di andare a canestro in ogni modo possibile ed immaginabile. Per Varese bene Mayo con undici punti, ma basterà? (agg. di Dario D’Angelo)

DIRETTA CANTU’ VARESE (37-35): VENE SFIDA PECCHIA

Partita molto lottata quella tra Cantù e Varese: ne è la prova il risultato di 37-35 all’intervallo. Dopo il primo tempo della sfida dell’undicesima giornata regna l’equilibrio tra le due formazioni, protagoniste di un paio di quarti all’insegna dell’agonismo e della combattività. Ribaltamenti di fronte continui, transizioni, tiri dalla lunga distanza. Ma anche falli, errori, non è mancato davvero nulla in questi primi 20 minuti che ha visto entrambe le squadre andare in bonus per quanto riguarda il numero di falli commessi. I veri e propri mattatori di questo primo tempo si confermano quelli che già nel primo quarto avevano mostrato le cose migliori: per Cantù è Pecchia il trascinatore con i suoi 11 punti, seguito a ruota da Wilson con 10 centri. Varese risponde con i 10 canestri dell’estone Vene, un vero e proprio colosso in questa partita. (agg. di Dario D’Angelo)

DIRETTA CANTU’ VARESE (14-14): GRANDE PECCHIA

La sfida tra Cantù e Varese valida per l’11esima giornata del campionato di basket di Lega A1 inizia all’insegna di una grande difesa da parte della squadra di casa. La squadra in maglia bianca nella prima metà del primo quarto concede pochissimo, approfittando dell’incapacità degli ospiti di leggere male le transizioni. Chi si erige a protagonista della prima parte di gara è Pecchia: la sua grinta e la sua aggressività lo portano ovunque, ma anche sotto canestro il cestista di Segrate oggetto in questi giorni di alcuni rumours di mercato che lo vorrebbero in procinto di trasferirsi a Bologna, sponda Virtus, è stato molto preciso. Inizio in salita, dunque, per la Openjobmetis, ma la formazione rossonera nella seconda parte infila un parziale positivo fino a portarsi sul punteggio di parità, soprattutto grazie ai punti di Siim Sander Vene. Primo quarto chiuso sul 14 pari. (agg. di Dario D’Angelo)

DIRETTA CANTU’ VARESE (0-0): PALLA A DUE!

Per Cantù Varese adesso è tutto pronto: il derby lombardo ci fornisce l’occasione per ricordare l’immensa tradizione di queste due società leggendarie del nostro basket. Cantù ha in bacheca tre scudetti, due Supercoppe Italiane che sono i trionfi più recenti e poi ecco le grandi soddisfazioni a livello internazionale, grazie a due Coppe dei Campioni, altrettante Coppe Intercontinentali, quattro Coppe delle Coppe e altrettante Coppe Korac – di entrambe queste competizioni è proprio Cantù al comando dell’albo d’oro. Varese fa ancora meglio, soprattutto a livello nazionale, dal momento che nella bacheca vanta dieci scudetti, quattro Coppe Italia e una Supercoppa Italiana, ma anche a livello internazionale Varese ha un eccellente palmares, caratterizzato da cinque Coppe dei Campioni, tre Coppe Intercontinentali e due Coppe delle Coppe. Questi numeri mettono orgoglio ma anche un po’ di malinconia, pensando a un presente meno esaltante: adesso però è tempo di scendere in campo, finalmente il derby Cantù Varese comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Sarà possibile assistere alla diretta tv di Cantù Varese, che è la partita trasmessa su Eurosport 2 per questa dodicesima giornata di campionato per gli abbonati Sky oppure DAZN, le due piattaforme che nelle rispettive offerte comprendono anche i canali di Eurosport; inoltre l’appuntamento classico per tutti gli appassionati è sulla piattaforma Eurosport Player, che fornisce a tutti gli abbonati l’intera gamma delle gare di Serie A in diretta streaming video. Infine, sul sito ufficiale www.legabasket.it sono consultabili le informazioni utili come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo al PalaBancoDesio.

LE PAROLE DI CAJA

Cresce l’attesa per la diretta di Cantù Varese, spostiamoci allora adesso in casa Openjobmetis per leggere le parole di coach Attilio Caja al termine della partita che domenica scorsa la sua Pallacanestro Varese aveva letteralmente dominato contro la Virtus Roma. Legittima dunque la soddisfazione di Caja per la prestazione dei suoi ragazzi: «Ovviamente siamo molto felici di questa partita che alla fine è diventata meno difficile grazie al lavoro della squadra. Non siamo partiti bene, soprattutto in difesa, ma dopo il primo time-out i ragazzi hanno reagito molto bene e la nostra difesa ha preso il sopravvento. Siamo stati molto attenti e la partecipazione difensiva ha spianato la strada alla fase d’attacco. Tutti i ragazzi sono stati molto bravi in tutte le situazioni di gioco, lo dimostrano per esempio i 5 giocatori in doppia cifra. È stata una grande vittoria di squadra. Abbiamo alternato le buone percentuali da tre punti alle incursioni dentro l’area. Una bella vittoria contro una squadra che ha giocatori di qualità, ma la nostra voglia di vincere con l’aiuto del nostro pubblico ci hanno fatto prevalere”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PAROLE DI CESARE PANCOTTO

Mentre aspettiamo la diretta di Cantù Varese, facciamo un passo indietro a settimana scorsa per rileggere cosa aveva detto in sala stampa l’allenatore dell’Acqua San Bernardo Cantù Cesare Pancotto per descrivere la sconfitta dei suoi ragazzi al cospetto della capolista Virtus Bologna: “Per avere una chance contro questa Bologna devi giocartela negli ultimi minuti e per questo sarebbe servito arrivare fino alla fine, ma la bravura di Bologna non c’è l’ha concessa – aveva ammesso coach Pancotto -. I contropiedi e l’andata in doppia cifra di vantaggio hanno dato alla Virtus grande sicurezza e il nostro provare a rientrare non basta contro una squadra come questa Virtus. Abbiamo fatto anche cose fatte bene,in particolare dopo ogni time out. Abbiamo pareggiato a rimbalzo è chiuso con 5 giocatori in doppia cifra, ma un periodo su quattro contro squadre come queste spesso ci costa la partita. Ogni volta che abbiamo provato a rientrare Teodosic ci ha punito con tiri importanti. Preoccupato per la classifica? No, determinato. Sapevamo dall’inizio della stagione di dover lottare per non retrocedere, e abbiamo appena iniziato”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Cantù Varese, diretta dagli arbitri Maurizio Biggi, Matteo Boninsegna e Denny Borgioni, è l’affascinante derby lombardo in programma alle ore 17.00 di oggi pomeriggio, domenica 8 dicembre 2019, per la dodicesima giornata della Serie A di basket. Cantù Varese ci richiama alla memoria tempi gloriosi in cui le due società lombarde hanno scritto la storia del basket non solo italiano: adesso la realtà è più modesta, soprattutto per la Acqua San Bernardo che sarà padrona di casa al PalaBancoDesio, ma la sfida con i cugini della Openjobmetis resta sempre imperdibile. La classifica non sorride a Cantù, che con appena tre vittorie è sull’orlo della zona retrocessione: vincere il derby avrebbe di conseguenza valore doppio per i brianzoli, ma naturalmente Varese avrà idee diverse. La Openjobmetis per ora ha cinque vittorie e altrettante sconfitte: con una vittoria, potrebbe far svoltare la stagione verso gli obiettivi più prestigiosi, altrimenti dovrà guardarsi alle spalle.

DIRETTA CANTÙ VARESE: IL CONTESTO

Ci avviciniamo alla diretta di Cantù Varese ricordando cosa era successo domenica scorsa, quando la sconfitta dei brianzoli e il successo di Varese hanno evidenziato la differente situazione delle due società lombarde in questo campionato. Va detto in tutta onestà che il compito della Acqua San Bernardo Cantù era davvero difficilissimo, sul campo della capolista imbattuta Virtus Bologna. Missione infatti non riuscita ai lombardi, sconfitti per 89-70 in una partita che aveva evidenziato tutta la differenza di valore tra la Virtus e Cantù, pur capace di portare cinque giocatori in doppia cifra, con menzione d’onore per i 17 punti di Wes Clark – ma da tutto il resto della rosa erano arrivati solamente 11 punti. Di contro, Varese aveva vissuto un giorno memorabile grazie alla perentoria vittoria contro la Virtus Roma, travolta con l’eloquente punteggio di 99-69. Partita praticamente perfetta per la Openjobmetis, con i 22 punti di L.J. Peak in evidenza, ma naturalmente con lo splendido contributo da parte di tutti per un +30 che in Serie A non si verifica spesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA